Utente 457XXX
Buongiorno,
chiedo scusa per il disturbo. Ho eseguito un Holter ECG. Essendo ignorante in materia non ho molto ben capito il commento lasciato nei risultati. Mi piacerebbe comprendere cosa sono:
- battiti sopraventricolari (6 nel mio caso)
- battiti ventricolari (576 nel mio caso)
Aggiungo che faccio attività fisica agonistica. Questi eventi possono comportare dei problemi?
Colgo l'occasione per chiedere una informazione:
Come si riconosce un attacco cardiaco? Cosa si deve notare? Che gesti si devono compiere per rendersi conto che un soggetto è stato colpito da un attacco cardiaco?
In attesa di una risposta le auguro una buona giornata, ringraziandola per le informazioni fornite.
Giuseppe

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Normalmene i battiti cardiaci sono generati da una struttura posizionata a livello atriale che si chiama nodo del seno. Per tale motivo i battiti normali vengono definiti sinusali. Puo' succedere tuttavia che alcuni punti atriali ed altri ventricolari possano precedere il nodo del seno nella generazione dell'impulso: nel primo caso avremo quelli che sono stati definiti nel Suo esame "battiti sopraventricolari (ossia atriali), mentre nel secondo caso abbiamo i battiti ventricolari. Rimanendo entro certi limiti, e Lei ci rientra assolutamente, la extrasistolia (ossia la presenza di battiti atriali o ventricolari) è un fenomeno assolutamente normale, che non deve destre preoccupazione.
In genere l'attacco cardiaco (se per esso si intende l'esplicitarsi di una cardiopatia ischemica come con un infarto o con un attacco anginoso)inizia con un dolore al petto di diversa qualità e durata a seconda dei casi.

A disposizione per ulteriori consulti