Utente 358XXX
Buongiorni dottori. Sono un ragazzo di 19 anni. 1 settimana fa circa mi ero quasi avvicinato al primo rapporto sessuale completo (sembra strano, ma ho sempre preferito una ragazza sincera alla scopata occasionale) ma al momento del dunque il mio "amico" si è abbassato e non si e più rialzato, se non per qualche istante.. Tutte le altre volte che abbiamo fatto preliminari non mi era successo una perdita di erezione così consistente.. C'è da dire che un mese fa durante i primi preliminari avevo già notato qualcosa di strano in fatto di forza di erezione.. mi sembrava di stare all'80-90%. Cominciai quindi a farmi le prime paranoie e pensare come poteva essere possibile che una cosa del genere stava capitando a me.. che sono stato da sempre e per nomina (degli amici) un "duro". Ricordo 2-3 anni fa che ogni giorno si trovava la mezz'ora buca per l'autoerotismo anche attraverso video, ma proprio perchè ne sentivo il bisogno e mi andava di farlo. Ora mi capita non più di una volta a settimana, ma anche meno.. Quindi cominciai a "provare" e guarda caso non mi veniva un erezione neanche in autostimolazione. Questi problemi scomparvero dalla mia testa un paio di giorni dopo visto che ebbi dei buoni preliminari con la mia ragazza. (Non posso dirvi se ho avuto l'erezione massima, perchè non ci pensavo).
L'altro ieri e ieri ho avuto dei buoni preliminari in fatto di erezione, visto che comunque sembra rispondere più o meno velocemente alla stimolazione, il problema è che non raggiungo la massima erezione subito (in realtà non so nemmeno se la raggiungo). Da 1 mese (non so se il mese scorso sia successo) ho avuto la massima erezione solo 2 sere di fila ed è successo 1 settimana fa, dopo la cilecca.. Il problema è che è stato durante la notte (ero sveglio) e senza nessun motivo, ma in pace (faccio uso di marijuana in senso ricreativo, non mi sento dipendente ma nel periodo estivo ne faccio un uso maggiore. Fumo anche sigarette). E notavo appunto che il pene non potevo abbassarlo oltre ad un certo punto perche era in tensione, mi ha fatto pure svanire il sonno visto che mi è durata per più di 20 minuti. Le erezioni mattutine e spontantee sono costanti ma non molte, neanche qui masima(Da dire che ho sballato tutti gli orari di sonno). 1 anno fa credo sia cominciato tutto, notai dopo essermi fatto i dread che la mia capigliatura stava morendo sotto i colpi dell'androgenetica e da li mille paranoie.. Cominciai la ricerca per una cura che dopo essermi documentato sembrava essere solamente finasteride+minoxidil. Per i numerosi effetti collaterali (guarda caso..) scelsi solo il minoxidil che asssumo per via topica da 6 mesi.. (non molto costanti). Questo problema fu accantonato e 2 mesi fa dopo un effusione abbastanza spinta dolore al testicolo sinistro. L'urologo mi ha diagnostica una subtorsione, ma ho dimostrato sia solo accumulo di sperma dopo eccitazione prolungata; e un varicole di 2-3 grado non importante, ma non trascurabile. Secondo voi è solo ansia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci racconta sembra dimostrare che il suo attuale problema sessuale ha una importante componente psicologica, diciamo "ansiosa".

Detto questo poi, come spesso ripeto da questo sito e vista la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze , per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2014
Grazie innanzitutto per l'attenzione.. Ho fatto ieri analisi del sangue incluso testosterone e prolattina.. Il medico di base mi ha detto: "secondo me non c'è bisogno di queste analisi visto che non avrei raggiunto l'erezione quella notte ma se ti fa stare tranquillo falle.. Devo fare ora analisi urine complete e analisi dello sperma.. Questo sotto consiglio dell urologo per monitorare il varicocele.
Sinceramente non ho idea di quando siano incominciati questi disturbi ma credo di essere abbastanza sicuro sul fatto che 7 8 mesi fa non ci fossero..
Credo di poter raggiungere quando voglio almeno il 50% dell erezione quindi credo lo stimolo arrivi.. Ma come mai non raggiungo il 100%? Può essere un problema fisico? A me pare difficile visto che prima era tutto ok.. Ho l impressione che da un anno a questa parte la libido sia calata.. Per farvi un esempio se ho davanti due ragazze che mi piacciono ma con diversi caratteri fisici non c'è ne una che mi crea più fantasie.. Per farla breve sessualmente sono tutte uguali per me.. Ovviamente se è un cesso non la guardo nemmeno..
Scusate per i termini e per la confusione ma sono molto spaventato.. Finalmente sono impegnato con la ragazza che ho sempre desiderato da cinque anni e non voglio pensare a quello che mi sta succedendo. Oggi mi sono promesso di non fumare più nulla per un periodo e di sospendere il minoxidil, sono pure andato a correre dopo cinque anni di totale inattività fisica. A febbraio ho lasciato la scuola al quinto anno di superiore e ricominciero tra qualche giorno e ho paura di perdere un altro anno per via di questi problemi. Ho assunto 3 barattoli di prostafactor come cura blanda per i capelli ma ho smesso 3 mesi fa visto che il dottore mi ha detto che è solo uno spreco di soldi visto che è troppo leggera, quindi non credo dipenda neanche da questo.
Ora.. A cosa posso andare incontro? Da un difetto organico si può guarire? È solo frutto della mia mente? Ansia da prestazione? E perché neanche da solo raggiungo la massima erezione?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le ripeto che tutto quello che lei ci racconta sembra dimostrare che il suo attuale problema sessuale ha una importante componente psicologica, diciamo "ansiosa".

Ora aspettiamo cosa le dirà il suo andrologo di riferimento dopo una attenta valutazione o rivalutazione in diretta.

Ancora un cordiale saluto.

[#4] dopo  


dal 2014
Ma è possibile che si crea un danno organico grave dal nulla? Senza traumi? Comunque non ho contattato nessun Andrologo su consiglio del medico di base.. Mi ha detto fai le analisi intanto e se la cosa continua poi ne parliamo.. Con l urologo non ne ho parlato visto che ha due mesi che non lo vedo.. Aspetto di completare ste analisi e vado.. Devo essere operato di frenulo breve e in base agli esiti dello spermogramma di varicocele..
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, segua le indicazioni ricevute ma si faccia rispiegare per bene quello che dovrà fare!
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo alle riflessioni del dr. Beretta.
La sua richiesta di consulenza è ricca di elementi ansiosi, c' è un monitoraggio della sua capacità erettiva- che in sessuologia si chiama spectatoring- c' e la ricerca/ paura di un danno organico, la giocane età e così via....

Le allego delle letture che potrebbero aiutarla a capire e capirsi, ma i clinici rimangono la strada unica per la risoluzione del suo disagio sessuologico.
Eviti di far trascorrere ancora del tempo, corre il rischio di dare spazio alla sintomatologia e di conseguenza al malessere psicologico.



http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
[#7] dopo  


dal 2014
Grazie delle risposte, gentilissimi.. Indubbiamente ho un problema a livello psicologico ma non so se è conseguenza di uno organico.. Stanotte dopo aver letto di alcuni problemi organici mi è venuto in mente un episodio accaduto non so quanti mesi fa ma accaduto anche in passato. Praticamente a termine di una masturbazione intensa sia fisica che psicologica ho sentito dolore nella parte posteriore dell asta, un dolore simile a un crampo, non dolorissimo ma molto fastidioso.. Mi sarà successo nella mia vita 3 4 volte in periodi diversi e non legati tra loro.. Questo pensiero stanotte mi ha portato ad un ansia fortissima, tant è che mi sono dovuto fare due camomille.. Mi sono appena svegliato con un erezione come mi accade spesso, ma non è mai un erezione completa o piena.. Con l autostimolazione l erezione aumenta parecchio ma non arriva al massimo o almeno così sembra.. Una cosa che ho ricordato è che quando ho avuto quelle due erezione forti e durature notturne due settimane fa il glande non era gonfio ma era piuttosto morbido. Questo comunque ricordo che mi è accaduto spesso quando raggiungevo la massima erezione, ma non so se è stata una regola. Il mio cervello per paura di ricordare ha rimosso tutte le erezioni precedenti non permettendomi di ricordare alcuni dettagli.
GRazie anticipatamente.
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ora deve proprio sentire in diretta un bravo andrologo!

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.

[#9] dopo  


dal 2014
Mi devo preoccupare? Ho una tremenda paura, comunque non abbiamo ancora riprovato con la mia ragazza ma il pene in erezione sembra abbastanza turgido per la penetrazione.. Però diciamo che la massima durezza la ottengo contraendo il muscolo pubococcigeo. Dovrebbe essere al massimo della durezza anche senza avere contrazioni?
[#10] dopo  


dal 2014
Buongiorno a tutti.. Ci sono importanti novità stamattina. Verso le 9 mi sveglio all improvviso e credo in fase rem (sono andato a letto alle 4 e non dovevo svegliarmi prima delle 14) con una decente erezione.. Lo capisco subito e mi alzo a controllare, appena lo prendo in mano raggiunge quasi subito un eccellente erezione. Il glande non è turgidissimo (sicuramente di più di 2 settimane fa) ma si riempe appena contraggono i muscoli e si sgonfia quando li rilasso. Allora mi assale un dubbio non è che soffro di priapismo? Questo dubbio finisce subito dopo visto che al pensiero di riportarlo flaccido avviene normalmente. Torno a letto e sento che è abbastanza vispo e tende all erezione ma distolgo il pensiero e mi riaddormento. Mi sono svegliato poco fa con un altra erezione ma che non ho stimolato ma anzi soppresso ma sembrava avere intenzioni simili a quella di stamattina. Ho notato è noto anche a pene flaccido che tende verso destra da alzato ma non da seduto. Però non è l asta ma è come se la base è ruotata su se stessa leggermente. Questo lo noto da molto ma in erezione non lo avevo mai notato o forse una volta ma poi era tornato normale (forse avendo avuto l erezione a pancia in giù per molto tempo ha preso una forma strana temporanea). In questo momento non noto la rotazione a pene flaccido. Dopo questo episodio che dovrei pensare? Avevo una paura terribile della fuga venosa ma non credo possa avere queste erezioni.. Era eccellente e sembrava protaersi ancora per molto tempo se non la bloccavo..
Saluti
[#11] dopo  


dal 2014
Mi sono dimenticato a chiedere.. Può essere davvero sia colpa del minoxidil? Non lo metto da cinque giorni e le cose sembrano migliorare.. Da circa una settimana noto ricrescita e mi fa stare male non poterlo mettere.. Che dite? C'entra poco? È possibile che sbaglio ad applicarlo e viene assorbito troppo a livello sistemico? Prima lo applicano a cuoio umido ma da un mese non più.. Può essere perché non lo applica a distanza di 6 ore come dicono i medici? Perché capita di applicarlo ad esempio due ore prima della doccia e subito dopo la doccia..
Saluti
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per il farmaco ad uso topico per i suoi capelli risenta in diretta il suo dermatologo di riferimento mentre per tutte le altre problematiche deve sempre sentire in diretta un bravo andrologo!
[#13] dopo  


dal 2014
Sono troppo spaventato.. Mi sta crollando il mondo addosso. Mi sento che questo sarà un problema che non si potrà risolvere e io non posso aspettare.. Secondo lei dai sintomi è una cosa che non si potrà risolvere? Sento il mio pene sempre più strano e mi chiedo se sia solo frutto dell ansia.. Sto notando che è difficilmente flaccido completamente, certe volte è flaccido e dentro sembra duro certe volte sembra normale. Certe volte sembra abbia un rigonfiamento poco sotto la metà ed abbia difficoltà a gonfiarsi il glande. Mi vengono in mente episodi vecchi che mi sono capitati.. A 12 anni ricordo che dopo una masturbazione il pene aveva assunto una forma strana, simile a quella che le ho sopra descritto, ma più accentuata.. Come se diventasse gommoso e la pelle aumentasse. Il giorno dopo questo problema scomparve e mi è ricomparso raramente dopo masturbazioni soddisfacenti.. E forse seguito da un leggerissimo bruciore o formicolio.. Può essere che sia infiammato? O magari qualche infezione? Lo sperma presenta da circa due annetti grumi gelatinosi e certe volte sembra giallognolo.. A volte più liquido a volte più denso..
Ho molta paura e non dormo neanche la notte. 3 mesi fa non avevo niente di tutto questo, almeno a livello psicologico, avevo altro a cui pensare.. Ho voglia di risolvere tutto più velocemente possibile ma nello stesso tempo ho paura che sia una cosa grave e me lo sento..
Saluti
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da questa postazione non possiamo purtroppo affrontare seriamente e risolvere le sue complesse ed importanti paure ed ansie che, da quello che ci riferisce, in parte sembrano prive da una reale motivazione organica.

Credo che, oltre agli specialisti già consultati, sia necessario per lei ora anche l'intervento di un esperto e bravo psichiatra.

Ancora un cordiale saluto.
[#15] dopo  


dal 2014
Ritirate le analisi del sangue ed è tutto ok.. Testosterone a 12 e prolattina a 22 cioè quattro punti sopra la soglia massima.. Ma mi hanno detto che non può ritenersi alta.. Intanto il pene è sempre più strano.. Ha assunto un rigonfiamento fino a metà come le avevo descritto su e dopo un giorno non è tornato normale come è sempre stato.. Ma ormai non so più cosa significhi normale. Come le ho già detto la paura mi ha fatto cancellare i dettagli. La informerò, saluti.
[#16] dopo  


dal 2014
Sono stato dal medico e ho aggiornato la situazione. Ha palpato il pene e mi ha detto che non si nota niente di strano così ma è giusto che mi rivolga ad un Andrologo. Si sospetta fuga venosa ma niente di sicuro. Non mi spiego come mai in questo mese di preliminari non ho mai avuto il problema del glande poco turgido.. Ma sono sicuro che non è la prima volta che mi capita. Mi è capitato raramente e con sicurezza ricordo 8 estati fa che dopo una spellatura superficiale del glande per un paio di giorni è stato più rugoso e più floscio ma non è stata l ultima volta. Ieri notte ho provato una masturbazione ed era difficoltosa l erezione (50%). Appena stavo per eiaculare è avvenuta l erezione e il glande non sembrava sgonfio. Comunque A me il pene continua a sembrarmi strano anche a livello tattile. E il glande sembra floscio anche a pene flaccido (il pene Mi sembra abbastanza largo da floscio ed è completamente flaccido in poche occasioni) soprattutto quando mi metto disteso a pancia in su.. Scusate se vi stresso ma ho bisogno di parlarne ed avere delle risposte. Posso guarire? Leggendo su internet penso di no e mi crolla il mondo addosso. Il medico mi dice di non leggere e non è vero che non si può guarire dalla fuga venosa.. Come potrai provare a disinfiammare il pene se di questo si tratta? Intanto sto provando a contattare un buon Andrologo.. Saluti
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua le sagge indicazioni del suo medico di famiglia e ora senta in diretta un bravo ed esperto andrologo.

Ancora un cordiale saluto.
[#18] dopo  


dal 2014
Salve dottori.. Sono appena stato da un Andrologo esperto ed esperiente primario del policlinico. Ho raccontato tutto alla sua collaboratrice che ha riferito. Dopo una visita tattile ha escluso al 99% un problema organico. Mi ha detto piuttosto c'è qualcosa che si è inceppato. Mi ha scritto esami ormonali completi tampone uretrale ecografia testicoli e delle compresse chiamate ludoxyn o una cosa del genere.. Mi ha detto di sospendere il minoxidil anche se non lo reputa la causa.. E di smettere ovviamente di fumare qualsiasi sostanza.. Saluti
[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, segua ora le indicazioni ricevute
[#20] dopo  


dal 2014
Buon pomeriggio dottori.. vi aggiorno sulla situazione. La situazione a livello di erezioni spontanee e mattutine sembra migliorata.. in questa settimana ho avuto molte crisi a livello psicologico. 4 giorni fa sono stato ricoverato in day Service al policlinico in modo che mi potessero fare tutte le analisi del caso poiché mi le avevano prenotate per metà ottobre.. ho fatto analisi ormonali complete e sono ok. Spermogramma e spermiocoltura fatti ma ancora non ci sono ancora risultati (non vi dico i problemi di erezione durante la raccolta, Ho raggiunto una discreta erezione solo durante l eiaculazione). Fatto ecocolordoppler al plesso pamp informe e ai testicoli e mi hanno come già sapevo visto varicocele e reflusso a sinistra poco importante.. il giorno stesso dovevo fare il dinamico penieno ma non avevo il caverject. Il primario mi ha voluto incontrare per dirmi di stare tranquillo e che mi voleva far fare il penieno solo per farmi stare tranquillo. L indomani sono andato per il penieno dinamico e mi è stato somministrato 2 microgrammi di pge1 dall ecografista (molto bella c'è da dire ). Risultato nessuna erezione ma l ecografista mi ha detto che è normale visto che mi ha somministrato pochissimo farmaco poiché sono troppo giovane e sarei andato incontro a facile priapismo. Ho avuto una leggerissima erezione che a detta della dottoressa bastava per vedere la situazione. Mi ha detto in diretta che il flusso è perfetto e che le mie curve di flusso le vede solo in soggetti giovani. Non ha potuto vedere la curvatura visto che non c'è stata erezione massima ma appena mi sono messo in piedi ha preso una curvatura evidente verso sinistra che lei ha confermato. (In erezione e leggermente verso destra). Lei mi ha detto che a livello tattile non si sente assolutamente nulla e anche con ecocolrdoppler e tutto ok. Tunica albunigea uguale per tutta la lunghezza del pene. Il medico di casa mi ha detto da quello che racconti è come se si riempisse di sangue in maniera irregolare. . Ora non so più che pensare. Le erezioni ci sono ma sembra che non riesca a mantenerle. Con la mia ragazza non abbiamo più avuto modo di provarci quindi non saprei. Che devo pensare? Se ci sarebbe stata qualche placca o comunque qualcosa di grave si sarebbe visto no? Lunedì dovrebbero arrivare tutte le analisi in mano al professore che mi dovrebbe contattare per il colloquio finale.
Saluti
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, sicuramente, da quello che ci scrive, si possono escludere alterazioni anatomiche ai corpi cavernosi.

Ora risenta in diretta il suo andrologo od urologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
[#22] dopo  


dal 2014
Dottori vi aggiorno. Sono stato chiamato dall andrologo per una visita finale diciamo. Mi ha riferito solo di un batterio trovato nello sperma e neanche a concentrazioni elevate.. non ricordo il nome ma non è uno di quelli che leggo sempre.. mi ha prescritto antibiotico e antinfiammatorio in attesa del tampone uretrale. Per il resto tutto ok. Vi scrivo il referto dell ecocolordoppler penieno dinamico. Esame eseguito in condizioni basali e dopo stimolo farmacologico mediante iniezione intracavernosa di 2 ug di pge1.
Ecografia: ecotessitura normoecogena, ecostruttura omogenea. Assenza di incurvamenti dell asta visualizzabili. Nella norma il setto e la tunica albuginea. Apparentemente corpo cavernoso di destra di dimensioni lievemente superiori rispetto alle dimensioni del controlaterale.
Arterie cavernose: 20' . PSV 41. EDV destra 1. AC destra 51. IR destra 0.98. PSV sinistra 40. EDV sinistra 3. AC sinistra 76. IR sinistra 0.93

Risposta obiettiva dopo stimolo farmacologico di grado 0-1.
Conclusione: il quadro emodinamico depone per un normale afflusso arterioso e dei meccanismi veno occlusivi.

Che devo pensare? La situazione non è cambiata. Le erezioni spontanee ci sono ma raramente sono forti. Non ho ancora provato rapporti con la ragazza perché ora si che sento l ansia.. Durante petting l erezione c'è ma non è sempre forte e svanisce presto. Idem da solo.
Saluti
[#23] dopo  


dal 2014
In realtà durante il petting e precisamente durante la masturbazione l'erezione è sicuramente tale da permettere la penetrazione. Ma non sono sicuro della durata visto che non andiamo avanti per più di 1 minuto.
[#24] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
"In realtà durante il petting e precisamente durante la masturbazione l'erezione è sicuramente tale da permettere la penetrazione. Ma non sono sicuro della durata visto che non andiamo avanti per più di 1 minuto. "

Adesso che ha effettuato le indagini complete e la diagnosi propende per un d.e psicogeno, la strada da seguirebè sicuramente più chiara

Le indicazioni rimangono quelle che trova nelle letture che le abbiamo suggerito, non perda altro tempo, inizi a lavorare sulla sua sessualità
[#25] dopo  


dal 2014
La mia paura è che gli esami che mi sono stati fatti non siano validi. O comunque se ci sarebbe una fuga venosa non si vede comunque dall ecocolordoppler. Il dottore ( primario del policlinico della città in cui lei lavora ) mi ha consigliato una psicologa se non riuscissi a superarlo da solo.. e mi ha pure detto che poteva prescrivermi una cura farmacologica simile al Viagra ma che io ho rifiutato su suo consiglio. Infatti secondo lui non aveva senso poiché siccome il farmaco cause un erezione anormale poi avrei visto differenze al termine dell assunzione.
Saluti
[#27] dopo  


dal 2014
Vi aggiorno. . Da due giorni le erezioni spontanee sono aumentate. . Ne ho moltissimo nell arco della giornata ma soprattutto quando sono a letto
Il problema è che difficilmente raggiungono una buona durezza e svaniscono nel giro di 30 secondi. . È normale? Ricordo che prima mi capitava di non poter neanche urinare la mattina visto che l erezione ( consistente) me la portavo pure in bagno. .
Saluti
[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

soprattutto all'età da lei dichiarata, non è una situazione normale ma questa non è una diagnosi rimangono sempre da chiarire le cause se psicologiche , organiche o miste.

Ora senta o risenta in diretta il suo andrologo od urologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
[#29] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
La diagnosi medica e psico/sessuologica sono due atti clinici veramente importanti e scrupolosi, soprattutto non fattibili online e basandosi su pochi elementi.

Si rivolga ai clinici che si stanno occupando di lei, sapranno come leggere questi dati, all'insegna di han visione somato/ psichica della sessualità.

Corpo e psiche sono intersecati e l'uno influisce sull'altro
[#30] dopo  


dal 2014
Il dottore sa tutto ed esclude qualsiasi causa organica. Ci dobbiamo rivedere a fine cura solo per vedere se ci sono ancora infezioni.. lei come interpreta i risultati dell ecocolordoppler penieno dinamico?
[#31] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mi sembra che abbia già avuto una indicazione da parte del suo ecografista che ci dice che: "il quadro emodinamico depone per un normale afflusso arterioso e dei meccanismi veno occlusivi."

Conclusione condivisibile.

Un cordiale saluto.
[#32] dopo  


dal 2014
Salve dottori.. la situazione psicologica e fisica sta andando sempre peggiorando. La curvatura sembra maggiore ed ho pure individuato il punto. Il problema è che non si sente assolutamente nulla al tatto o meglio qualsiasi cosa si senta a destra si sente anche a sinistra. L incurvamento parte da circa 3/4 del pene. . Però troppe cose mi fanno riflettere. Anche a pene flaccido si vede la curvatura e anche la base ruota dal lato della curvatura soprattutto durante e dopo aver urinato. Cosa può essere? Può essere che questa curvatura è nata proprio dopo che ho accusato le prime problematiche all erezione? Cerco di pensare a possibili traumi ma non me ne vengono in mente a parte che nel primo periodo in cui le erezioni non erano forti notavo che poco sopra la base il pene si piegava ventralmente durante l erezione e usavo questo per controllarne la potenza. Ma la curvatura e in una zona ben più alta. Non ho avuto mai nessun dolore ne all erezione nel al tatto a parte quella sera e qualche rarissima volta anni addietro. Quella sera duro per 1 2 minuti e dopo era assolutamente normale e non c era alcuni dolore. Io voglio che torni tutto esattamente come prima. Non ho erezioni mattutine da moltissimo tempo e questa cosa mi fa pensare ancora di più. . Se ci fosse la peronye non so cosa farei.. non voglio essere operato sia per i tempi e sia perché di accorcia inevitabilmente. La curvatura è sintomo solo di ipp? Può essere che nessun dottore la senta/veda?
Qual è il miglior andrologo in Italia? Il miglior centro? Grazie mille
[#33] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che dice il suo andrologo di riferimento?
[#34] dopo  


dal 2014
L andrologo non l ho contattato ma già sapeva di questi sintomi. . Che devo fare? Può essere flebite? Il corpo cavernoso di sinistra è come se fosse più alto a partire dalla base.. inoltra toccando con la punta del dito la parte dorsale del pene e riuscendo a distinguere i due corpi si nota che il destro e più piccolo e meno duro del sinistro. Può dipendere da questo la curvatura proprio a destra? Le ripeto la domanda. Miglior centro andrologia o in Italia?
[#35] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non esiste un "miglior centro di andrologia" in Italia ma esistono su tutto il territorio nazionale dei buoni centri di andrologia e pure nella sua città, ne esiste uno considerato da molti come un centro di eccellenza.

Ancora un cordiale saluto.
[#36] dopo  


dal 2014
In realtà vivo in sicilia. Mio errore nella compilazione dei dati. Sono stato al policlinico di Catania ma non mi fido. Vorrei cambiare e scegliere 7 centro migliore. Magari che se ne intenda di IPP quale mi consiglia Lei fuori sicilia?
[#37] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Il policlinico di Catania é un ottimo centro, il primario è un mio caro amico, competente e con validi collaboratori, inoltre catania offre delle eccellenze in andrologia

La perseverazione nella ricerca delle cause organiche, fa sempre più propendere per un'etiologia psicogena.
[#38] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

confermo le osservazioni della collega Randone.

Un cordiale saluto.
[#39] dopo  


dal 2014
Salve dottori purtroppo la situazione non cambia. La curvatura e la rotazione sembra peggiorata.. purtroppo non so dirvi nulla poiché le poche erezioni complete che ho svaniscono presto.. stanotte anzi ne ho avuta una spontanea un po più duratura, roba di 2 o 3 minuti. Non mi sveglio mai con un erezione ma spesso con una leggera erezione che al minimo tocco si rafforza abbastanza fino ad arrivare quasi ad un erezione completa. Ovviamente anche qui poco duratura.. ma è davvero possibile una ipp a 19 anni? Soprattutto senza mai avere avuto rapporti o possibili traumi con conseguente dolore? Può essere soprattutto che in tutti questi anni non mi sono mai accorto di questa curvatura rotazione? Mi sembra troppo strano e più lo guardo più penso che non sia il mio.. leggendo dei consulti vecchi di medicitalia ho letto che il dott cavallini diceva nel 2010 che c erano stati solo 3 casi di ipp a 27 anni.. figuriamoci a 19. La rotazione curvatura a cosa può essere dovuta senza presenza di placche? E soprattutto perché ha la tendenza ad infiammarsi? Dopo una masturbazione praticata dalla mia ragazza un paio di giorni fa mi è restato il pene gonfissimo per 12 14 ore.. era enorme e morbido. Il primo episodio di questa infiammazione l ho avuta nel 2007 vi ricordo..
[#40] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

è abbastanza frequente che i corpi cavernosi siano asimmetrici tanto da determinare una curvatura dell'asta con più o meno evidente rotazione.
Non si tratta di malattia di Peyronie ma di curvature congenite, giovanili che, spesso si associano a cattivo funzionamento dei meccanismi vascolari di veno-occlusione. Molto spesso pazienti giovano con pene curvo, al di là del disagio "estetico" si lamentano perchè la loro erezione non raggiunge rigidità adeguate e non dura sufficientemente a penetrare o a portare a termine un rapporto.
Certe volte questi problemi fisici vengono "battezzati" come psicologici partendo dal presupposto che un giovane non potrebbe avere problemi vascolari, organici.
Purtroppo anche i giovani possono essere interessati da tali turbe circolatorie ed avere problemi erettili importanti. Anche un giovane può avere emorroidi patologiuche o varici alle gambe evidenti.
Si faccia seguire da uno specialista, Palermo, Catania e altre città siciliane ne hanno di validi
cari saluti
[#41] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che dice il suo andrologo di riferimento?
[#42] dopo  


dal 2014
Buongiorno dottori vi aggiorno la situazione.. 2 settimane fa vado a Catania dall andrologo per aggiornarlo sulla situazione e mi faccio prescrivere cialis 5 mg al bisogno. Lui continua a dirmi che non c'è nulla e che mi fa fare un altro ecocolordoppler esternamente al policlinico. I giorni successivi provo il cialis e inizio dividendo la compressa in due non avendo miglioramenti significativi. . Il giorno successivo ne prendo una intera e dopo mezz'ora ho un rapporto con la mia ragazza sempre con i soliti problemi di calo dell erezione quando lei si ferma o metto il preservativo. Riesco a pentrarla con difficoltà ma non credo riguardi la forza dell erezione ma raggiungo l orgasmo in meno di 30 secondi.. come prima volta non si può chiedere di peggio.. smetto di prendere il cialis e non noto cali importanti a livello di erezioni spontanee. Ho anche l impressione che è più corto. Prendo allora la decisione di cambiare andrologo e 3 giorni fa sono salito a Roma al gemelli e ho fatto la visita con il professore bassi primario del policlinico. Mi assicura vedendo anche i precedenti controlli che non c'è nulla e mi prescrive ecodoppler penieno dinamico e testicolare. Oggi ho fatto l ecodoppler con iniezione di 10 microgrammi di caverject e dopo 1 minuto e dopo stimolazione ho l erezione anche se non massima accompagnata dalla curvatura che sembra leggermente peggiorata e leggerissimo dolore (durato 1 oretta circa insieme alla tumescenza) ma fastidioso, molto simile a quello avuto a marzo circa di notte a pene flaccido. Il pene mi e sembrato strano gommoso e il glande non era gonfissimo ma abbastanza duro.
Il referto: regolari i reperti flussimetrici basali nelle AA dorsali del pene e nelle AA cavernose. Non si apprezzano alterazioni morfo strutturali dei corpi spongioso, cavernoso e delle tonache peniene. Dopo l iniezione di farmaco vasoattivo si osserva in fase di flaccidita e di riempimento un regolare comportamento dinamico caratterizzato da un pronto incremento delle velocità nelle AA cavernose (sino a 50 cm/s) con ampia componente diastolica. Successivamente si ottiene una fase di tumescenza e di prolungata rigidità caratterizzata dal fisiologico aumento degli indici di resistenze (RI> 0.8 a 5 minuti dall iniezione). Il quadro ECD non mostra alterazioni vascolari della funzione erettiva.

Porto il referto al dottor bassi che mi dice categoricamente tu non hai niente come già avevo visto. Ti ho fatto fare l ecografia dal miglior ecografista di Roma (dott cina). È solo un tuo problema psicologico. Non tornare perche ti prendo a calci in culo e non girare tutta itala perche ti rubano i soldi. Non mi resta che mettermi il cuore in pace e accettare il pene per come è ora.. perché sinceramente io questa curvatura non la ricordo. Voi che dite? Ora torno in sicilia e ne parlo con il mio andrologo del policlinico di Catania. Ricordo che la curvatura rotazione si vede anche a pene flaccido e l ho pure fotografata durante l ecografia anche se non era un erezione completa.
[#43] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
" È solo un tuo problema psicologico"

Mi sembra abbastanza chiaro: non ha nulla di organico, ciò non significa che non abbia nulla di psicologico.
Il referente non è più il medico.
[#44] dopo  


dal 2014
Dottori sono un po preoccupato nel sonno pomeridiano mi sono svegliato con un erezione abbastanza forte e dolorosa che è passata nel giro di 5 minuti insieme al dolore. Mi devo preoccupare? Non è che ora sta puntura mi porta l induratio?
[#45] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senta sempre il suo andrologo prima di fare esami inutili!
[#46] dopo  


dal 2014
Il mio andrologo catanese mi doveva far fare l ecografia esternamente all ospedale ma io l ho voluto fare al gemelli.. l eco dovevo rifarla comunque. . Il dottor cina mi ha chiamato dicendomi che il dolore può essere normale dopo l iniezione. Lei che dice? L ho avuto per un ora subito dopo l esame a pene semi flaccido e poi mi è ricomparsa durante una super erezione durante il sonno. ( erezione dura ma finita in 5 minuti ). Ora non ho dolore ma non ho avuto erezioni..
[#47] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le informazioni ricevute sono condivisibili.

Ora risenta sempre il suo andrologo di riferimento.
[#48] dopo  


dal 2014
Sono entrato da poco in questo brutto mondo.. l ecocolordoppler penieno è davvero così attendibile? Ho letto di pazienti che non hanno risolto nonostante tutti gli esami siano ok.. un problema psicologico io credo dovrebbe essere altalenante o almeno solo con la partner. Invece da me è il contrario. Con lei ho un calo minore ma il calo c'è comunque è non mantengo l erezione completa.. erezioni mattutine deboli. Masturbazione uguale.. sono confuso e ora si che sono davvero scosso. Vorrei che le cose cambiassero velocemente ma purtroppo miglioramenti non ne vedo e tutti i dottori compreso l andrologo di riferimento mi dice che è solo un problema psicologico. Peccato che quando ho avuto i primi sintomi strani neanche sapevo dell esistenza della de a questa eta.. il cialis non mi sembra portare molti benefici e non so se prenderlo come un segno positivo o negativo. Stessa cosa stamattina con il caverject erezione non completa. Oggi pomeriggio nel sonno erezione super con dolore che si è mantenuta per non più di 5 minuti e che poi è completamente sparita ( volevo questo per via del dolore, non provavo piacere ). Sto avendo crisi di pianto perché ho paura di perdere tutto e di non risolvere mai più questo problema proprio perché non credo nell attendibilità di questi esami.. sta diventando un circolo vizioso. E ripeto prima non c erano questi problemi psicologici. Saluti
[#49] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

cerchi di uscire da questi circoli viziosi e qui l'aiuto di un bravo psicologo è fondamentale.

Ancora un cordiale saluto.
[#50] dopo  


dal 2014
Buonasera dottori stamattina alle 7 e Mezza ho avuto un incontro con il prof Calogero primario del policlinico di Catania.. ho fatto vedere tutti i controlli e mi ha chiaramente confermato il problema psicologico ( subconscio ). Mi ha detto che dal referto c'è un valore ma non so quale che non si azzera subito. Non so a quale valore si riferisca ma credo al deflusso venoso. Questo valore rientra comunque nella norma perché altrimenti non si sarebbe azzerato. Che devo pensare? Mi ha detto che la miglior cosa è cercare di guarire psicologicamente autonomamente cercando di guarire il subconscio. È chiaro a detta sua che nessuno di noi volesse far male a se stesso ma il subconscio ragione a se. La figura giusta non sarebbe neanche un sessuologo visto che problema sessuologico non c'è ne. Il problema è appunto che non c'è problema, e la figura ideale sarebbe uno psichiatra.
A sentire questa parola mi è venuta spontaneo di fargli una domanda che differenza c'è tra psicologo e psichiatra? Lui mi ha risposto terra terra che è simile alla differenza tra un geometra e un ingegnere.
Sinceramente il dottor cina non mi ha parlato di questo azzeramento e mi ha chiaramente detto e fatto vedere che non sussiste fuga venosa. Nel referto che ho scritto ieri non ci sono tutti i valori e probabilmente li ha letti dalle lastre che il dott cina mi ha dato insieme al referto. Che devo pensare? Che faccio? Mi ha detto di finire la scatola ormai acquistata di cialis 5mg ogni giorno anche se comunque è un dosaggio leggero. Saluti
[#51] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Se la problematica è psicologica, deve essere diagnosticata da uno psicologo.

Conosco personalmente il primario che l'ha visitata questa mattina ed è veramente in ottime mani, quindi non cerchi ulteriori diagnosi cliniche

Il sessuologo non è altro che uno psicologo/medico formato in sessuologia.

Lo psichiatra proviene dalla laurea in medicina, lo psicologo in psicologia.

Le due figure possono anche lavorare in sinergia con le più svariate terapie combinate

Proseguendo online, non solo non risolve nulla, ma fa trascorrere tempo prezioso per la sua guarigione, amplificando l'ansia
[#52] dopo  


dal 2014
Vi aggiorno con novità anche importanti. Come consigliato ho cominciato a prendere cialis 5 mg a giorno di solito verso le 21 e 15 minuti prima dei rapporti. Cioè sempre intorno alle 9. Be martedì ho un rapporto con la mia ragazza della durata di 10 minuti molto soddisfacente e entrambi raggiungiamo l orgasmo.. erezione quasi sempre massima. Continuo la terapia e 3 giorni fa abbiamo un altro rapporto di 1 ora e mezza continua con orgasmi multipli.. l erezione si è mantenuta quasi al massimo e non avuto cali a parte quando ho tolto e messo il preservativo. Le erezioni mattutine a parte il 2 giorno di terapia sempre deboli ma basta un dito sull amichetto che si drizza per un po se sollecitato. L altro ieri notte noto qualcosa di strano, tornano le sensazioni come se non prendessi più cialis. Al minimo pensiero non cercato che riguarda l incontro precedente con la mia ragazza si alza in erezione massima ma svanisce o per lo meno si blocca a metà nel giro di 30 secondi. Penso vabbe può capitare.. ieri sera prendo la pillola 30 minuti prima del rapporto e appena arrivati a casa sento subito l effetto e sento una Bestia nel vero senso della parola negli slip non appena ci avviciniamo a letto ma sento un leggero dolore perché era a destra. Cominciamo il rapporto che sembra abbastanza normale anche se sento qualche dolorino forse dovuto al frenulo corto e al preservativo diverso dal solito. Lei in più mi dice ho paura perché vedo che ha difficoltà ad entrare e sento che si piega, ma è colpa mia che non sono molto bagnata. Cerchiamo di andare avanti nel rapporto per come possiamo e lei ovviamente non raggiunge l orgasmo mentre io si dopo 10 minuti. Rapporto non soddisfacente per nulla.. mi restano le ultime 4 pillole e voglio dimezzare la dose per non sentire troppo il cambiamento anche se la situazione sembra tornata come prima. Ieri però ho pensato ad una cosa che non vi ho mai detto e non ho detto neanche all andrologo ma non so perché.. quando avevo 13 anni provai a piegare il pene verso il basso in piena erezione e senti un crack proprio alla base del pene ma completamente ne dolore ne fastidi nei giorni seguenti. Questa cosa reputatasi innocua l ho ripetuta 5 6 volte nella mia vita e l ultima volta 2 o 3 mesi fa ma comunque dopo l insorgere dei primi problemi. Però ricordo che non è stato più un crack un scrocchiare come quello delle dita ma più una sensazione di spostamento. Potrebbe questo aver causato qualcosa di grave? Soprattutto non visibile al ecocolordoppler? Ho letto che si può trattare del legamento sospensorio e forse per questo pende a destra anche a pene flaccido. Mentre in erezione massima c'è aancora Quell impossibilità di abbassarlo , si blocca proprio in perpendicolare. Il legamento e possibile risolverlo chirurgicamente o è inutile? Può portare problemi di erezione? Se quel crack non fosse stato il legamento ci sarebbe stato sicuramente un minimo di dolore o fastidio nei giorni successivi. a pene flaccido toccando la parte più vicina al pube la parte sinistra la sento più dura della destra che è molto morbida. Ma non parlo del corpo cavernoso ma proprio della parte attaccata al pube. Le erezioni mattutine sono così decisiva da stabilire un de organico? Intanto sto andando da una giovane psichiatra e mi ha detto che mi sono fatto un ossessione di questo problema e vuole farmi fare una cura con ssri che portano solo ad un ritardo dell eiaculazione. Siccome rifiuto questa cura e ieri mi ha visto più calmo mi ha detto dai allora continua a prendere EN 2 volte al giorno e al bisogno specificandomi che è solo un palliativo. Che faccio? Il mio andrologo di riferimento non è sempre reperibile visto che non è un privato.
[#53] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua le indicazioni della sua psichiatra, sono condivisibili, e cerchi di uscire da tutte le ossessioni che sembrano drammaticamente attanagliarla.

Ancora un cordiale saluto.
[#54] dopo  


dal 2014
Quindi mi conferma che questo crack non ha nulla di cavernoso o venoso visto che porterebbe a un deficit molto più grave del mio che ammetto essere leggero.. invece ha 3 giorni che eiaculazione e sia ieri sera che 4 giorni fa lo sperma nel preservativo sembrava giallastro. Ora a termine di una masturbazione con pochissima eiaculazione sono presenti abbastanza filamenti gelatinosi. Ora dovrei ricominciare il secondo ciclo per combattere l infezione
[#55] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!
[#56] dopo  


dal 2014
Bene sto cazzo.. stasera ho preso la prima mezza dose. Cominciamo normali preliminari con la mia ragazza e l erezione si mantiene, metto il preservativo e parte una forte erezione. Momento della penetrazione tutto ok stiamo un po in questa posizione ma sento che l erezione non è al massimo. Decidiamo di cambiare, lei sopra di me, ma non riusciamo perché il pene si piega.. cambiamo posizione e riparte l erezione che cala dopo la penetrazione. Il problema è sembra quello
Non riesco a mantenere la massima erezione a lungo.che fare? Per non mantenimento intendo della massima perché non arrivo mai a perderla completamente. Dopo l eiaculazione non c'è stato nessun cenno di risveglio. Come mai tutte ste differenze rispetto al rapporto lunghissimo di 4 giorni fa? Ho paura.. eppure oggi mi sentivo più felice. Peccato.
[#57] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo tutte le informazioni, anche dettagliate, che ci invia sulle modalità con cui avviene ogni rapporto sessuale, che lei intraprende, confermano una pesante e complessa situazione psicologica al suo problema sessuale che, come già dettole in molti modi, non può purtroppo essere risolta per via telematica.

Ancora un cordiale saluto.