Utente 359XXX
Salve gentilissimi dottori,

Da un po' di tempo soffro di ansia generalizzata dovuta probabilmente ad uno stile di vita abbastanza stressato, sono in psicoterapia da un po' e ovviamente ho effettuato cataste di analisi ed esami (ecocuore, ecg, holter cardiaco 24h, analisi sangue e tiroide). Detto questo io soffrendo di ipocondria, mi ritrovo in testa numerose domande che scaturiscono dalla vista/comparsa di alcuni sintomi che il mio medico curante riconduce banalmente all'ansia, ma io vorrei un Vs parere in merito. I sintomi di cui parlo sono: sensazione di debolezza generale, sensazione dei battiti cardiaci irregolari, pulsazione visibili per tutta la giornata su: collo, addome, tempie specialmente dopo sforzo fisico, percezione di cattiva circolazione sanguigna (ad esempio mi basta alzare un braccio e appoggiandolo più in alto della testa contro il muro, nell'arco di un minuto ho un forte formicolio, percezione di dolori al petto non forti ma comunque degni di nota, stranissima sensazione dopo uno sforzo fisico, specie quando mi aspetto di percepire cardiopalmo vista la natura dello sforzo e ciò non avviene, sensazione di pressione a volte molto forte alle tempie, occhi spesso doloranti, pulsazioni nelle orecchie tipo acufene pulsante, intestino pigro o non correttamente funzionante, dolori muscolari. Tenendo presente che io ho 27 anni, non ho mai avuto nulla in vita mia (fatta eccezione per un lieve soffio al cuore che il cardiologo ha definito irrisorio e non preoccupante al punto da ignorarlo completamente) e tenendo presente che gli specialisti che mi hanno visitato hanno dato tutti esito positivo, ribadendo che io sono sano come un pesce, rimango tuttavia in questa situazione per me invalidante proprio perché piena di troppi sintomi visibili e constatatabili. Confido in una Vs cortese risposta, e spero che qualcuno di Voi possa confermare o smentire quanto affermato dai miei curanti. Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore lei ha già fatto diagnosi con le sue parole "ho effettuato cataste di analisi ed esami (ecocuore, ecg, holter cardiaco 24h, analisi sangue e tiroide)" ......"io soffrendo di ipocondria, mi ritrovo in testa numerose domande che scaturiscono dalla vista/comparsa di alcuni sintomi"......
Il suo problema è solo l'ansia patologica e gli attacchi di panico e deve solo accettare di doversi affidare a uno psichiatra. Di cardiaco non ha nulla e nullapossiamo fare noi cardiologi per aiutarla.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per il Suo gentile consulto. Quindi se ho ben capito Lei, in base ai sintomi da me descritti escluderebbe qualsiasi forma di patologia cardiaca e qualsiasi problema cardiovascolare, nei limiti ovviamente del consulto a distanza.
In realtà mi piacerebbe avere una spiegazione più dettagliata da uno specialista come Lei sulle possibili cause ad esempio delle pulsazioni visibili al collo, alle tempie e all'addome. Da cosa possono essere causate? Consideriamo anche che io non avevo mai notato questa situazione, se non da un paio di anni a questa parte da quando ho i miei problemi. Oppure ad esempio mi piacerebbe sapere come una persona come me che ho un fisico robusto e ho sempre avuto una discreta forza e resistenza, adesso mi ritrovo a soffrire di problemi (secondo me legati alla pressione sanguigna) quando mi alzo da seduto (senso di svenimento) oppure quando faccio uno sforzo (senso di svenimento), in pratica sono diventato in un paio d'anni come un anziano dolente e pieno di acciacchi. Sempre affannato e con pochissima forza fisica, non credo sia normale per la mia età.
E soprattutto vorrei capire quali sono i meccanismi che permettono all'ansia di ripercuotere sintomi così complessi e fraintendibili sul corpo. Sono perfettamente conscio di soffrire di ansia, ma penso che sia normale che una persona che come me non è un medico, e che quindi non dispone degli strumenti per eseguire diagnosi tranquillizzanti su di se, abbia necessità di risposta quotidiana ai sintomi che si prospettano sul proprio corpo. Grazie ancora del Suo tempo.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore lei ha riportato di aver già fatto valutazioni clinico-strumentali cardiologiche e non ha riportato di avere problemi con il cuore. Le confermo quello che le ho già detto....Il suo reale problema è che non accetta quello che i medici le dicono, ma questo è un suo problema. Questo non significa che lei non ha disturbi e nessuno le dice che non siano reali, significa semplicemente che il cuore non ne è responsabile e che lei ci creda o no più continuerà a sostenere "...ma penso che sia normale che una persona che come me non è un medico, e che quindi non dispone degli strumenti per eseguire diagnosi tranquillizzanti su di se, abbia necessità di risposta quotidiana ai sintomi che si prospettano sul proprio corpo" più starà male e non risolverà nulla. Ne parli con chi la tratta con psicoterapia.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Ovviamente sono ben consapevole di quello che lei mi dice, e non nego che lei abbia ragione ovviamente. Quello che mi premerebbe conoscere è appunto il meccanismo di base che sviluppa il sintomo specifico delle arterie pulsanti. Capisco che derivi dall'ansia e dal mio nervosismo, quello che non capisco è come praticamente essa possa interfeire con la mia persona fisica. Mi mancano le basi per comprendere tutto questo, e la mia è pura e semplice curiosità scientifica legata alla voglia di comprendere come funzionano le caratteristiche del corpo umano.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, a questo punto devo dirle che le sue pretese sembrano semplicemente assurde....Non può avere le basi per comprendere perchè non ha una laurea in medicina....del resto non posso su questo sito farle una lezione in merito...noi diamo solo consigli che riguardano probelmi di salute delle persone cercando gratuitamente di essere loro di aiuto. Credo proprio che la mia consulenza finisca qui.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Bene, nonostante non sia riuscito neanche tramite la libertà di internet a trovare risposte alle mie domande, La ringrazio cortesemente del tempo che ha dedicato nel rispondere alle mie questioni. Buon lavoro. Saluti.