Utente 222XXX
Buon giorno,
dopo diverso tempo in una condizione di malessere mi è stata diagnosticata la sindrome di roemheld.
Seguo da anni una alimentazion vegetariana e quindi non ho particolari problemi di alimentazione ma nonostante questo la sindrome continua a ripresentarsi. Mi chidevo se queste continue alterazioni del battito cardiaco possano provocare o far insorgere problematiche nel tempo.
In attesa di un vostro gentile riscontro
Cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buonasera,
La sindrome è caratterizzata da sintomi cardiaci che spesso migliorano agendo sul versante gastrico/digestivo. Generalmente la sindrome non correla con eventi cardiaci maggiori in assenza di altre problematiche cardiache.
Nel suo caso se i sintomi persistessero o aumentassero potrebbe essere utile una valutazione da parte di uno specialista, magari con un ecg per controllare l'intervallo QTc che nei messaggi precedenti ha riportato essere ai limiti superiori della norma.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo,
intanto la ringrazio per la celere risposta,
Nella prova sotto sforzo ho riportato i seguenti valori:

Qtc ai limiti superiori
ritmo sinusale regolare
frequenza 90BPM
Intervallo PR 124 ms
Durata QRS 86ms
TQT/QTc 376/459 ms
ASSI P-R-T- 31 75 45

Posso chiederle tale valore cosa significa o meglio cosa indica?

Durante l'allenamento sportivo noto un'affaticamento maggiore con difficoltà respiratoria, il medico curante sostiene la tesi che la presenza di gas/aria all'interno dello stomaco possa premere sul diaframma che a sua volta può spingere o fare pressione sul cuore, qualora questa tesi fosse veritiera, potrebbe esistere un rimedio/cura per una simile situazione?

Si può migliorare questa situazione con degli esercizi mirati?

La ringrazio nuovamente
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
L'intervallo Qtc indica la durata della ripolarizzazione ventricolare, che si può allungare in determinate situazioni.
Comunque questo non influisce sulla fatica nello sforzo.
E' difficile a distanza esprimere un giudizio sul motivo del suo affaticamento durante lo sforzo, dovrebbe provare a risolvere i sintomi gastrici e farsi valutare da uno specialista per l'affaticamento da sforzo.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#4] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio.
Cordialità