Utente 599XXX
Sono Enrico, 26enne, e gradirei un suo gentile parere.
Ho scritto una mail piuttosto lunga e le sarò molto grato se avrà la pasienza di leggerla e la gentilezza per rispondere.
A luglio di quest’anno, per eliminare un marcato idrocele sinistro, sono stato sottoposto ad eversione della vaginale. Tre mesi dopo in occasione della visita urologica di controllo mi è stato trovato un nodulo sulla testa dell’epididimo. Per verificare la presenza di una eventuale cisti mi sono sottoposto ad un’ulteriore ecografia scrotale, riporto di seguito l’esito:
Didimi regolari. A Dx, discreta falda di idrocele avvolge gran parte del testicolo e determina parziale depiazzamento dell’epididimo, che presenta qualche microcisti in sede somatica. A Sn, immagine liquida con morfologia un po irregolare di circa 2,5 cm in sede sovratesticolare di Sn, presenta stretti rapporti con la testa dell’epididimo, apparendo maggiormente riferibile a cisti cefalica; altre microcisti nella testa dell’epididimo, di 5 mm. Convoluti vascolari peritesticolari a Sn non risultano esibire significativo reflusso sotto ponzamento. Discreto ispessimento bilateralmente delle tonache scrotali.

E’ possibile che la cisti sia di formazione successiva all’intervento di eversione vagianale?...Puo’ esserne conseguenza?...Se fosse stata antecedente all’intervento, non dovrei essere stato avvisato?...
Devo sottopormi ad un nuovo intervento per eliminarla?....
..Navigando in internet ho visto il sito dell’andrologo Dott. Carlo Rando, il quale (a mio parere frettolosamente) attribuisce l’idrocele bilaterale e le cisti ad una congestione prostatica…….considerando che a a volte sento un senso di pesantezza a livello della prostata, possono le sue conclusioni essere attendibili?....
Per il mese prossimo ho prenotato uno spermiogramma con coltura batterica….mi può essere utile questo esame?....
……Dove posso tovare un bravo urologo od andrologo che esamini a fondo il mio quadro clinico senza limitarsi ad eliminare le cose in più..?
Ringrazio fin d’ora quanti avranno la cortese disponibilità di rispondermi….

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 5994,

se fossero cisti epididimarie, sarebbero state presenti anche prima dell'intervento di idrocele e sarebbero state evidenziate dalla ecografia in tale occasione
Probabilmente sono formazioni a contenuto liquido esito della eversione della vaginale
Non vedo assolutamente alcuna correlazione tra prostata e cisti epididimarie o le sue "cisti"
Non tragga conclusioni troppo precocemente. Aspetti qualche mese e poi si faccia vedere
se vuole cerchi il Dottor Massimo Capone (www.andrositalia.org) bravo specialista che visita ivicino a Treviso
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
non c'e' nessuna correlazione tra cisti epididimarie, idrocele e prostata.
se si tratta di cisti epididimiaria deve segurila nel tempo con ecografie periodiche ma se di piccole dimensioni non c'è bisogno di intervenire