Utente 363XXX
Gentile dottore,

sono una ragazza di 23 anni ed ho sofferto di acne tardivo a causa della sindrome dell-ovaio policistico.
Dopo diversi trattamenti topici, il problema dell acne nella sua forma acuta e infiammatoria è ormai risolto. Quel che resta sono delle cicatrici atrofiche estese sulle guance. La dermatologa, che mi segue da diverso tempo, mi ha prospettato la posibilita' di due opzioni: il needling o il laser CO2 frazionato. Nonostante i numerosi articoli esplicativi su entrembe le tecniche, quello che non mi e'chiaro e' quale dei due sia ritenuto piu efficace per il trattamento di questo tipo di cicatrici. In base a cosa dovrei orientare la mia scelta? Al momento sono un po' confusa.

Grazie

Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Tendenzialmente sono due trattamenti efficaci entrambi.
A mio avviso però il laser frazionato la CO2 è sicuramente più performante ad oggi.
Ovviamente la scelta del laser è fondamentale, quindi ne parli bene con il suo dermatologo.
Carissimi saluti.