Utente 343XXX
Buongiorno volevo chiedervi gentilmente cosa pensate (e quali sono vantaggi e svantaggi) delle seguenti possibili "soluzioni" proposte da alcuni al problema del diradamento dei capelli:

-innesto di capelli artificiali, biofibre
-utilizzare i follicoli della barba (si può?) come zona donatrice per l'autotrapianto
-utilizzare follicoli estratti da un'altra persona, un "donatore di capelli".

Per l'ultima ipotesi ha senso una strategia del tipo fare un tentativo di trapianto di follicoli altrui in una piccola regione (pochi follicoli) verificare come si comporta questa zona nel tempo anche in relazione al fenomeno del rigetto, e se va tutto bene ripetere il procedimento sul serio sull'intera area da coprire?

Vi ringrazio, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile cliente, non capisco perché tutte queste ipotesi inverosimili per trattare un eventuale problema di capelli il quale ad oggi può essere curato con farmaci assolutamente efficaci presso la sede dermatologica.
La invito quindi alla lettura di tutti nostri approfondimenti in tema di calvizie e alopecia androgenetica, e se vuole anche nei nostri siti per informazioni generali www.tricoscopia.it
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 343XXX

Salve dottore, mi rendo conto delle strane ipotesi avanzate. In realtà io ho già letto molti articoli su Medicitalia sia suoi che di altri colleghi dermatologi e di altri settori (ad esempio Andrologia). Un po' di tempo fa ho fatto altre domande sempre su possibili aiuti contro le calvizie e mi ha risposto un Suo collega al quale ho scritto alcuni pensieri che avevo e che le riporto di seguito per motivare un po' il perché di queste ipotesi che ho fatto.
I motivi sono che mi è sembrato che attualmente, dal punto di vista farmacologico, disponiamo e utilizziamo principalmente Minoxidil e Finasteride. Sebbene li ritenete sufficientemente sicuri e dagli (eventuali) effetti collaterali reversibili alla sospensione, immaginare di intraprendere una cura con uno di questi non mi fa stare molto sereno per i seguenti motivi:

-il farmaco sarebbe a vita se non ho capito male (se lo sospendo termina effetto)
-gli effetti collaterali ho visto che hanno percentuali grosso modo dell'ordine del centesimo, non poi così microscopiche
-tali eventuali effetti saranno reversibili ma qualora ci fossero mi creerebbero disagi anche per un intervallo di tempo limitato
-sulla reversibilità comunque ho letto qualche osservazione: pare che non sia proprio una certezza "matematica". Allego a proposito articolo di un vostro collega di Medicitalia, specialista in Andrologia.

https://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/630/Disturbi-dell-erezio
(ne ho visti anche altri sempre di colleghi di medicitalia che parlano ad esempio di sindromi post finasteride ecc. ma ora reperirli non è immediato)

Ho certamente in programma una visita dermatologica, non nell'immediato causa attualmente ho pure il dentista e molti impegni. Nel frattempo quindi ho aperto qui questa discussione,

La ringrazio per l'attenzione, cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Fa bene a programmare la visita dermatologica: da esperto dermatologo tricologo che ha seguito in più di 10 anni centinaia di pazienti tricologici (e ogni paziente segue le cure e i controlli per anni) le ribadisco quanto testè affermato. Si affidi al dermatologo e avrà tutte le rassicurazioni del caso.
Ancora saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 343XXX

Mi ha colpito una frase di questo ultimo Suo messaggio: "ogni paziente segue le cure e i controlli per anni". Intende dire che solitamente un paziente segue cure alcuni anni e poi le può interrompere riuscendo a mantenere i risultati acquisiti anche dopo la sospensione? Ne approfitto per chiederle ancora una curiosità: fino a quanti capelli "è lecito" perdere a seguito del lavaggio con shampo affinché tale caduta sia fisiologica e non indice di qualche problema?
La ringrazio ancora per la disponibilità, cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si possono perdere fino a 100 capelli naturalmente, senza che ci sia una presenza di patologia.
Per il resto si è possibile sospendere la terapia durante la loro effettuazione e assistere anche al mantenimento dei risultati terapeutici per un certo periodo di tempo che è ovviamente variabile in base al caso.
Cari saluti.
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#6] dopo  
Utente 343XXX

La ringrazio ancora per Sue utili risposte, di nuovo saluti

[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Saluti a lei!
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it