Utente 364XXX
Buongiorno a tutti! Scrivo per avere delucidazioni su un particolare problema che mi affligge in questi ultimi tempi. E' un tema che è già stato più volte citato nelle sezioni del forum ma, purtroppo, i miei sintomi sono abbastanza diversi da quelli di svariati altri post sull'argomento. Premetto che sono uno sportivo agonista (arrampicata sportiva). Pratico sport da una vita e negli ultimi 3 anni più o meno 2 ore al giorno in media. Ho fumato per un brevissimo periodo non più di una sigaretta/due al giorno per circa un mese.
Le mie paure iniziano quest'estate. Eravamo io e dei miei amici in una casa al mare e, per rilassarci un po', consumiamo marijuana. Non siamo mai stati dei consumatori cronici della sostanza anzi, era solo utile per particolari momenti di noia e, almeno io in particolare, non sentivo bisogno di assumerla in alcun modo, non ne ero affatto dipendente. La quantità era relativamente poca 1 grammo e mezzo per 5 persone. La sostanza fa effetto ma a un certo punto inizio a farmi delle domande: perchè il mio cuore batte così veloce? è normale? perchè mi sento caldo? (nell'arco della giornata avevo probabilmente preso un'insolazione). In un momento un mio amico mi tocca e mi fa presente come io sia "bollente". A questo punto inizia quello che ad ora è il più brutto giorno della mia vita. Vengo preso dall'ansia mi stendo sul divano e il cuore batte molto forte (almeno nella mia percezione). Dopo 2 ore questo effetto non era ancora passato, anzi. Il cuore iniziava a battere "storto" ovvero sentivo che ogni tanto il battito era molto forte e riconoscibile oppure un po' irregolare rispetto agli altri (mentre dormivo per cercare di "guarire" sognavo di cadere o che qualcuno mi tirasse una palla addosso e, quando cadevo/essa mi colpiva, il mio cuore si faceva sentire o con un battito molto pronunciato oppure un po' deviato, non so dire bene perchè in quel momento non ho saputo riconoscere il sintomo). Volevo un medico ma i miei amici continuavano a ripetermi che il mio battito non era veloce e che ero caldo perchè avevo preso molto sole. Tutto passa per le 6 di mattina (5 ore) quando riesco ad addormentarmi. Mi scordo dell'accaduto e vivo la mia vita come se nulla di importante fosse successo fino a 1 mese fa quando questi sintomi sono riapparsi. Sono molto concentrato sul battito del cuore e lo ascolto sempre cogliendo ogni cosa. Non consumo più da quell'episodio marijuana e non fumo. Faccio una dieta equilibrata ricca di noci, antiossidanti e pochi grassi saturi.
Vivo veramente male e non riesco a capire se ho qualcosa di organico oppure è tutto nella mia testa. Sono andato da un cardiologo e tutto risultava normale anzi perfetto. Elettrocardiogramma misurava 70 battiti al minuto, l'ecocardiogramma non dava segni di malfunzionamento ne al cuore ne alla gola ne allo stomaco. La mia pressione era 120/70. Non riesco a smettere di pensare di avere qualcosa in quanto questi episodi di battiti pronunciati si ripetono. Grazie...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
lei ha fatto benissimo a smettere di fumare, ma i suoi sintomi sono probabilmente legati alla paura di aver creato i presupposti per un danno al suo cuore....Si tranquillizzi.
Fortunatamente non è così e lo dimostrano i risultati della stratificazione cardiologica che ha effettuato.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio della rapida risposta. Spero passi;
Cordiali saluti.