Utente 367XXX
Escissione di neoformazione in regione sottoscapolare dx
Diagnosi :Gli aspetti istologici descritti sono riferibili a nevo melanocitico intradermico (la lesione di minori dimensioni)e per la lesione di maggiori dimensioni, a nevo melanocitico composto,in cui la componente giunzionale presenta spetti displastici che non è possibile riferire con certezza a traumatismo. E' consigliabile la correlazione con i dati clinici (modalità e tempi di insorgenza) al fine di escludere possa trattarsi di una unica lesione variata nel tempo, di cui, in questa evenienza non è possibile predire l'eventuale evoluzione clinica. In quest'ultimo caso, sebbene i margini di exeresi siano in tessuto sano, può essere indicata , a giudizio del chirurgo, una escissione della cicatrice.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Deve riferirsi al suo dermatologo di fiducia il quale ha richiesto questo esame istologico.
Una diagnosi complessa pure nel quadro eminentemente benigno della lesione stessa.
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio della risposta inserita, ho omesso che l'esame istologico è frutto dell'asportazione di un nevo, e chiedevo un suo parere circa eventuali esami da effettuare per controllare che tutto proceda al meglio e venga tenuto nel tempo sotto controllo l'eventuale evolversi della problematica evidenziata.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Avevo ben capito si trattasse di questa lesione: le ho difatti significato che in accordo con ciò che è scritto sull'esame istologico lei deve ragguagliarsi col suo dermatologo clinico poiché questo chiede l'Istologo.
Cari saluti.