Utente 364XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 26 anni, soffro di dermatite atopica da molti anni. Negli ultimi due anni ho notato la comparsa quotidiana di piccoli pomfi che interessano il volto, di solito la sera, durano una mezz'ora poi scompaiono. Per questo ho effettuato una visita allergologica,in occasine della quale ho effettuato un prik test risultando allergica a acari, graminacee, pelo del cane e del coniglio. Fin ora le mie reazioni allergiche sono state modeste, esclusivamente cutanee, da contatto con polveri o saliva degli animali. Due mesi fa però un cane mi ha leccata e ho avuto una rezione più forte, curata al pronto soccorso dove mi hanno diagnosticato un'orticaria (era estesa alla parte superiore del braccio). Visto che non avevo mai avuto una reazione così forte ho prenotato una visita allergolgogica ma i tempi di attesa sono molto lunghi, nel frattempo avrei delle domande: è possibile che le mie reazioni allergiche si mantengano esclusivamente cutanee e che in presenza dell'animale io non abbia sintomi a meno che non i lecchi?devo pensare che la mia allergia si sia aggravata?vi ringrazio per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Certamente il farsi leccare da un aninale non è cosi igienico, in quanto germi sono presenti come negli umani e il contatto con la pelle dà delle reazioni irritative di per se.
Le reazioni allergiche, per essere tali, necessitano una reazione antigene anticorpo e sono esclusive.
Una visita allergologica sapendo già che è allergica ad acari della polvere non credo possa servire a molto, mentre evitare contatto con sostanze che già le provocano reazione questo certamente è utile.