Utente 369XXX
Il tutto inizia 4 mesi fa in palestra con tachicardia dopo aver bevuto acqua fredda. Mi sono recato in Pronto Soccorso e da ECG e esami del sangue nulla. Poi a seguire Eco-doppler, test da sforzo, Ecg, gastroscopia tutto normale.
Sospetto episodio di reflusso gastrico.
Passano i giorni e con pantoprazolo mi sento meglio, ma poi mangio qualcosa di sbagliato e tutto da capo.
Ora da una settimana mi alzo alle 2 con il cuore accellerato e tornato al Pronto Soccorso nulla.
Eseguiro' holter ECG 24h e ecografia addome superiore in quanto quando vado a letto anche dopo ore dalla cena ho un bruciore allo stomaco da sdraiato.
Stop caffè, bibite gassate e cibi grassi o con caffeina.
Cosa posso fare? Il mio medico di base mi dice che se dagli ultimi esami non si evidenzia nulla devo solo tranquillizzarmi.
Dimenticavo Pressione 120/75 e tre eventi di Fibrillazione Atriale rientrati da soli in passato

Grazie per il suggerimento

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
La tachicardia che avverte è simile a quella che ha provato in occasione degli episodi di fibrillazione atriale? E in seguito a questi tre episodi le è stato prescritto qualche farmaco?
Le consiglio nel frattempo di eseguire holter ecg, ed eventualmente poi di fare una rivalutazone cardiologica alla luce di tutte gli esami. Eventualmente potrebbe essere utile anche una valutazione gastroenterologica.

Cordiali saluti,
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno innanzitutto grazie per la risposta.
La tachicardia è diversa. Nel caso della fibrillazione si sente evidentemente un ritmo scompensato. La notte è un battito accelerato. Per la fibrillazione il cardiologo mi ha detto che trattandosi di 3 eventi in 5 anni rientrati da soli e in breve tempo che attualmente non mi consiglia una terapia. Eseguiro' l'ECG Holter quanto prima. Il gastroenterologo che mi ha visitato facendomi la gastroscopia mi ha parlato di fenomeni di reflusso.
L'unica cosa che non mi hanno fatto controllare è la tiroide. Pensa che valga la pena indagare anche questo con un esame del sangue?

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Se non è mai stata indagata è sicuramente utile che venga fatto un dosaggio degli ormoni tiroidei, visti anche gli episodi di fibrillazione atriale che ha avuto in giovane età.
Una volta effettuato l'holter ecg ed il dosaggio degli ormoni tiroidei potrà essere fatta una rivalutazione clinica per decidere come procedere.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#4] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno
ho finalmente completato gli esami completati da una visita Cardiologica. Dall'Holter ECG ho 4 extrasistoli, due sopraventricolari e due ventricolari per il resto tutto nella norma. Gli ormoni Tiroidei sono ok e prendendo il pantoprazolo mi sento decisamente meglio.
Il cardiologo mi ha chiesto di monitorare la pressione ed i risultati sono buoni. Ho misurato la pressione per 10 giorni 3, 4 volte al giorno e il valore più alto misurato è un 136 su 80 di valore medio mentre normalmente sono misure sotto i130 su 80.

Ieri però intorno alle 24, felicemente seduto al divano, ho sentito un battito anomalo e il cuore ha iniziato a scalpitare ancora (probabilmente troppi giorni pensando a cosa mi succede mi hanno reso sensibile o ansioso). Ho misurato la pressione che era 180 su 100 e avevo un tremore alle gambe, Pian Piano la pressione è ritornata su valori normali nell'arco di una 10 di minuti ma tutta la notte non sono riuscito a chiudere occhio ed ho urinato 4/5 volte (premesso che ho bevuto due tisane per tranquillizarmi). Una strana sensazione di ansia con il battito del cuore chiaro nelle mie orecchie ma regolare (sotto 80 batt/min) mi ha accompagnato tutto il giorno.

Sa darmi qualche consiglio?

Grazie ancora

[#5] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Posso chiederle come leggere un ecocardiogramma ho:

Ventricolo sinistro
Diametro Diast 49mm (<56)
Setto Diast 13mm (<12)
PP Diast 10 (<11)
Spessore relativo di parete 0.41 (<0.42)
Massa 213 g (<290 g)
Vol Diast 128 (<150 ml)
Vol sist 43 (<60)
FE% 66

Atrio Sinistro
Diametro ap 38

Aorta Bulbo 36 mm
Ao asc 30 mm

Grazie
[#6] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buonasera,
Un battito d 80 bpm regolare potrebbe anche essere un ritmo sinusale che lei percepiva perché attento a ciò che stava accadendo. Per indagare meglio il disturbo servirebbe pero farle diverse domande.
Per quanto riguarda l'ecocardiogramma è sempre difficile esprimere un parere senza vedere l'esame completo, tuttavia dai dati che ha riportato sembra esserci un lieve incremento delo spessore del setto interventricolare e un diametro dell'aorta al limite superiore della norma, che potrebbe controllare a distanza.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#7] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore ho iniziato a controllare con regolarità la pressione riducendo sale ed eliminando caffè e pochi grassi. I parametri al limite con un po di attività fisica e vita sana possono regredire?
Tra quanto mu consiglia un controllo?

Grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Gli spessori ventricolari e il diametro aortico solitamente non vanno incontro a riduzione, seppur tenga presente che l'esame ecografico ha un minimo grado di variabilità da esame ad esame.
In assenza di variazioni cliniche potrebbe fare un controllo ecocardiografico ad un anno, da anticipare se dovessero intercorrere nuovi disturbi.

Saluti
Alessandro Durante