Utente 368XXX
Buonasera, è da qualche giorno che sono raffreddata ( circa 5 giorni) e dopo i soliti sintomi del raffreddore mi so è manifestato questo fastidioso dolore al petto e alla shiena all'altezza delle scapole. Non mi sono inizialmente preoccupata poiché contemporaneamente ho subito un estrazione del dente del giudizio e pensavo fossero dolori legati a quello.. Ma invece continuano e ogni volta che respiro ho la sensazione che mi manchi il fiato e di aver un peso sul petto!! Tossisco ma non molto, però sono abbastanza raffreddata e la cosa che più mi spaventa è la stanchezza che mi assale appena intraprendo qualche attività! Ho chiamato il medico il quale mi ha detto di sottopormi ad un ECG ma lo trovo inutile in quanto l'ho effettuato due mesi fa ed era perfetto! Inoltre data la mia giovane età ( 20 anni) pensavo di escludere patologie cardiache o un infarto. Volevo chiedere a voi un parere se appunto tralasciare il sistema cardiaco e magari pensare si tratti di una bronchite ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il medico che è venuto per la "domiciliare" l'ha auscultata con attenzione?
Io credo che Ella abbia avuto l'influenza da H3N2 e che l'astenia che avverte sia legata ad essa.

In quanto al dolore che riferisce sembra non avere caratteristiche riconducibili al cuore, piuttosto al sistema muscolo scheletrico: avrebbe dovuto indagarlo il collega prima di prescrivere l'ECG.

La ipotesi che vi sia inoltre un focolaio broncopneumonico con un modesto versamento pleurico reattivo, come complicanza dell'influenza non è affatto campata in aria.
Se il collega non l'ha sentito, le consiglio un RX del torace che sarà dirimente, e nel caso vi sia una "brochite" diffusa o a focolaio, un trattamento antibiotico adeguato che la risolverà.
Mi faccia sapere se ha piacere.
Con simpatia.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la disponibilità e seguirò il suo consiglio! Io lunedì ho inziato a prendere amoxicillina 1g una volta al dì per l'intervento del dente, e fino a ieri l 'ho preso, dovrei continuare l'assunzione?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
consigliare di assumere Amoxicillina alla dose di 1 gr al giorno, me lo consenta, è una presa per i fondelli.
Già di per sè questo antibiotico, usato come fosse aspirina, ha sviluppato una pletora di resistenze batteriche e se non è associato all'acido clavulanico non offre alcuna garanzia terapeutica.
In più la sua farmacocinetica ne prevede l'uso ogni otto ore, neppure ogni 12 come di solito si consiglia di fare.
Certo ogni medico è libero di prescrivere in scienza o incoscienza: io le riporto dati di fatto non storie di corridoio.

Per il dente lei de facto non ha effettuato nessuna profilassi antibiotica: ha solo ingurgitato 1 gr di amoxicillina che può averle dato una alterazione della flora batterica intestinale.

Per me l'antibiotico può anche sospenderlo.

Se sarà necessario per una eventuale bronchite Le sarà prescritto un antibiotico idoneo, efficace e a dosaggio pieno per il periodo di tempo necessario.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio ancora per i chiarimenti, le farò sapere se la diagnosi sarà bronchite.
Saluti e buona serata