Utente 372XXX
Ho un grosso calcolo nella cistifellea che mi causa sovente coliche biliari notturne.
Visto che sono ormai molti anni che ho questo problema e che l'acido ursodesossicolico non ha risolto nulla,vorrei farmi operare. Non ho paura dell'intervento ma sono terrorizzato dall'anestesia generale richiesta.
In effetti circa 35 anni or sono avevo già tentato di operarmi ma in sala operatoria
dovetti chiedere ai chirurghi di desistere.
Mi somministrarono dei farmaci.Mi sentii gonfiare tutto.Mi dissero di respirare
attraverso una maschera.Immediatamente cominciai ad avere dei dolori atroci
alle gambe e alle braccia.Non riuscii a resistere e pertanto dissi al chirurgo di voler
rinunciare all'intervento. Mi fecero una o due punture di STROFANTINA e mi passò
subito il dolore tremendo.Mi rimandarono in reparto ed in seguito mi dimisero.
Da quel giorno ho una terribile paura dell'anestesia.
Per quanto ne so non sono allergico a farmaci particolari ma so di non sopportare
i vasocostrittori.
Vorrei domandarle se è possibile evitare l'anestesia generale per questo tipo di intervento.
Grazie





Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, direi proprio di no, l'anestesia generale è la scelta di elezione.
Piuttosto non si comprende bene cosa sia successo la volta scorsa, perché se lei ha detto al chirurgo che non voleva essere operato vuol dire forse che l'anestesia non era stata ancora fatta? Ciò che ha avuto, al di la di come lei l'ha vissuto, non doveva essere grave, altrimenti non l'avrebbero dimesso.
Comunque tutto questo va riferito al suo anestesista quando sarà e sarebbe utile la copia della cartella clinica, per capire meglio la natura del disturbo.
Saluti