Utente 353XXX
Buongiorno, vi espongo la mia problematica

Con la mia ragazza, dalla quale sto con un mese, abbiamo inizialmente avuto rapporto protetti. Poi dopo un po di tempo, abbiamo messo da parte il preservativo per avere rapporti non protetti in quanto lei prende la pillola.
A 2-3 giorni dal nostro rapporto non protetto lei ha avuto candida e cistite.
Dopo essersi curata abbiamo continuato ad avere rapporti e le si è ripresentato un dolore sotto la pancia e fastidio durante la pipì. E' stata dal medico che le ha prescritto dei tamponi e vari esami del sangue.
La mia domanda è la seguente, Posso averla infettata io?
Non ho alcun problema a orinare, non ho sintomi di candida maschile. Ho avuto solo in passato una candida inguinale curata con successo con la crema Canesten.
Avete qualche consiglio in particolare? Mi conviene fare qualche esame specifico? Ad esempio un tampone, esami del sangue per varie malattie infettive sessualmente trasmittibili? (hiv compresa)
Vi ringrazio anticipatamente per le Vostre risposte.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
lei conosce la sua vita e le sue abitudini sessuali prima di incontrare la sua attuale ragazza.
Non io nè alcun altro. Vale lo stesso per la Paziente e i suoi trascorsi sessuali.
Circa la domanda sul possibile contagio della candidosi alla partner, la risposta è si: potrebbe essere un portatore asintomatico di candida, che si annida nel solco balano - prepuziale, e spesso nel maschio non produce alcun sintomo.

La terapia è semplice: il difluconazolo, somministato ad entrambi i partners, cura la candidosi della Paziente e bonifica Lei; in più elimina l'inevitabile effetto ping - pong.

Come le ho già detto: se la sua condotta sessuale è stata a rischio, è giusto effettuare uno screening per le MST.
Ciò vale anche per la sua ragazza.

Diversamente nulla quaestio.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la sua risposta tempestiva.
Effettuero' esami adatti nonostante ho per la maggior parte delle volte usato il preservativo.

Il mio dubbio è solo quello, e per questo le vorrei chiedere come mai non ho nessun tipo di sintomo, dolore, macchia, bruciore o qualsiasi cosa che riguarda la candida maschile?
A proposito di questo sa consigliarmi un esame per confermare che io la abbia? So che esistono dei tamponi ma non so altro
La ringrazio anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
l'unico modo per verificare che il suo glande non sia colonizzato dalla Candida Albicans, (le altre specie patogene sono rare nel nostro paese:torulopsis;tropicalis;rhodotorula) è l'effettuazione di un tampone per la ricerca di questo lievito, che va peraltro attentamente identificato per distinguerlo dalle altre forme di Candida Spp, colonizzatrici abituali della cute e delle mucose, e prive di potere patogeno. Ovviamente il glande non va lavato immediatamente prima del tampone.
Le ribadisco che nei 2/3 degli uomini la Candida Albicans non provoca nessuna manifestazione clinica!

Si rivolga pertanto ad un centro qualificato: per esempio il laboratorio di un ospedale con un reparto di Infettivologia.

In quanto ai suoi dubbi sulle MST, le faccio notare ancora che li ha espressi lei: io da tali dubbi posso solo dedurre che la sua vita sessuale prima di conoscere la sua attuale ragazza non è stata tale da darle la sicurezza di non aver contratto alcunchè.
Se mi sbaglio me lo faccia sapere.... Non è impossibile che io abbia capito male.

Mi fornisca pure notizie, se vuole.

Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
No no lei ha inteso bene. Ho avuto rapporti non protetti. Se pur rari e con gente che conosco abbastanza bene, che attualmente è in salute e addirittura una di loro è in procinto di avere un bambino.
So pero' che anche un solo rapporto puo' essere a rischio quindi nei prossimi giorni mi informero' su quali esami sono da effettuare.

Il mio dubbio grande come gia le ho detto era, come faccio a fare venire la candida dopo 2-3 giorni senza che io abbia il minimo sintomo. Per fortuna mi ha dato delucidazioni sul fatto dei tratti asintomatici della candida maschile.

Ne approfitto per farle le ultime due domande già che sono qui poi non la disturbo ulteriormente.

- Esistono altre MST asintomatiche che possono essere trasmesse in cosi poco tempo?

-Domanda diretta, se faccio sesso non protetto e 3-4-5 giorni dopo la partner femminile ha la candida, si puo' parlare di HIV già presente in uno dei due? Questo è un punto che non mi è chiaro.
La ringrazio
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
risposta alla domanda diretta:

se fa sesso non protetto e dopo 5 giorni la partner manifesta una candidosi vaginale, significa che con buona probabilità l'ha trasmessa lei e la sua parner ha manifestato ii sintomi clinici.

Non vi è alcuna relazione con l'infezione da HIV.

Anche perchè l'estrema suscettibilità alle infezioni opportunistiche, virali, batteriche protozoarie micotiche, sono appannaggio dello stato conclamato: dunque non dell'infezione asintomatica da HIV ma dell'AIDS.

In tale caso, peraltro oggi nel ricco occidente di assai più raro risconto, la candidosi si manifesterebbe con localizzazioni multiple, comprese le mucose orali, quelle gastro - intestinali e causerebbe una candidemia con conseguenze assai drammatiche.

Le rinnovo simpaticamente l'invito a mettere il morso al cavallo galoppante della sua fantasia.....
:-)
Cordiali saluti.

[#6] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera dottore

Dopo che le ho scritto ho fatto le visite del caso sia dal mio medico di base, sia da un dermatologo veneerologo, è risultato che la candida è totalmente assente.

Ovviamente sono rimasto sollevato dalla notizia, ma questo mi fa chiederle ancora di piu'...come mai quindi la mia partner ha avuto una candida?

La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro signore,
la candida è un commensale abituale della vagina, dove trova un habitat favorevole per la presenza di umidità, temperatura, PH.
In genere è tenuta a bada dal sitema immunitario: ma molti fattori, come assunzione di antibiotici, pillola anticoncezionale, stress, lo stesso "trauma" dello sfregamento dell'asta su pareti vaginali non sufficientemente lubrificate ecc, possono virulentarla e farla divenire clinicamente evidente.

Non è poi detto che Ella al momento del vostro primo rapporto non protetto non fosse portatore asintomatico.

La terapia è semplice e si consiglia a entrambi i partner contemporaneamente per evitare l'effetto ping - pong.

Cordiali saluti.


[#8] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera dottore
ho ritrovato questo mio post e mi permetto di farle un'altra domanda

Sono stato dal medico nuovamente che ha prescritto sia a me sia alla mai compagna il Diflucan, stesso medicinale che se non erro aveva citato anche lei (difluconazolo).
Mi ha prescritto una sola scatola e di prenderne solamente una.
Le vorrei chiedere, secondo lei è sufficiente una sola?
Nella scatola come ben saprà ne sono presenti due e il mio dubbio, da ignorante in materia, è che solo una pillola possa essere sufficiente a debellare il tutto!

Tra l'altro ho provato a chiedere se mi poteva prescrivere un tampone, ma niente da fare!

Se posso permettermi di chiederle una cosa, per curiosità mia personale, so che la candida puo' essere asintomatica...ma perchè lo è? Intendo è perchè diciamo la carica è bassa e se fosse più forte manifesterebbe i sintomi?
E' davvero un paradosso per me, che non sono del settore, vedere come possa infettare la mia compagna senza avere il minimo dolore o sintomo!!

La ringrazio in anticipo per la sua pazienza e disponibilità

[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
lei non ha una vagina, calda, umida e che costituisce un ambiente favorevole alla virulentazione della Candida, ha un pene che presumibilmente lava ogni giorno, riducendo così la carica batterica e creando le condizioni sfavorevoli perchè la candida dia manifestazioni cliniche.

Questo è il motivo per cui Lei e la maggior parte dei maschi siamo spesso portatori di candidosi asintomatica.

Se ne faccia una ragione!
:-)

In quanto alla terapia, si attenga a quella del Curante sulla quale per correttezza non posso intervenire.

Cari saluti.