Utente 361XXX
Salve, sono una ragazza di 34 anni. A breve dovró sottopormi a colecistectomia laparoscopica per rimuovere i calcoli alla colecisti dovuti alla gravidanza. Ho letto che uno dei farmaci utilizzato per l'anestesia provoca allungamento del QT e quindi potrebbe provocare aritmie anche letali. Io soffro di sporadiche extrasistoli atriali e ventricolari e mi chiedo cosa potrebbe succedermi durante l'intervento usando questo farmaco. Questa domanda la faccio anche perchè ho subito nel 2012 un intervento al ginocchio in anestesia spinale e successivamente all'intervento ho notato un aumento di extrasistoli. Lo scorso Novembre ho partorito con anestesia epidurale e dal momento dell'iniezione ho avuto qualche extrasistoli. Nei tre giorni di ricovero ne ho avute molte di più, addirittura mi sentivo come se il cuore non battesse per qualche secondo... Sensazione ben diversa dal vuoto che sento durante un episodio di extrasistolia. I controlli fatti dal cardiologo ( ecg ed eco cuore ) sono risultati normali. La mia paura è che l'anestesia generale utilizzando quel tipo di farmaco mi possa provocare un aritmia pericolosa. E poi come mai viene usato in farmaco che prolunga l'intervallo Qt che è così pericoloso? Non si puó proprio evitare? Ho paurissima.. Anche perchè so che dopo questo tipo di intervento ti mandano a casa il giorno stesso e se mi sentissi mala a casa?? Grazie a chiunque voglia rispondermi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buona sera, non so di quale farmaco parli, ma debbo dirle che i farmaci in uso oggi sono enormemente più sicuri e stabili di quelli usati tempo fa.
Certamente possono avere un effetto depressore sul sistema cardiocircolatorio ed è per tale motivo che tutti i pazienti vengono monitorizzati, in modo da cogliere sul sorgere qualsiasi anomalia che si possa verificare intervenendo tempestivamente.
Faccia presente il suo problema alll'anestesista in modo che possa decidere se effettuare un periodo di osservazione prolungato, e comunque non mi risulta che dopo questo tipo di intervento il paziente venga dimesso la sera stessa per protocollo, almeno noi non lo facciamo.
Saluti.

[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Salve, la ringrazio per la velocissima risposta. Il farmaco è il Sevoflurano, che ho letto prolunga l'intervallo qt e quindi c'è il rischio di sviluppare una torsione di punta.. Questa cosa mi spaventa molto.. A Pisa e a Livorno dimettono la sera stessa dell'intervento e a mio parere è un pó prestino..