Utente 254XXX
Salve,
ho 45 anni e da ormai due mesi ho una noiosa sensazione di bruciore alla lingua che presenta una patina bianca irregolare al centro.
Mi fa anche un po’ male se la arrotolo sui lati ed ho la sensazione che un po’ di fastidio si sia esteso al palato.
Il medico di base non ha dato peso mi ha prescritto un colluttorio per fare degli sciacqui ma non c’è stato nessun miglioramento.
Ultimamente si è anche formata una piccola ulcerazione da un lato.
Ho preso anche fermenti lattici e lievito di birra per circa 20 giorni.
Che fare ?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
non esiti a rivolgersi ad un dermatologo per una corretta valutazione del caso: una leucoplachia della lingua non va mai trascurata e prima di terapie palliative e meglio effettuare una diagnosi.
Cari Saluti
Dott. Luigi Laino
[#2] dopo  
Dr. Antonio Graziano
32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Oltre alla leucoplachia, cui accennava il collega, esistono anche altre patologie responsabili della formazione di lesioni bianche alla lingua. Tra queste la candidosi, un'infezione abbastanza comune delle mucose orali che spesso si manifesta con patine biancastre e bruciore. La candida, il microorganismo responsabile, normalmente abita la nostra bocca ma, in occasione di alcuni eventi che perturbano l'equilibrio della flora batterica, come ad esempio una prolungata terapia antibiotica, possono determinare la patologia vera e propria con la sintomatologia riferita. Una visita da un odontoiatra e/o un dermatologo è indispensabile per una diagnosi certa e l'inizio della terapia appropriata.
Saluti
Antonio Graziano
[#3] dopo  
Dr. Fabio Gramaglia
24% attività
0% attualità
0% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Sicuramente e' necessario rivolgersi al suo dentista curante,che valutera' il caso e sapra' prescriverle una terapia adeguata al suo caso.Sovente capita ai portatori di protesi mobili(non so se e' il suo caso )di contrarre la candidosi orale che adeguatamente trattata non lascia esiti .
[#4] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
CARO AMICO,
SEGUA LE INDICAZIONI DEI COLLEGHI PRECEDENTI E CI FACCIA SAPERE IN SEGUITO. GRAZIE.
IL COLLUTORIO LO FACCIA PERCHE' MAI NUOCE.
DOTT. ANTONIO CILIO
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Scalisi
20% attività
0% attualità
0% socialità
RIPOSTO (CT)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2005
Sarebbe opportuno effettuare un tampone salivare per poter stabilire il microorganismo responsabile della patologia. Non trascuri comunque l'ulcerazione formatasi sul margine laterale della lingua. Consulti un chirurgo orale pe quest'ultima valutazione clinica.
Dott. Giovanni Scalisi