Utente 305XXX
Buongiorno. Ho 65 anni di età. Da circa 20 giorni ho subito un intervento di AAA con inserimento di protesi nel tratto dell'aorta addominale sottorenale (solo tratto rettilineo, non interessante Iliache).
Nel decorso post-operatorio (sono a casa) mi sento abbastanza bene, salvo una grande stanchezza che ho avuto per i primi 10 giorni e che attualmente sta lentamente abbandonandomi. L'unica cosa di cui mi lamento è, in certe ore del giorno, una sensazione di freddo nel corpo, specialmente nelle mani. La temperatura corporea non sale sopra i 35° e 8. La pressione oscilla un po', ed i valori massimi scendono anche a 106 su 70. Ho ripreso ad assumere una pastiglia di Sartan da 160/12,5 che assumevo anche prima dell'intervento.
Sono a richiedere gentilmente una risposta circa la sensazione di freddo e l'oscillazione dei valori pressori.
Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
non ci riferisce se abbia subito un intervento laparotomico o con endoprotesi.
Le alterazioni che riferisce sembrerebbero in ogni caso compatibili con il decorso di queste procedure, anche in considerazione di eventuali terapie farmacologiche cui è probabilmente sottoposto.
Riguardo l'assunzione dell'ipotensivante e visti i valori pressori sarebbe opportuno che si confrontasse dal vivo con il Cardiologo di riferimento.
[#2] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Ringrazio per la gentile risposta. Approfitto per precisare che l'intervento subito è stato LAPAROTOMICO.
Alle dimissioni ospedaliere mi hanno detto di eseguire 1 iniezione al giorno di Eparina per 20 giorni, e poi riprendere con cardiosapirina.

Le terapie attuali sono le seguenti:
Flecainide Teva 100 x 2 compresse/dì (mattino e sera ore 7.00/19.00)
Combisartan 160/12,5 x 1 compressa/dì (mattino ore 8.00)
Seleparina 0,6 x 1 iniezione/dì (sera ore 18.00)

Mi sento abbastanza bene, anche se accuso ancora un senso di stanchezza generale, maggiormente verso sera e, in alcune ore del giorno (non sempre) una sensazione di freddo maggiormente focalizzata nelle mani.

Ecco, la mia domanda:

Rientra nella norma di questo importante intervento il fatto di essere stanco e di avere freddo? Per quanto tempo si presume possa durare questo stato? Cosa posso fare per coadiuvare il processo di ripresa in forze del mio corpo?

Grazie per il tempo dedicato e buona giornata!

[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
L'intervento cui è stato sottoposto è di considerevole entità.
Potrebbe essere opportuno un controllo dell'emocromo, oltre che il controllo cardiologico.
[#4] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dottore. In data 30 marzo (17 giorni dopo intervento) ho effettuato un esame del sangue completo e le riporto i valori per una sua maggiore analisi:

EMOCROMO
WBC Globuli Bianchi 10
RBC Globuli rossi 4,34
Hb EMOGLOBINA 13,40
HCT Ematocrito 41,10
MCV Volume glob. medio 94,70
MCH Contenuto medio Hb 30,90
MCHC Concentr. media Hb 32,60
PLT Piastrine 603
MPV Volume PLT medio 10,80
RDW Indice di Anisocitosi 13,30

Come già menzionato, lamento solo mani e piedi freddi (non a tutte le ore), oltre a stanchezza che però stà lentamente passando. Grazie ancora per il disturbo.