Utente 805XXX
Ieri ho effettuato la visita per l'idoneità agonistica, la faccio da 25 anni. Ho 37 anni, peso 82 kg per 186cm. Mi è stata negata l'idoneità perchè nel tracciato cardiaco dopo lo sforzo sono emerse delle extrasistoli e un bigeminismo ventricolare.
Io ero a conoscenza di questo problema, ho eseguito vari ecocardiogrammi da cui risulta un lieve prolasso della valvola mitrale e un Holter da cui non sono emersi problemi rilevanti alcuni anni fa. Ora mi chiedono di effettuare una prova da sforzo, per avere l'idoneità.
Però non mi hanno dato spiegazioni in più, dicendomi che è meglio farlo perchè la situazione non è normale. Cosa posso rischiare con questo tipo di problema? Sotto sforzo i tracciati risultano perfetti, ho sempre fatto volley,ciclismo, trekking senza alcun problema.
Soffro di parziale beanza al cardias e quindi di reflusso gastroesofageo e al bisogno utilizzo pantoprazolo quando ho dolori al petto come in questo periodo, che, dopo tutti gli esami fatti, mi assicurano sono associati a questo problema e non al cuore.
Giovedì prossimo andrò allo stadio Olimpico di Torino a fare la prova da sforzo, è sufficiente come indagine? Ci sono specialisti che possono analizzare bene il mio problema? Devo effettivamente preoccuparmi oppure è giusto fare dei controlli periodici solo per sicurezza?
Grazie delle risposte e della disponibilità, il medico sportivo non mi ha dato nessuna spiegazione purtroppo....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sarebbe opportuno che la valutase un aritmologo (un cardiologo con particolari competenze in problemi del ritmo cardiaco). Non tutte le extrasistoli sono uguali in termini di importanza e le sue vanno approfondite per quanto riguarda il numero presente nelle 24 h e la sede di origine (oltre ad altri criteri ECG di pertinenza, come le dicevo, aritmologica).
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2008
Innanzitutto La ringrazio per la veloce risposta. Quindi sarebbe meglio andare da un aritmologo con il tracciato cardiaco che mi hanno fatto durante la visita medica e farlo valutare a lui piuttosto che fare una prova da sforzo? Oppure sono due esami necessari? Ed è meglio andare dall'aritmologo con il risultato della prova da sforzo?
Vorrei fare tutto il necessario per capire il problema evitando però visite inutili.
Al momento è meglio interrompere l'attività sportiva non agonistica oppure posso continuare senza fare gare o allenamenti molto intensi, anche se non ho mai avuto problemi?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Spesso le extrasistoli ventricolari sono benigne, ma non è sempre così....per lei che è uno sportivo, come le ho già detto, approfondirei con una valutazione specialistica... Sarà poi l'aritmologo a stabilire se deve o meno fare il test da sforzo. Il fatto che lei non abbia mai avuto problemi depone favorevolmente, ma non esclude l'approfondimento del quale le parlavo. Questa è la mia opinione.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2008
Seguirò il suo consiglio allora. La ringrazio molto.