Utente 378XXX
Carissimi Medici, buongiorno.

Mi sono di recente, una settimana fa, sottoposto ad un intervento per la riduzione dei turbinati per migliorare la respirazione che oggi va molto meglio.
Sto inoltrando questo consulto per capire che quello che mi è successo sia nella norma.
Subito dopo essermi coricato mi viene inserita una prima sostanza in circolo, poi una seconda. Subito dopo percepisco una sensazione cerebrale, come una sorta di accelerazione nel cervello, non riesco a respirare, l'anestesista mi dice, respira, respira e poi sono collassato.
Il mio dubbio è figlio della reazione avuta dall'anestesista subito dopo che il medico ha inoltrato in circolo la seconda dose.

Vi prego, potete dirmi cosa è successo?
Quale tipo di accertamenti devo fare per capire se qualcosa è andato storto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buongiorno, potrebbe riformulare meglio e in maniera più circostanziata la sua domanda. Sinceramente non è molto chiara.
Grazie
[#2] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Non percepito normali gli atteggiamenti dei medici al momento della somministrazione dell'anestesia.

Fatta la prima dose ok.
Seconda dose, l'anestesista ha una reazione "brusca" come se avesse sbagliato dose o altro...

Percepisco pochi istanti dopo una forte scarica al cervello, non riesco più a respirare, l'anestesista mi dice di respirare ma i polmoni li sento collassati, respira respira respira e ho perso i sensi.

Mi sono risvegliato post intervento.

Voglio solo sapere secondo lei cosa è successo e quali possono essere gli organi che possono aver subito uno shock da questa esperienza.

Il medico che non mi sembrava molto sicuro di quello che diceva, mi ha detto che secondo lui il dosaggio era troppo basso e avevo bisogno di una dose extra.

Ma la cosa strana è che non ho percepito che era nella norma, perché ho visto una strana reazione dell'anestesista poco dopo che il medico ha iniettato la seconda dose.
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Va bene, ritengo che sia stata effettuata una normale induzione anestesiologica. Appena i farmaci sono iniettati, la percezione della realtà del paziente che si sta addormentando farmacologicamente è troppo distorta. Se per caso il suo stato d'ansia fosse in qualche modo stato accentuato, può aver elaborato questa strana percezione poco piacevole qualche istante prima che si addormentasse.
Il fatto che si sia risvegliato poi senza problemi, ad intervento effettuato, è la prova che tutto è andato per il meglio.
Ritengo che nessuno dei suoi organi ne abbia ricevuto uno "shock" come lei afferma.
Generalmente la fase induttiva non è vissuta così drammaticamente dal paziente ma ognuno può reagire in maniera differente.
La saluto cordialmente