Utente 383XXX
Buonasera,
sto chiedendo questo consulto perchè sono molto preoccupato del mio stato di saluto.
In breve questo è quello che mi è successo:
A fine aprile mi compaiono dei linfonodi ingrossati, dopo vari medici che sbagliano diagnosi uno si accorge del problema e mi consiglia di curarli con l'antibiotico, tutto mi passa il 03/05 [Credo che questa cosa sia passata e non c'entra con il resto].
Il 4 maggio parto per la Tunisia. Nella notte tra il 4 maggio e il 5 inizia a prudermi tutto il corpo e così continuo a grattarmi. L'unica cosa che veramente ho mangiato in grande quantità sono le fragole perchè ogni pranzo l'hotel le offriva (in 4 giorni ne avrò mangiate circa 1 kg).
Torno in italia il 7 maggio e il prurito è veramente insopportabile, pieno di graffi e di ponfi vado prima all'ospedale (codice bianco) e subito dopo dalla guardia medica che mi fa immediatamente una puntura di cortisone e antistaminico, mi sento subito meglio.
Mi dice di prendere l'antistaminico per 3 giorni. Al 4° giorno continuo a grattarmi e un'altra guardia medica dice che devo continuare a prendere l'antistaminico almeno per una settimana.
Dopo una settimana torno dal mio medico di base che mi dice che bisogna prenderlo fino a quando non passa.
L'ospedale dice che non posso fare test allergici perchè non dovrei prendere l'antistaminico per almeno 1' giorni per il test.
Continuo a recarmi dal medico e continua a dirmi che devo continuare con la cura.
Ormai è 1 mese che prendo l'antistaminico (a volte pure due al giorno quando peggiora la situazione) e continuo a non mangiare cibi che contengono istamina (peperoni, caffè, cioccolato, pomodori, fragole), l'unica cosa è che continuo a fumare (diminuendo a 3/4 al giorno però).

Sono veramente preoccupato perchè sono sempre stato in ottima salute e questa cosa non passa. Non sono mai stato allergico a niente, fragole comprese.
Non so se è allergia o orticaria, non ne conosco la differenza e le cause che le scatenano.
Sono veramente in difficoltà e la sofferenza è tanta, gli ospedali continuano a darmi bollino bianco e i medici continuano a dirmi di prendere pastiglie senza sapere la causa scatenante.

Vi prego, aiutatemi.

Grazie

Diego
[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
NICOLOSI (CT)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Le cause possono essere molteplici, per cui è necessario effettuare una dieta senza sostanze irritanti e non ricche di istamina e cominciare a sottoporsi a esami chimico clinici di routine (sangue, urine e feci).
Fare qualche esame per qualche malattia infettiva(mononucleosi per linfonodi ingrossati), parassitosi intestinale.
Continuare con un antistamico e poi valutare dall'esito possibili disfunzioni.
Il minimo per poter partire per vederci più chiaro.
[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta.
Dato che non posso prendere l'antistaminico perché sennò non posso fare gli esami, esiste qualcosa che può calmare il prurito ? quando mi colpisce i piedi è una sofferenza tremenda.

Inoltre questa crisi ormai è quasi due mesi che continua ma è dallo stesso tempo che continuò a mangiare riso in bianco e insalata.

Sinceramente ho paura che possa essere qualcosa di molto grave.