Utente 386XXX
Buongiorno! Sto vivendo malissimo questo periodo perché purtroppo ho avuto un'avventura spiacevole che spero non mi abbia rovinato l'esistenza! Non circa ma esattamente 53 giorni fa ho avuto un rapporto orale IO ATTIVO con un trans, il rapporto é stato consumato con il preservativo ma poi quando il trans stava per eiaculare ha fatto il gesto di togliersi il preservativo. Io me ne sono accorto in tempo ho chiuso la bocca ma un pochino di sperma mi é entrato. Non ho deglutito e appena arrivato a casa mi sono lavato accuratamentei denti e sciacquato il tutto con colluttorio. Fino a qui tutto regolare! I primi di giugno sono stato via in vacanza una settimana dove diciamo ho esagerato col mangiare (piccante) e il bere (due birre al giorno di media) mentre di solito il mio rapporto con la birra é di circa una al mese. Tornato a casa ho avuto dei sintomi come di bruciore anale tipo moroidi per intenderci e cominciavo a sentire la pelle bruciare su braccia, guance, decolté, petto e gambe! Ricordandomi l'episodio del trans mi era subito venuta la paura di aver contratto l'HIV! Sono andato a leggere su Internet e da li si é scatenato l'inferno! Altri sintomi che si sono aggiunti, brontolio dello stomaco, la mattina bocca amara bianca, sudorazione alle mani, ai piedi e sotto i genitali, per il resto no febbre, no linfonodi.....nulla! Sono allora stato dal mio medico di base per esporre il caso dello stomaco, mi diede da prendere fermenti e un antibiotico per le vie urinarie mi sembra AUGMENTIN! Ho continuato a leggere su Internet riguardo l'HIV e i sintomi peggioravano, mi riferisco soprattutto alla sensazione di bruciore della pelle stesse zone! La scorsa settimana ho fatto delle analisi generali e dentro ho fatto mettere anche HIV e tutte le EPATITI! QUINDI, ad oggi i sintomi che ho sono ancora male allo stomaco la mattina, quando mangio, brontolio, se spingo sotto l'ombelico come zona mi fa male e anche sopra l'ombelico, lingua bianca e alito cattivo e poi questa fastidiosa sensazione di bruciore e calore su braccia, petto, collo e gambe! Non ho prurito! Febbre me la provo tutti i giorni oramai ed oscilla dai 36,4 ai 36,9 solo due volte al lavoro ero particolarmente ansioso l'ho provata ed era 37,3! I risultati degli esami del sangue tutti negativi, ves = 2! Siccome gli esami per farli veloci li ho fatti in un centro privato ho visto che per il test HIV e EPATITE A,B,C si sono avvalsi della SYNLAB di Brescia ed il metodo usato per la ricerca anticorpi HIV1 E 2 si chiama ECLIA (penso III GENERAZIONE)! La mia domanda é la seguente, dopo 53 giorni questo tipo di test può tranquillizzarmi un pochino? I sintomi che ho ora ho notato che se penso alla storia aumentano cioè mi aumenta la sensazione di bruciore, che sommata al caldo di questi giorni non vi dico e poi aumenta il battito cardiaco! Vi ringrazio per avermi letto e mi scuso se ho scritto tanto MA SONO NEL PANICO PIU' COMPLETO! Grazie infinite, buona giornata!!
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Non conosco la Synlab di Brescia, il test ECLIA è una metodica più sensibile dell'ELISA, dovrebbe essere specificato di che generazione è il test e se comprende la ricerca della p24.

La negatività a 53 giorni è molto tranquillizzante perchè quasi sicuramente sarà negativo anche il test definitivo a 90 gg.

Effettui anche le indagini di screening per la Sifilide (VDRL - TPHA).
La prossima volta che da recettivo le eiaculano in ore, faccia sciacqui con un colluttorio alla clorexidina ma non lavi i denti perchè i microtraumatismi alle gengive potrebbero favorire l'infezione.

Il resto della sintomatologia mi sembra a connotazione fortememnte ansiosa: per l'intestino provi a prendere un probiotico e per controllare l'ansia si faccia prescrivere un ansiolitico, da assumere al bisogno, dal curante.

Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dottore, penso che il test sia di III GENERAZIONE le invio di seguito i risultati come scritti sul referto.

RICERCA ANTICORPI ANTI HIV 1/2 = NEGATIVO
Metodo: ECLIA

HBsAg-Antigene di superficie Virus Epatite B = NEGATIVO
Metodo: ECLIA

HBsAb- (Anticorpi Anti HBsAg) QUANTITATIVI = 2 mUl/ml
Metodo: ECLIA
<10 Negativo
>10 Positivo

ANT. ANTICORE VIRUS B (HBcAb IgG) = NEGATIVO
Metodo: ECLIA

ANTI-HCV (Test di screening) = NEGATIVO

HAV Abs TOTALI = NEGATIVO
Metodo: ECLIA

Secondo lei DEVO fare anche il test a 90 giorni perchè ho sentito che quasi tutti gli infettivologi danno per DEFINITIVO un risultato NEGATIVO dopo 1 mese e mezzo è la linea guida italiana che allunga il periodo a 90 giorni, ho capito male???
Anche perchè mi sono documentato e ho letto che le sieroconversioni si attivano quasi sempre già dopo i 30 giorni e 50 dovrebbero già esserci gli anticorpi.
Attendo suo gentile riscontro in merito, grazie infinite, buona giornata!
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
le linee guida Italiane sono state copiate dall'ISS da quelle della OMS! Non si può dunque parlare di capricci....

Prevedono un test HIV 1-2 a 30 gg ( se negativo la probatività del test è > al 95%) ed uno a 90gg da cosiderarsi definitivo.

Il resto è empirismo.

I tests che produce sono tutti negativi.

Ma per HIV le tempistiche sono quelle che le ho enunciate.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Perfetto Dottore farò a 90 giorni il test definitivo......E' stato molto gentile e disponibile, La ringrazio di cuore davvero!!! Buona giornata!!