Utente 349XXX
gentilissimi dottori vorrei chiedere un vs parere
Allora sono al mare da circa 15 gg al lido di venezia e vi sono tantissime zanzare etcc .
E' da un paio di giorni che mi capita una cosa un po' strana : tre giorni fa mi sono svegliato e avevo l'anulare della mano sx l'ultima falange (quella del polpastrello per intenderci) mi faceva male a schiacciare ed era un po' gonfia la sensazione e come una specie di "giradito" poi durante la giornata il fastidio doloroso un po' alla volta mi e' passato del tutto .
Poi invece la stessa cosa stamattina sempre al risveglio ! al pollice mano sx a schiacciare mi faceva dolore ed era un pochettino gonfio .
Faccio presente gentili dottori che la stessa cosa mi e' capitata l'anno prima al dito medio della sin ma era gonfio e dolorante la parte in mezzo al dito ,alche' ho chiesto al farmacista il quale mi disse che poteva essere dipeso da o una puntura di qualche insetto o allergia e se non mi passava di prendere un antistaminico Anche in quella occasione il giorno dopo non avevo piu' nulla .
Ora io sono in terapia con cipralex da circa 1 anno per attacchi di panico .
Potrebbe essere dipeso da cosa farmaco ? insetti ,allergia o altre cose ? grazie per la vostra risposta saluti cordiali buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

difficile darle una risposta.

Il suo disturbo potrebbe avere molteplici cause, ma, in ogni caso, la brevissima durata indica un disturbo funzionale, non una patologia vera e propria.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
grazie mille con disturbo funzionale cosa si intende ? mille grazie saluti cordiali
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si intente un problema non organico, cioè non permanente e progressivo.

Ad esempio, i "crampi" intestinali.
[#4] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
ah bene grazie della sua precisazione !
Buon lavoro cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.