Utente 383XXX
Buongiorno,

vi chiedo aiuto perché dopo 3 mesi non riesco più a placare l'ansia dovuta alla mia situazione.

Da inizio maggio ho febbricola (37,3 di media) e forte astenia (non riesco più neanche a lavorare), si presenta solitamente nel pomeriggio e dura fino a sera, quando la febbre arriva la sento e ho una strana sensazione di gonfiore improvviso alla gola che passa dopo qualche ora. Dopo molte analisi tutte negative (Ves, PCR, Tas, emocromo, tutte le malattie infettive, rx torace, eco collo, eco addome, tampone faringeo, esami urine, eco cardiaca, ) ho consultato un medico internista che ha supposto la presenza di un granuloma dentale e mi ha prescritto analisi per malattie reumatiche.

Dalla rx panoramica dentale è emerso un grosso granuloma su dente devitalizzato con cura canalare di molti anni fa. (senza alcun dolore ai denti)
Dagli esami per le malattie reumatiche: ANA positivo 1:320 pattern omogeneo e C3 un po' al di sotto della norma.
In fase di visita sono stati riscontrati 3 linfonodi di piccole dimensioni sul collo e uno ascellare.

L'internista (che mi ha ispirato molta fiducia) ha detto che i risultati sballati degli ANA e del C3 possono essere dovuti al problema dentale (che potrebbe aver mandato un po' in tilt il sistema immunitario) ma che rifaremo gli esami dopo 1 mese dalla fine del ritrattamento dentale per verificare.

Il dentista ha iniziato il ritrattamento ma ha trovato una grossa cisti. Ha optato per fare una apicectomia ma dovrò aspettare fine settembre (prima non è disponibile). Nei due giorni seguenti dalla prima e unica seduta non ho avuto febbre per la prima volta dopo 3 mesi, ma il terzo giorno è tornata nonostante io stia seguendo una terapia antibiotica (augumentin 2 volte al gg per 15 gg, ora sono al gg 7)

Ora: io continuo a sentirmi male, anche solo una passeggiata mi stanca fino a costringermi a distendermi, ma forse la cosa peggiore è che dopo tutto questo tempo sto cedendo psicologicamente, sono molto angosciata, ogni piccolo dolore mi spaventa (paura per malattie autoimmuni e di eventuali complicazioni per il granuloma) e il pensiero di dover aspettare ancora mesi in questa condizione è molto stressante.

Oltre a cercare un dentista disponibile prima, cosa posso fare? Una situazione come questa ha carattere di urgenza o no?

Grazie in anticipo per il vostro aiuto.
[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012

La diagnosi di cisti può essere posta con sicurezza solo con un esame istologico, la terapia prevede a seconda della risposta clinica in ordine sequenziale la terapia canalare o il ritrattamento endodontico corretto e rigorosamente sotto diga di gomma, l'apicectomia ed otturazione retrograda con curettaggio accurato della lesione periapicale se la precedente non risolve il quadro clinico a distanza di 4-6 mesi, estrazione del dente se tutti e due gli interventi precedenti dovessero fallire.

A questo punto non è molto importante l'attesa di qualche settimana, dove comunque il ritrattamento canalare potrebbe essere programmato ritengo senza attendere molto, ma effettuare una diagnosi accurata e soprattutto una terapia corretta e "lege artis".

[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dr. De Carli per la risposta.

Cercherò di accelerare il tutto.