Utente 100XXX
ho notato che sul forum si parla spesso di puntini bianchi sul glande,ma quasi mai in relazione a rapporti sessuali.la mia situazione è questa:alcuni giorni dopo un rapporto orale non protetto (perdipiù con una ragazza nota nell'ambiente per essere una che "ci va" facilmente) mi sono spuntati dei puntini bianchi sulla e sotto la corona del glande (che non ho mai avuto prima),cioè quindi da quel che ho capito si è verificata un ipertrofia delle ghiandole normalmente presenti in quella zona.Non mi danno nè prurito nè alcun fastidio ma sono belli grossi e numerosi.Ho letto di condilomi,candida albicans,papule ecc ecc,insomma di malattie a volte tipicamente femminili sessualmente trasmissibili anche solo attraverso la saliva(e quindi coi rapporti orali).Vorrei sapere quindi se mi sarei beccato una di queste malattie veneree,a quale tipo di medico rivolgermi,se rivolgermi a uno solo oppure combinare le diagnosi di un andrologo con quelle di un dermatologo-venereologo per una valutazione più complessa e generale.
Sono molto preoccupato.
Grazie per le risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
dalla descrizione che ha effettuato è probabile che si tratti di una semplice "irsutiae corone glandis" ovvero di ghiandole normalmente presenti in quella regione, che si sono ipertrofizzate a causa di un possibile traumatismo; i condilomi hanno tempi di latenza ben più lunghi che pochi giorni.
per completezza prenoti una visita dal dermatologo.
[#2] dopo  
Dr. Vittorio Crobeddu
24% attività
0% attualità
8% socialità
NOCI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Solo uno specialista potra' de visu capire di cosa si tratta e cosa siano quelli che tu chiami 'puntini'bianchi!!Saluti
[#3] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2006
lo specialista mi ha visitato,la diagnosi è "ipertrofia papillare corone del glande",la terapia un semplice detergente D-SEB a ph 5.5.e buonanotte.
la sua spiegazione "scientifica" è che anche il glande,come la lingua,può subire un ipertrofia di ghiandole.nessuna malattia,nessuna infezione.peccato però che non sia riuscito a spiegarmi perchè queste ghiandole si siano per la prima volta nella mia vita ipertrofizzate giusto giusto qualche giorno dopo un rapporto orale non protetto.Scusate ma mi state parlando di una semplice coincidenza?sarebbe questa la diagnosi scientifica?
Che cosa intende il dottor Laino con "possibile traumatismo"? se può stilare un elenco di possibili traumatismi ne sarei ben lieto,cosicchè potrei procedere ad escluderli uno per uno fino a risalire a quello che avrebbe potuto determinare l'ipertrofia.
[#4] dopo  
Dr. Vittorio Crobeddu
24% attività
0% attualità
8% socialità
NOCI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
caro amico,mi spiace dover sottolineare che questo e' un sito dove diamo solo dei suggerimenti.!!Credo che la visita dermatologica abbia gia' dissolto ogni dubbio sulla natura delle lesioni sul glande,per cui stai sereno e non ti angustiare inutilmente!!Saluti