Utente 395XXX
Buongiorno,
ho 43 anni, peso 100 kg (in lenta diminuzione per volontà mia), in ipertensione da 20 anni che curo con un lobivon e un ramipril alla mattina.
Da un mesetto ho aggiunto 3 pastiglie/giorno di xanax da 0.25 poiché ho iniziato ad avere ansia (quest'anno son successe parecchie cose ma tutte mesi fa, probabilmente sto somatizzando ora) con ripercussioni al cuore, nel senso che la mia attenzione va sui battiti poiché mio papà a marzo ha fatto 3 bypass coronarici e mi sembra quasi di averli fatti a me.
Il mio problema che vi sottopongo è che non riesco a trovare un equilibrio: per combattere l'ansia ho tolto i caffè con il risultato che di giorno mi sento un po' stanchino (conduco comunque una vita regolare, non è che crollo dal sonno) e con l'ansia è comparsa un po' di insonnia (vado a letto verso mezzanotte e mi sveglio verso le 5.30 - 6.00 quando la sveglia sarebbe alle 7.
La pressione, dopo il periodo iniziale dell'ansia, ora si è stabilizzata sui 130/80 ma ho notato che le pulsazioni sono diminuite (oggi ho trovato addirittura 58 battiti ed è per questo che vi ho scritto).
A maggio ho avuto un tipo di ansia diversa, ossia per un paio di notti mentre mi addormentavo sentivo dei tuffi al cuore e non riuscivo quindi a dormire, ma sono completamente spariti dopo un pianto che mi è durato quasi un'ora. In contemporanea mi sono iscritto ad una palestra (in realtà ne frequento solo il termario) cosicché il medico mi ha fatto il cardiogramma ed è risultato tutto a posto. Lo stesso medico di base mi ha prescritto un color ecocardiogramma perché dice che in soggetti in ipertensione dopo i 40 anni lo prescrive per fare un quadro generico sulla situazione. Gli ho chiesto se è urgente e mi ha detto di farlo pure a fine anno quando spero avrò ancora person 4-5 chili.
Ora invece si è presentata questa ansia, costante nel giorno, che come sintomi ha la mente fissata sulle pulsazioni, svariate misurazioni di pressione quotidiane per paure varie, fatica ad addormentarmi e risvegli mattutini anticipati. Anche questa discesa delle pulsazioni (magari il motivo è il betabloccante+xanax) mi preoccupa poiché l'ansia dovrebbe anzi alzarle. Cosa potrebbe essere tutto questo insieme?
Cosa mi consigliate? Di fare subito il color eco? Rifare un cardiogramma? La mia ansia maggiormente è dovuta al fatto di aver paura di aver qualcosa al cuore, dopo quello che è successo a mio papà.
Aggiungo che da marzo le mie feci si sono leggermente schiarite, non sono gialle ma nemmeno più marroni scure, diciamo una via di mezzo, ma non ci ho fatto peso perché comunque per il resto non presentavo altri sintomi che portassero a patologie del fegato o simili, sebbene ammetto che la mia alimentazione, che sto cercando di modificare, non sia mai stata ricca di frutta e verdura.
Grazie mille e scusate il racconto prolisso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
IL fatto che lei assuma, giustamente, un beta bloccante spiega perché' lei abbia una frequenza tendenzialmente bassa.
Mi pare tuttavia che il suo stato ansioso non sia donato dalla pur generosa dose di Alprazolam.
Forse un Collega psichiatra potrebbe modificarle la terapia affinché lei abbia una qualità' di vita migliore.
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno,
la ringrazio per la risposta.
Non ho capito cosa intende per "Alprazolam" poiché io prendo solo Xanax 0,25.
Grazie ancora per la gentilezza.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
appunto e' Alprazolam...
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio enormemente.
Mi ha stupito il suo aggettivo "generosa" alla dose di xanax, poiché il bugiardino riporta come minimo 1 mg giorno mentre ne prendo 0,75.
Fidandomi più di uno specialista come lei che del bugiardino, chiederò la modifica o del medicinale o della quantità.
Grazie mille.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
0,75 mg al giorno e' una dose generosa.
E mi pare da quanto dice che non le basti.
Chieda una consulenza ad uno psichiatra che ne sa certo piu di me
Arrivederci