Utente 396XXX
Buonasera, è da sempre che ho un problema al glande ma il mio andrologo non è mai riuscito a dare una risposta. Durante i rapporti sessuali, in erezione, il mio glande diventa ipersensibile, soprattutto se umido, e per ipersensibile intendo che mi crea un fastidio tale da smettere di continuare determinati rapporti orali o a volte vaginali quando non uso il preservativo ad esempio con la mia ragazza. Questa cosa mi sta demoralizzando parecchio e non riesco ad ottenere una risposta. In più ho dovuto fare un intervento di circoncisione 2 anni fà e quindi ora il glande è sempre esposto. Ho provato anche dal dermatologo ma ha detto che non ho malattie della pelle nella zona interessata. Demoralizzato al massimo ho cercato risposta in internet e ho letto alcune cose riguardo la neurotomia glandulare. Secondo voi può fare al mio caso? Resto in attesa di risposta, grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si butti su diagnosi ed indicazioni terapeutiche affrettate e forse per lei non mirate, prese via internet.

Vista la sua situazione clinica molto particolare ora è bene sentire o risentire in diretta il suo medico di famiglia e con lui decidere eventualmente di sentire sempre in diretta anche il suo andrologo di riferimento.

Senza una valutazione clinica precisa e diretta infatti è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione mirata su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Un cordiale saluto.



[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

indubbiamente uno stato di "ipersensibilità" della mucosa del galnde può costituire un serio problema.
Quasi sempre si risolve dopo avere effetttuata una circoncisione che "costringa" il galnde a rimanere sempre scoperto tanto da acquisire una corretta sensibilità
Non ci sono malattie dermatologiche che detereminino tale condizione, Senta il suo andrologo di riferiemento. Nella mia "vecchia" esperienza interventi di "neurotomia sub glandulare" ( in genere effettuati per situazioni di eiaculazione precoce non gestibile altrimenti) si ottiene una certa iposensibilità della mucosa del glande. Si tratta di interventi "definitivi" che vanno affrontati "razionalmente"
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per i consigli, sono andato ieri dall andrologo e ho esposto il problema e quando ho parlato di neurotomia glandulare non sapeva neanche cosa fosse.. è normale che un andrologo non sappia cosa sia? Comunque mi ha dato una crema anestetizzante e lubrificante da applicare una volta al giorno (ora non mi ricordo il nome) ma mi ha già detto che non è una soluzione definitiva. E ha detto che si informerà di questa neurotomia glandulare. Non sò proprio come comportarmi
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sicuro di aver consultato un andrologo?

Risenta ora, per avere un'indicazione più mirata e sentire eventualmente un'altra "campana", il suo medico di famiglia.

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Sono andato da un altro andrologo, ho fatto tutti gli esami che dovevo fare e non ha riscontrato alcuna anomalia sul mio pene e sul glande. Mi ha detto di provare a utilizzare l emla e ora la sto utilizzando ma con nessun risultato poi ho chiesto riguardo la neurotomia glandulare e lui mi ha detto che è una pratica a cui è contrario e che non la praticano qui in Italia, cosa che non mi pare vera, non sò veramente cosa fare
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sulla "neurotomia glandulare", molti urologi, compreso il sottoscritto, hanno diverse riverse perché, ahi noi, frequentemente non risolve il nostro problema clinico.

Un cordiale saluto.