Utente 397XXX
Gentili Dottori,

soffro negli ultimi mesi di difficoltà a mantenere l''erezione, divenuta nelle ultime 2 settimane impotenza erigendi totale. Gli esami ematochimici di funzionalità renale e del livello di testosterone prescrittimi dall''andrologo sono nella norma. Un Vs. collega mi ha consigliato di eseguire l'esame in oggetto.

Mi sono però documentato ed ho letto in vari siti e blog medici che esso viene prescritto in caso di aterosclerosi, diabete, prostatectomia ed altre patologie. Ebbene che io sappia non soffro di alcuna di esse. Può essere comunque un esame utile? Me lo consigliate anche Voi?
Vi ringrazio anticipatamente!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quando si vuole arrivare a ben definire un eventuale sospetta causa vascolare, questo è l'esame che deve essere fatto.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/1580/Fitoterapie-e-deficit-dell-erezione

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dottore,

La ringrazio per la risposta e Le pongo un altro quesito.
Non ho mai avuto problemi vascolari; è possibile che essi insorgano a 35 anni? E così repentinamente? Nelle ultime 2 settimane è come se qualcuno avesse premuto un interruttore su "off".
Il pene non risponde al benché minimo stimolo nemmeno con un dosaggio di 100 mg di Viagra! Non ho erezioni notturne né mattutine; è completamente spento!
Soffro solo di una lieve ipercolesterolemia.
Tutti gli altri esami ematochimici non riportano alterazioni di rilievo.

La ringrazio anticipatamente!
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Su strutture vascolari periferiche, come le arterie cavernose del pene, è una situazione clinica che non si può escludere a priori.
[#4] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore,

evidentemente ho trovato l'andrologo sbagliato. Continua a prescrivermi esami ematochimici della natura più disparata, ma non pensa proprio all'Ecocolordoppler.
Posso azzardare a suggerirlo al mio medico di base?
La ringrazio!!
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo!
[#6] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dottore,

nemmeno il mio medico di base mi vuole prescrivere l'esame da Lei consigliatomi, ritenendo estremamente improbabile una causa vascolare per il Deficit Erettile di cui soffro.

A questo punto che fare? Mi trovo con un deficit erettile totale resistente anche a 100 mg di Sildenafil, e senza alcun appoggio medico. Tutti i dottori riversano la colpa sulla benzodiazepina (Rivotril) che assumo.

Sono prostrato, frustrato. Non so che fare!!
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sentire banalmente, senza inutili drammi, un'altra "campana"?