Utente 400XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni che ha sempre visto il sesso e e l'erotismo come qualcosa di sacro e indispensabile, ho cominciato a masturbarmi da quando avevo pressoché 10-11 anni! Col passare degli anni ho avuto le prime esperienze (ma non del sesso completo) non avendo nessuna difficoltà anzi la perversione mi mangiava il cervello tutto questo fino 1 anno e mezzo fà quando cominciai ad avere i primi problemi! Mi feci fidanzato con una ragazza con cui feci l'amore per la prima volta, tutto bene! La mia perversione superava tutti i limiti! Ci toccavamo in macchina con gli amici, durante film al cinema, era tutto tranquillo e così eccitante finché un giorno con la mia ragazza notammo che il pene nonostante veniva sollecitato non si alzava o per lo più rimaneva flaccidissimo. Pensammo fosse qualcosa passeggiera e decidemmo di non farlo per 2 settimane, al termine di esse di nuovo la stessa storia. Dentro di me non avevo pace, " come può che ad un malato di sesso come me non gli si alza più" cominciai ad abbattermi vedendo anche che non si presentavano più ne erezioni mattutine ne erezioni spontanee! Così lasciai la mia ragazza oltre ad altri motivi ma soprattutto per non sentirmi più deluso ed sconfortato evitando così altri flop e cercandomi di rassenerare il più possibile con la testa! Ma niente.. Molte volte venivo masturbandomi con il pene flaccido e pochissime volte non al 100% ma massimo al 50%. Senza nessun tipo di erezioni, con nessunissima voglia di avere più rapporti per eventuali figure di merda,CON UN GLANDE INCREDIBILMENTE PIÙ PICCOLO E CON UNA PELLE NON PIÙ LISCIA MA SQUAMOSA decisi di liberarmi e dirlo ai miei che mi portarono in un urologo! Appena mi vide mi disse che secondo lui non era niente e che però aveva notato un testicolo strano e mi disse di fare un eco ai testicoli, il risultato parlo di un variocele di terzo grado! ( lo sperma è molto ma malto di meno di quando venivo due anni fa, mentre prima avevo bisogno di tre fazzoletti adesso ne ho bisogno uno ed è già tanto ps: il getto non è più forte ma lo sperma cola sul glande)) Prima di operarmi voglio capire il perché non ho più erezion e quale sia la causa anche se per me si tratta di cause vascolari visto che la pelle del glande diventa normale solo se stringo il pene! Non ho nessun problema nel urinare, l'unica cosa strana è che sin da piccolo quando vengo la prima volta subito dopo senza masturbarmi vengo una seconda volta! Avrai bisogno di un vostro parere.. Sto cadendo dentro una depressione profonda, e a 19 anni non è quello che voglio!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
consiglierei di cadere in depèressione quando e se mai le verrà diagnosticata una malattia incurabile, che alla sua età si sistema tutto, soprattutto se fa a meno di usare espressioni triviali. Consulti un collega dal vivo che vi possono essere cause fisiche (infiaammazioni o ormoni alla sua età) psicologiche.
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Cosa pensa si possa trattare?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
di sicuro esiste esiste una componenta psicologica, bisogna vedere se è l' unica. E bisogna farsi visitare.
[#4] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Si di questo ne sono al corrente, ma volevo sapere quali pericoli sono più associati ai miei sintomi, scusi se insisto!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il pericolo maggiore è quello di continuare a tampinare un computer in cerca di una risposta che vi sarà solo con visita: ergo di rimanere impantanato nel suo problema.
Per parte mia le ho gà detto tutto ilk dicibile.
[#6] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Ma lei ha il compito di rispondere da persona preparata e competente o ha il compito di lavarsene le mani e di rispondere in modo poco elegante e rispettoso verso un ragazzo che potrebbe essere suo figlio con diverse difficoltà?
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non credo lei mi debba ionsegnare qualche cosa.
Io ho il compito di indicare le strade: le strade (nel suo caso) sono quelle di rivolgersi dal vivo a collega.
Compito suo seguire le indicazioni e non perdersi in sterili discussioni.
Se poi preferisce pensare di essere la vittima di chissà che e chissà chi faccia pure. L' autocompiacimento del vittimismo appaga l' ego, ma non ha mai risolto nulto nulla.
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
come già detto dal dr. Cavallini, la diagnosi va erogata dopo una visita andrologica.

Il medico che l'ha visitata ha parlato soltanto di varicocele?

Il varicocele correla con la salute procreativa, il deficit erettivo potrebbe avere cause diverse, anche psicogene.

Il vissuto sgradevole e doloroso relativo al deficit erettivo - che lei ha già sperimentato - alla vulnerabilità erettiva, la paura anticipatoria di rivivere un fallimento sessuale, contribuiscono a creare quelli che noi clinici chiamiamo “fattori di mantenimento della disfunzione”, ben differenti dai fattori che hanno contribuito all’insorgenza della problematica sessuale.

La diagnosi differenziale le dita davvero di cosa si tratta così non vaga più con la fantasia ed argina l'ansia.


Non perda altro tempo, lei è davvero tanto giovane, la latitanza diagnostica non farà altro che aumentare l'ansia, che conferirle la sensazione di essere inadeguato, malato...e di farle confondere la parte - deficit erettivo - con il tutto - umore, personalità, comportamento....

Le allego delle letture ed un canale salute sul d.e.
Nella sua città non mancano gli andrologi bravi.

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6154-ruolo-donne-deficit-erettivo-uomo.html