Utente 403XXX
Buonasera,

il 15 gennaio mi sono sottoposto ad una visita urologia urgente presso l'ospedale di Reggio Emilia dopo che per una settimana accusavo dolore lieve a tratti pungente a carico del testicolo desto in particolare nella parte dell'epididimocon tumefazione in prevalenza a sera o dopo esser stoto in piedi per un pò di tempo. Non ho mai avuto febbre ma la sera prima della visita qualche " brivido". Avevo notao un incremento della frequenza della minzione ma anch ein questo caso non eccessivo.
Il medico che mi ha visitato dopo avermi controllato manualmente mi ha sottoposto ad ecografia e a verifica delle urine.

Trascrivo il referto:
Didimi ed Epididimi di volume e consistenza nella norma. Non si evoca dolorabilità sensibile alla palazione. Punta d'ernia a sinistra. Niente a destra.
Combur test negativo.
Cura:
Brufen 600 mg 1 cp 2volte/die per 3 gg
Cefixoral 400 mg 1 cp/die per 5 gg.
Altre indicazioni :
Controlli urologici al bisogno

Ad un mese di distanza pur scomparsi i sintomi sopra descritit persiste un rigonfiamento dell'epididimo desto. Alla auto palapzione dei testicoli non evisenzio grandi anomalie salvo un leggero indurimento in alcune fasi della giornata dell'epididimo desto. I testicoli appaiono lisci in tutte le parti. Il destro un pò più grosso del sinistro (da sempre). Nel testicolo desto sul retro verso la parte alta dell'epididimo rilevo come una lievissima "discontinnuità"
Aggiungo: Non ho mai sofferto in precedenza di problemi ai testicoli. No Criptorchidismo alla nascita. Vaccinato contro gli orecchioni da bambino. No attività sessuale promisqua o non protetta. No fumo, no caffé, bevo vino ma non super-alcolici, leggero sovrappeso (altezza 182 peso 93 kg) poca attività fisica. Stress da lavoro sedentario (architetto/libero professionista). Ho sofferto da bambino di asma bronchiale e allergia ai pollini e graminace. Età 34 anni.

Pur essendo una persona molto razionale ho una grande ansia di avere qualche problema grave forse non rilevato dall'urologo durante al visita e con l'ecografia scrotale. Potete darmi consigli?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

la ecografia che lei riferisce è fin troppo "sintetica" per capire se esistano condizioni capaci di determonare i suoi sintomi.
Una urinocoltura, un esame del liquido seminale con spermiocoltura ed una vista andrologica sarebbe opportune
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo dottore,

la ringrazio per l'attenzione al mio caso. Domani mi recherò dal medico di base per decidere quali accertamenti eseguire anche seguendo quanto da lei consigliato. Che il referto della visita urulogica di gennaio u.s. fosse "sintetico" era apparso anche a me. D'altra parte dopo la cura antibiotica sono stato meglio e molti sintomi prima accusati scomparsi. Ad esempio prima della cura avevo notato, durante l'eiaculazione, la preseza di "grumi" gelatinosi nello sperma (tipo muco nasale), problema scomparso dopo la cura.
Fermo restando che tutte le patologie a carico dell'apparato riproduttivo sono serie e invalidanti, la mia paura era che alla base di tutto vi fosse un tumore, "non visto" dal medico urologo che mi ha visitato e sottoposto a ecografia.
Ultima informazione storica in età giovanile ho praticato ciclismo sport che però negli ultimi 15 anni ho praticato sempre più di rado (massimo di 10 uscite l'anno) e senza mai riportare traumi da urto nella zona scotale significativi.

Grazie
[#3] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Dottore,

mi dispiace disturbarla nuovamente ma vorrei aggiornarla. Domani ho prenotato una nuova ecografia e mercoledì farò anche una nuova visita urulogica.
Nel controllare il testicolo destro oggi pomeriggio mi sono accorto che nella parte verso la coda dell'epididimo vi è come un piccolo puntino superficiale (al tatto come la testa di uno spillo). Cosa può essere? E' possibile che la precedente ecografia eseguita durante la visita urulogica non habbia rilevato nulla?
Mi personi ma come le ho già scritto l'ansia mi sta attanagliando.

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'ecografia riesce a visualizzare lesioni con una certa dimensione quelle m olto piccole possono sfuggire
dalla sua descrizione non avrei sospetti circa tumori testicolari
senta il sui medico e si fidi del parere dello specialista
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo dottore,

come prima cosa la ringrazio per il tempo e la grande pazienza che ha speso per il mio caso.

La vorrei aggiornare sull'esito della nuova ecografia alla quale mi sono sottoposto ieri.

"Eco scrotale - Non presenta lesioni nodulari testicolari. Aspetto lievemente ipoecogeno ed edematoso della coda e del corpo dell'epididimo a destra da lieve flogosi. Nulla all'epididimo sinistro. Non presente idrocele ne varicocele."

Ho anche l'immagine dell'eco da poterla confrontare in futuro con altre immagini qualora il problema si ripresenti. Il medico radiologo che mi ha visitato mi ha spiegato che il puntino che sentivo era appunto la coda delle pididimo infiammata. Alla stessa conclusione era giunto anche il mio medico di base la mattina dopo avermi visitato.

Stamane il mio medico di base a fronte della nuova eco mi ha prescritto un ciclo di sette giorni di ciproxin 1000mg.

Oggi mi recherò da uno specialista per cercare di comprendere le possibili cause di questa epidedimite e per sottopormi alle analisi da lei suggeritemi.

Sarà pure una "lieve infiammazione" come dice l'ecografia (tenuto conto che avevo assunto nei giorni precedenti del brufen 600 per lenire il fastidio) però le garantisco che oltre ad una certa ansia l'infiammazione mi ha generato anche dolore a tratti pugente e fastidioso e lievi brividi.

Un ultima curiosità. E' possibile che un epidedimite si ripresenti a distanza di un mese dal primo ciclo di antibiotici? Pur non essendo infiammato l'epididimo sinistro, durante la scorsa settimana ho percepito a tratti un principio di fastidio anche a quello. Vi può essere contaminazione tra un testicolo e l'altro?

Grazie ancora per tutto.
[#6] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo dottore,

ho da poco concluso la nuova visita specialistica.
Le trascrivo il referto:

"Addome trattabile ipogastrico libero
Testicoli regolari per volume e consistenza.
In ecografia quadro ecografico di sostanziale normalità; nulla a carico della vescica non evidenzia di calcoli lungo le vie escretrici"

Mentre mi visitava manualmente l'unica cosa che ha rilevato è una piccolissima ciste nella coda dell'epididimo destro (l'epididimo infiammato per capirci). Tuttavia il medico dice che non è assolutamente nulla di rilevante e talmente piccola che è molto difficile da rilevare.
Ha totalmente escluso, come le precedenti visite da me fatte, presenza di tumori.

Infine, mi ha confermato la cura antibiotica in atto da ieri da affiancare a Quercetina 600 (2/3 somministrazioni per 3 settimane)

Dopo sette giorni dalla fine della terapia antibiotica esame delle urine e urocoltura.

Posso stare tranquillo dopo questi accertamenti anche secondo lei?

Grazie ancora per tutto
[#7] dopo  
Utente 403XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo dottore,

stamane ho ricontattato lo specialista il quale mi ha risposto che quello che aveva rilevato era una "piccola dilatazione di un organo a contenuto idrico assolutamente benigna".

Grazie per la grande pazienza nel leggermi.

Buona giornata