Utente 406XXX
Buongiorno,
circa un anno fa, dopo aver notato un discreto diradamento dei miei capelli (concentrato prevalentemente nella zone delle tempie), decisi di chiedere il parere di uno specialista, il quale mi diagnosticò un'alopecia androgenetica allo stato iniziale.
Lo stesso mi consigliò di iniziare l'applicazione di minoxidil al 2% (Aloxidil) per due volte al dì (1ml + 1ml), mettendomi comunque al corrente della possibilità di intraprendere una terapia anche con finasteride (Propecia).
Da quel momento, in maniera costante, ho iniziato l'applicazione della lozione tenendo i capelli corti (non rasati) per facilitarne l'assorbimento e per cercare di ridurre il più possibile l'effetto "unto".
Dopo circa 6-7 mesi, non notando grandi miglioramenti, decisi di affiancare al minoxidil anche la finasteride (1 compressa da 1mg al dì). Dopo i primi due/tre mesi contraddistinti da un'accentuata caduta dei capelli, ho notato una diminuzione della caduta degli stessi (quasi un completo arresto) e una leggera ricrescita (più che altro una leggera peluria) all'altezza delle tempie.
Ad oggi sono arrivato a 12 mesi di applicazioni con minoxidil e a 6 mesi con finasteride e volendo far crescere i capelli in vista dell'estate, pensavo di interrompere definitivamente l'applicazione di minoxidil e di continuare esclusivamente con la finasteride.
Le domande che vorrei porvi sono quindi le seguenti:
1) Conscio del fatto che i due farmaci che sto utilizzando svolgono funzioni "complementari", ma conscio altresì che i benefici più grossi mi siano arrivati dall'utilizzo della finasteride, voi che trattamento mi consigliereste di portare avanti?
2) Optando per l'interruzione del minoxidil, tale interruzione potrebbe portare problemi oppure la finasteride mi garantirebbe quantomeno di mantenere il livello raggiunto?
3) Con quali modalità dovrei interrompere la cura con minoxidil? (Cercando online ho trovato che un'interruzione brusca potrebbe portare a un effluvio consistente)
4) Se, passato qualche mese, dovessi rendermi conto di stare regredendo a una situazione peggiore, la ripresa delle applicazioni di minoxidil (magari al 5% - Regain) potrebbe portarmi ancora dei benefici oppure no?
Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto e vi porgo i più sentiti complimenti per il lavoro che fate e per il supporto che date a noi poveri pazienti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Interrompere la cura con minoxidil in maniera repentina e' poxo consigliabile, le 2 terapie si compenetrano a vicenda , il consiglio e' di continuare fino al prossimo controllo specialistico, abitualmente tali cure raggiungono un plateau dopo circa 2 anni continuativi di cura.
Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la risposta celere e precisa.
Le sarei grato se in aggiunta a quanto detto mi spiegasse, nel caso decidessi di interrompere la cura con minoxidil (continuando esclusivamente con finasteride), con quali modalitá farlo.
Se un domani volessi poi ricominciarla (in seguito a un eventuale peggioramento e magari con una concentrazione maggiore al 5%), questa sarebbe in grado di garantirmi ancora dei benefici oppure no?
La ringrazio nuovamente per l'attenzione e la pazienza,
cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Se accetta il consiglio eviterei di interrompere, soprattutto nella previsione poi di dover riprendere, comunque nel caso l ' interruzione va fatta gradualmente riducendo dosi e applicazioni lentamente nel giro di 3-4 msi.
Saluti