Utente 407XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 29 anni, 1.75, 66 kg , pratico ciclismo a livello agonistico da circa 5 anni di cui negli ultimi tre anni con un impegno abbastanza importante. A fine 2014 per perdere qualche kilo (passato da 76 kg Novembre 2014 a 64 Aprile 2015), ho cambiato la mia dieta, eliminando carboidrati nei pasti serali e diminuendo questi notevolmente nel corso della giornata, salvo quando mi alleno (quasi tutti i giorni). Inoltre ho rimosso dalla dieta molti grassi e dolci.
A Gennaio 2015 ho fatto delle analisi del sangue che mi hanno rilevato un valore molto basso di testosterone (1.62ng/ml), il resto delle comuni analisi andava bene, sottovalutando il valore non ho ricorso a nessuna cura fino a novembre 2015 quando dopo aver fatto uno stop sportivo di un mese ho ripetuto le analisi rilevando i seguenti valori:
Testosterone Libero: 3.3 ng/ml
Testosterone Totale: 1.02 ng/ml
Cortisolo: 139 ng/ml

Nell'anno 2014 avevo rilevato nelle analisi il valore FT3 leggermente basso, ho fatto un controllo in endocrinologia e mi hanno confermato che non c'erano problemi a livello di tiroide.

Sono andato da un andrologo che dopo una ecografia testicolare ed un analisi della prostata mi ha sottoposto ad una cura di testosterone (Testoviron Enantato 250), una iniezione ogni 15 giorni per 5 iniezioni, durante la cura anche se non ho eseguito analisi del sangue, ho sentito molti benefici, sia sul mio umore che sul' aspetto sessuale.

A dicembre 2015 ho ripreso la mia attività sportiva e terminata la cura di Testosterone, dopo circa 15 giorni ho ripetuto le analisi (1 marzo 2016), rilevando ancora valori bassissimi:
Testosterone Libero: 0.0939 ng/ml
Testosterone Totale: 1.64 nmol/L
Cortisolo: 183 ng/ml
FSH: <0.1 mUl/ml
Luteotropina: <0.1 mUl/ml
Prolattina Basale: 332.5 microUl/ml
Prolattina dopo 30': 255.8 microUl/ml
Sono andato da un nuovo adrologo che mi ha sottoposto ad ulteriori analisi:
Spermiogramma: Rarissima presenza di spermatozoi che non ha permesso una conta di questi. 
Spermiocultura: Presenza di numerose colonie di Citrobacter Koseri, questo ha individuato una prostatite batterica, che vedendo i sintomi (urgenza di urinare etc) mi sono portato dietro da circa 2 anni. Adesso sto facendo una ciclo di antibiotico per debellare il batterio.
Ecografia addome: tutto nella norma
Risonanza magnetica al cranio per eventuale edema ipofisi: Esito negativo.
Esame cariotipo per rilevare eventuale sindrome di Klinefelter: in attesa, anche se sono certo al 99% non non avere tale sindrome.

Dopo tutti questi controlli, sono e siamo al punto che non è ancora stata rilevata una causa a questo mio problema che ultimamente mi mette seriamente KO.
Potrebbe essere l'attività fisica agonistica a causarmi tutto ciò?
L'alimentazione, con poco uso di grassi, dolci etc potrebbe influire?
La prostatite batterica potrebbe aver causato tutto questo?
Avete idea di una probabile causa a questo mio scompenso?

Grazie mille...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non credo proprio. La somministrazione di testosterone può abbassare il numero di spermatozi in maniera reversibile. Per cui non si allarmi più del dovuto. E servono per lo meno 4-6 mesi per restaurare la spermatogenesi.
Pertanto aspetti quel termine per vedere come stanno realmete le cose.
[#2] dopo  
Utente 407XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dottore, relativamente ai livelli di testosterone invece?
Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
le dico che i suoi esami ormonali sono da rivalutare dopo tre mesi di astinenza da testosterone che è si bassetto, ma essendo LH e FS bassi, usualmente il valore è discreto.