Utente 272XXX
Gentili Medici
vi scrivo per un problema chi mi sta sfiancando sia fisicamente che psicologicamente, sono anni che ho dei problemi di gocciolamento post minzionale, minzioni frequenti principalmente la sera ed eiaculazione precoce. Ho una serie di disturbi che penso siano la causa di questi miei problemi. Anni fà soffrivo di stitichezza, avevo sempre la sensazione di incompleto svuotamento e dolori dopo la defecazione, questo perchè avevo una ragade che per anni ho provato a curare con le varie terapie del caso, ma alla fine sono dovuto ricorrere ad un intervento chirurgico ( sfinteretomia). Dopo l'intervento chirurgico le cose sono andate meglio,ma anche se non provo più dolori, alcune volte mi capitano degli episodi di stitichezza con sensazione di svuotamento incompleto, ed ho notato che tutte le volte che mi capitano queste cose la mia condizione urologica peggiora.Per i miei problemi urologici, ho effettuato numerose visite con specialisti, ma sinceramente mi hanno soltanto rubato tempo e denaro, chi mi ha consigliato l'ago puntura, chi mi ha consigliato terapie a 200 euro a seduta, insomma sinceramente mi sono sentito preso in giro.A Gennaio 2014 su iniziativa di uno specialista faccio un esame del PSA 0,57 ng/m, ripeto l'esame a Ottobre 2014 con esito 1,13 ng/ml, infine a giugno 2015 effettuo un Uroflussimetria: Qmax:14,4 ml/sec Qave ; 9.5 ml/sec Vol:405 ml Commento: indici flussometri ridotti. Morfologia flussimetrica irregolare, prolungata appiattita. Residuo postminzionale trascurabile.
Cosi a Settembre 2015 in preda a dolori ai testicoli, e alla schiena prima di andare in bagno, mi sono rivolto al mio medico di base, il quale mi fa diagnosi di prostatite e mi da una terapia a base di Ciproxin per 10gg, Topster x10gg, forprost, e xantral 10mg, entrambi per sempre, terapia da cominciare dopo aver fatto un esame delle urine con urinocoltura (negativa), ed alla fine della terapia un ecografia vescico-prostatico : vescica ben distesa, con pareti ispessite, in assenza di formazioni aggettanti endo-luminali. Bassofondo vescica libero. Prostata di dimensioni normali (DT:mm40), in assenza di impronta sul pavimento vescicale. Presenza di grossolane calcificazioni intra-ghiandolari. Vescicole seminali simmetriche. Dopo minzione volontaria il residuo post-minzionale è pressocche assente.Per un periodo dopo questa terapia le cose sono andate meglio,dolore passato. flusso migliorato, gocciolamento post minzionaleabbastanza migliorato ma non sparito del tutto,continuo ad averela sensazione di glande bagnato.Primo episodio di stitichezza si ripresentano tutti i problemi, ho la sensazione che il problema sia più ampio della sola infiammazione prostatica, inoltre ormai sono anni che soffro di eiaculazione precoce che tutti sembrano prendere sottogamba. ultimamente il mio medico mi ha sostituito lo xantral con urotec 8 mg da quando lo prendo ho avuto come un calo del desiderio.Chiedo aiuto vorrei che qualcuno prenda la mia situazione a cuore.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
Il primo passo è combattere questa stitichezza che può influenzare negativamente una corretta salute prostatica. Dieta con scorie e verdure, yogourt, tanta acqua, probiotici per la flora intestinale. Attività fisica e sessuale regolare, dieta con riduzione di cibi piccanti, spezie,alcol, birra, cioccolata (almeno nei periodi con i sintomi).
Il flusso è modestamente istruito, pareti vescicale descritte come ispessite, residuo post minzionale assente, calcificazione intra prostatiche. Quest'ultime segno pregresso di prostatiti.
Sicuramente è una situazione che penso sia collegata a un'infiammazione prostatica che si ripresentano a intervalli. Un pó strano però che alla sua età ha pareti vescicale ispessite, un flusso un pó ostruito e necessità di assumere xatral. Forse andrebbe pure indagato meglio se la sua dinamica minzionale è corretta e se vi sia qualcosa che favorisca queste infezioni o infiammazioni. Un esame urodinamico? Una spermiocoltura? Le ha mai effettuate? Mi faccia sapere. A presto. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dr. Andrea Bottai
La ringrazio per la sua risposta, ad oggi non ho mai effettuato ne un esame urodinamico, ne una spermiocoltura,. Vorrei indagare perchè comincio ad avere dubbi che i miei problemi non derivano da una prostatite, perchè trova strano che alla mia età ci siano pareti vescicali ispessite e un flusso un pò ostruito? pensa ci possano essere altri problemi.
Il mio medico di base mi ha sostituito lo xatral con urotec 8mg, l'altra sera mi è successa una cosa strana ho avuto un rapporto con la mia compagna e non c'è stata la fuoriuscita di sperma, ho letto che questa è una complicanza di questo farmaco, la cosa non mi è piaciuta affatto, infatti ho pensato di tornare allo xatral.
Inoltre da un po di tempo ho un calo del desiderio, che secondo me, questo farmaco ha accentuato.
ritornerò mai quello prima?
lei cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Possono esserci prostatiti, certo, ma non vorrei fossero facilitate da una ostruzione urinaria. Pareti vescicali ispessite ci sono quando c'è un'ostruzione, il flusso poi non è completamente libero con morfologia appiattita. Il mio consiglio è un esame urodinamico completo per valutare se urina bene oppure no. Poi in base a questo valutare il resto. È chiaro che una spermiocoltura andrebbe fatta ma,data la sua storia, bisogna cercare il problema alla radice. Mi faccia sapere. A presto
[#4] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
Dottore mi scusi se abuso della sua disponibilità, ho prenotato l'esame urodinamico ma non prima di maggio, per quanto riguarda la spermiocoltura, in questo momento sono sotto antibiotico, dovrei aspettare prima di farla?.
Vorrei farle un'altra domanda, io da anni soffro di gonfiore addominale dovuto a Colon irritabile è possibile che questo sia la causa dei miei sintomi, non è che io stia curando la prostata, ma in realtà la mia prostata sta bene?
La ringrazio per la pazienza.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Aspetti 20 giorni dal termine della terapia. Colon irritabile e stipsi influiscono sulle prostatiti. Per questo deve fare molta attenzione a prendersi cura dell'intestino. A presto