Utente 368XXX
Buonasera, ho 25 anni.

Premetto che da alcuni mesi sono dietro ad alcuni disturbi intestinali, pancia molto gonfia e varie cose, sto aspettando il risultato di alcune analisi effettuate.

Parallelamente a tutto ciò, da mesi a questa parte sto avendo dei disturbi alla schiena, specialmente in un punto ben preciso in alto a sinistra, sotto le costole per inderci come altezza.

Il fisioterapista ha ipotizzato che con il nuovo lavoro per alcune ore al giorno eseguo un movimento ripetitivo (Che non è assolutamente faticoso) ma costante, sto in piedi fermo, e muovo molto la schiena in avanti e dietro.

La mattina mi alzo diciamo bene, il fastidio aumenta nel giorno fino ad arrivare alla sera che riesco con fatica a fare cose elementari come lavare i piattti, devo subito sedermi per via delle fitte.

Premetto che se mi siedo o mi sdraio il fastidio passa immediatamente.

Con il tempo però sta aumentando anche un fastidio generalizzato alla colonna vertebrale, nella parte lombare, specialmente al mattino presto quando sono a letto.

Ho eseguito una radiografia ed il referto è:
Incremento della cifosi dorsale con minima riduzione degli spazi intersomatici al tratto medio distale.
Minima scoliosi dorsale.
Ai limiti la lordosi lombare senza segni di scoliosi.
Ipertrofia e sclerosi dei massicci articolari posteriori a sede lombare distale.
Minimi segni di sclerosi delle sacro illiache.
Scarsa pulizia intestinale..

Altri fattori che FORSE possono avere influito sono, una macchina nuova da due mesi ( I sedili hanno integrato un supporto lombare, che trovo scomodo) La scrivania al nuovo lavoro, probabilmente troppo bassa, è alta da terra 70cm.

Ho gia' lavorato 3 anni un ufficio e non ho mai avuto nessun tipo di problemi, sono 1.70 per 64kg, pratico sport da sempre, calcio a livello agonistico, anche se da 4 anni a questa parte sono pasato al calcio a5 dove le superfici (in palestra) sono molto più dure.

Consigli? Un commento sul referto della Radiografia?

Vi ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Konstantinos Martikos
28% attività
16% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
I reperti salienti della radiografia della colonna sono la degenerazione artrosica delle superfici articolari delle vertebre lombari distali e l'accentuazione della cifosi toracica. Entrambi questi reperti sono potenzialmente responsabili di dolore lombare e sensazione di rigidità mattutina.
Essendo questo soltanto un consulto on-line e mancando quindi di reperti clinici (esame obiettivo) e radiografici diretti (immagini radiografiche), i miei consigli generici sono di eliminare, limitare o modificare possibilmente le attività che hanno un chiaro nesso con l'insorgenza dei sintomi (sedili macchina, scrivania bassa, corsa su superfici dure, lavare i piatti a fine giornata), affrontare i sintomi intestinali che possono contribuire alla sintomatologia lombare ed eseguire una valutazione ortopedica. In seguito alla valutazione specialistica (esame clinico + valutazione diretta delle immagini radiografiche) si possono definire eventuali provvedimenti terapeutici adeguati al tuo quadro.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
Ho ritirato questa mattina alcune analisi fatte per cercare di risolvere il problema intestinale, è sono venuti fuori due valori anomali

RDW 11.9 (12.0 - 15.0)
MONOCITI 16.50 (2.0 - 10.0)

Sono sinceramente molto preoccupato per l'aumento dei monociti, può in qualche modo essere legato ai disturbi sopra citati?

In questi giorni comunque avverto nella zona lombare, più spostato verso la mia sinistra delle specie di scosse, che durano pochissimi secondi, (sto parlando di un 4/5 al giorno) alla quale il mio corpo ha una reazione involontaria e tende a "stendere la schiena"..

Sinceramente sono tutti sintomi non semplici da spiegare, il fastidio non è legato a determinati movimenti..
Non saprei, fatto sta che la notte non ho dolori, ed al mattino mi sveglio bene, il tutto tende a peggiorare in giornata risultando più fastidioso alla sera..
Il punto dove mi da più fastidio è sempre il solito da mesi, sotto le costole circa, alla mia sinistra..

[#3] dopo  
Dr. Konstantinos Martikos
28% attività
16% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Sono d’accordo che il quadro sembra avere caratteristiche complesse e secondo il mio parere necessita assolutamente una valutazione medica (nel tuo caso è di fondamentale importanza l'esame clinico-obiettivo). Ribadisco quindi il mio parere di eseguire una valutazione ortopedica. Per quanto riguarda gli indici ematici, potrebbe essere utile rivolgere l’argomento nella sessione gastroenterologica o chirurgica generale.
Cordiali saluti