Utente 410XXX
Salve, come si evince dal titolo del consulto il mio problema sono le emorroidi.
Cercherò di spiegare brevemente.
Soffro di emorroidi da un paio di anni. La situazione è peggiorata lo.scorso agosto quando, di ritorno da un viaggio (ho avuto una 15na di giorni di dissenteria) sono scoppiate. Il sanguinamento è durato per fortuna un solo pomeriggio. Ho assunto "daflon" per alcuni giorni in aggiunta alla solita "proctolin" ormai immancabile.
Qualche giorno dopo mi son fatta visitare da un chirurgo il quale ha riscontrato la.presenza di due emorroidi ma, a suo dire, nulla di preoccupante.
Sporadicamente fuoriescono e sono costretta ad utilizzare la pomata. Non vi è però alcun segno di miglioramento. Sto provando con i alimentazione più sana nonché a trascorrere più tempo in movimento ma vorrei poter risolvere il problema e no rischiare di sanguinare improvvisamente per strada (è diventato il mio terrore). Sono in attesa di una visita da un nuovo chirurgo o meglio, da un proctologo. Quello che vi chiedo è: vi sono delle.accortezze o qualsiasi cosa che mi possano aiutare in questo problema? Ho il terrore di un eventuale intervento chirurgico.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La prima attenzione deve riguardare corrette abitudini alimentari e una assunzione di abbondante frutta e verdura accompagnate da idratazione adeguata,ciò al fine di rendere le feci morbide e facilmente evacuabili. Oggi poi esistono procedure chirurgiche mini invasive e poco dolorose nel post operatorio.
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
La.ringrazio. volevo precisare che non ho alcun problema.di evacuazione. Bevo tantissimo (almeno 2 litri al giorno).
Speriamo bene allora