Utente 413XXX
Salve,
come da titolo, cerco una possibile soluzione come cura a una presunta orticaria cronica, da circa fine marzo ho iniziato a sentire prurito in zona cervicale,
con la formazione di piccoli ponfi, con il passare dei giorni sono comparsi anche sulle braccia e gambe, sempre in maniera blanda (per intenderci non più di 4-5 ponfi a zona del corpo) e tutt'ora è in corso, ho fatto analisi del sangue e prick test, non ho nessuna allergia ad alimenti e tutto sembra andare bene anche nelle analisi del sangue, ho provato ad eliminare cibi e bevande contenenti istamina o istamino-liberatori, ma non dipende ne dal cibo ne dalle bevande, infatti i ponfi si sviluppano anche se non ho mangiato e bevuto.
Il mio stile di vita è sano, mangio molta frutta e verdura, abbino tisane (non quelle in bustina) ricche di vitamina C e antiossidanti, vado a correre 1 giorno si e 1 no.
Avendo a disposizione anche pomate a base di allantoina, pantenolo, acido glicirretico ho provato anche con queste per calmare la cute nelle zone interessate, ma con scarsi risultati.
Mi è stato consigliato l'antistaminico Pafinur, che ho preso per pochissimo (ho preso 3 pasticche in tempi diversi), e ovviamente con questo i sintomi sparivano subito.
Se può servire come informazione, i ponfi che compaiono rimangono per circa 1 giorno, regredendo progressivamente, mentre ho notato che se gratto-sfioro-striscio i ponfi o la cute in generale non ho l'aumento o sviluppo di altri ponfi o gonfiore, solo del lieve rossore da sfregamento.
Avendo la passione per i tatuaggi, vorrei trovare una soluzione..
Mi consiglia di continuare a prendere il Pafinur o passare a un altro antistaminico?
L'unica colpa che potrei dare in questo momento è a un fattore ambientale, stagione, non saprei veramente...

Grazie mille in anticipo!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilmente, devi sapere che il 50% delle orticarie croniche non riescono ad avere una diagnosi precisa, nonostante tutti i tests strumentali che possono essere perfezionati. La invito sicuramente nella sede di dermatologia allergologica al fine di impostare un criterio diagnostico molto accurato che possa escludere le varie cause possibili. Cari saluti.

Dr Laino
Direttore
www.latuapelle.it