Utente 413XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di quasi 36 anni. Sono miope(-1,50) e leggermente astigmatico(-0,25) da entrambi gli occhi.
Eseguo periodicamente visite di controllo e nell'ultima mi è stata rilevata una moderata escavazione del nervo ottico.
L'oculista mi ha detto che comunque non era nulla di preoccupante e di rivederci tra un anno.
Mi ha rilevato una pressione oculare di 18,esattamente come due anni prima (mentre ne 2013 era di 17).
Per sicurezza ho preferito rivolgermi anche ad un altro specialista(in allegato l'esito della visita).
Quest'ultimo ha evidenziato un'ampia escavazione del nervo ottico(ratio 0,6), che però non ha le caratteristiche
dell'escavazione causata da un glaucoma.
La pressione oculare rilevata è stata di 18 OD e quasi 19 OS.
Poichè mia madre soffre di glaucoma (a causa di pressione sanguinea bassa e nonostante la pressione oculare
sia corretta), per scrupolo la dottoressa mi ha consigliato di eseguire un campo visivo e, visto che la pressione
oculare è nei limiti ma comunque piuttosto alta, una pachimetria oculare centrale. Mi ha comunque detto che sono controlli che posso
fare con calma e solo per tranquillità, e di rivederci per il consueto controllo tra un anno.
Il dubbio che mi è venuto è il seguente:
è possibile che l'escavazione sia sempre stata presente e che il mio oculista non se ne sia mai accorto?
Oppure l'escavazione può presentarsi con il passare degli anni anche senza che ci sia una patologia?

Grazie
Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Valerio Bo
24% attività
4% attualità
16% socialità
MELE (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
la papilla ottica negli anni può fisiologicamente cambiare il suo aspetto: come tutti i tessuti dell'organismo in un anziano il nervo ottico si presenterà meno "trofico" rispetto a quello di un ventenne.
Dunque nel suo caso, considerata la sua età, escluderei un cambiamento sostanziale rispetto agli anni scorsi.

È possibile che sia sempre stata così, ma vista la famigliarità sono assolutamente d'accordo con la sua oculista che le ha prescritto campo visivo e pachimetria, così da valutare il reale stato delle sue fibre nervose.
Un ulteriore esame che vale la pena di essere fatto è l'indagine OCT o HRT dello strato delle fibre nervose (OCT-RNFL / HRT-RNFL).

In ogni caso, vista la sua età e vista la pressione endoculare, starei assolutamente tranquillo.

Resto a disposizione,

[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore per la celere risposta.
Mi rassicura anche il fatto che la dottoressa ha precisato che l'escavazione non ha l'aspetto di una dovuta ad un glaucoma.
La dottoressa ha precisato che gli esami posso farli con calma e che comunque posso aspettare un anno per effettuare la normale visita di controllo.
Secondo lei conviene fare gli esami con "urgenza"?
E per la visita di controllo posso tranquillamente aspettare un anno o conviene anticiparla?

Grazie ancora.
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Valerio Bo
24% attività
4% attualità
16% socialità
MELE (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Gli esami li farei in tempi "ragionevoli", ovvero entro 3/4 mesi, dopodichè vale la pena anticipare la visita solo in caso di risultati patologici o comunque dubbi.
[#4] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera,
su consiglio dell'oculista, poichè mia madre soffre di glaucoma a causa di pressione arteriosa bassa, ho indossato l'holter pressorio per 24 ore.
L'esito riporta un calo pressorio notturno da extreme dipper diastolico, tutto il resto nella norma.
La media giornaliera è di 63-110, quella notturna invece 50-97, con la pressione diastolica che ha raggiunto punte minime di 41 (80 il minimo della sistolica).
La mia domanda è: possono questi valori bassi dare problemi al nervo ottico, vista la mia pressione oculare di 18-19?

Grazie
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Valerio Bo
24% attività
4% attualità
16% socialità
MELE (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Salve,
in letteratura i dati a proposito della correlazione tra pressione arteriosa e glaucoma sono ancora molto incerti e contrastanti, anche se appare evidente che una relazione sussiste, nonostante sia ad oggi difficile sbilanciarsi oltre.
Se vogliamo andare ancora oltre possiamo affermare anche che la genesi stessa del glaucoma ad angolo aperto non è del tutto nota.
Questo per dirle che
A. non possiamo pensare che sua madre abbia un glaucoma a causa della bassa pressione arteriosa
B. i dati che lei ci riporta vanno sicuramente tenuti in considerazione, ma non cambiano lo stato dell'arte, ovvero non ritengo che gli esami che le ho consigliato vadano eseguiti con maggiore fretta rispetto alle nostre ultime considerazioni.

Non appena avrà fatto gli accertamenti mi faccia sapere quale esito hanno avuto!
[#6] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno, ecco i risultati degli esami:

Pachimetria ad ultrasuoni: OD 610 micron, OS 607 micron

Perimetria computerizzata: nella norma per entrambi gli occhi


Il mio oculista non mi ha prescritto l'esame OCT o HRT che lei mi consigliava, secondo la sua opinione converrebbe farli anche in base agli esiti degli esami sopra riportati?

Grazie
Cordiali Saluti


[#7] dopo  
Dr. Valerio Bo
24% attività
4% attualità
16% socialità
MELE (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Salve,
considerando lo spessore corneale, i valori della pressione endoculare rilevati in precedenza e l'esito negativo della perimetria non ritengo sia necessario eseguire altri accertamenti, concordo al 100% con il suo oculista.

Esegua controlli periodici regolarmente.