Utente 415XXX
Buongiorno,
vorrei avere un parere circa queste analisi da me effettuate. Da premettere che:
- soffro di alopecia androgenetica trattata con finasteride 1mg, che utilizzo 3 volte a settimana (lunedì,mercoledì,venerdì)
- le analisi sono state fatte a seguito di una pausa completa di 2 mesi dall'utilizzo della finasteride, per avere un quadro della situazione da utilizzare come confronto con altre analisi da effettuarsi durante il riutilizzo del farmaco

Risultati Valori di riferimento

17 BETA- ESTRADIOLO: 24,15 pg/ml fino a 56

PROGESTERONE 1,0 ng/ml da 0,3 a 0,9

TESTOSTERONE 3,60 ng/ml da 3,50 a 10

TESTOSTERONE LIBERO 31,8 pg/ml da 0,2 a 47,5


Mi piacerebbe sapere:
- cosa ne pensate dei risultati in generale, soprattutto del progesterone alto (e cosa comporti un suo valore alto nell'uomo, visto che di materiale online che tratti la cosa dal punto di vista maschile ce n'è veramente poco)
- chiarimenti sul ruolo della finasteride implicata nell'inibizione del progesterone in allopregnanolone e se a questo punto possa avere un ruolo la mia assunzione del farmaco circa il risultato delle analisi

https://it.wikipedia.org/wiki/Allopregnanolone
Cito dal link: "Ansietà e depressione sono effetti collaterali comuni degli inibitori della 5α-riduttasi, come la finasteride e la dutasteride, e si ritiene che siano causati, in parte, dalla prevenzione della produzione endogena di allopregnanolone."


Aggiungo che per il mio medico di base le analisi sono ok, in quanto dice che anche se il testosterone totale è basso bisogna confrontarlo con quello libero, mentre il progesterone è fuori di poco
Gradirei comunque anche un vostro parere

Per qualsiasi altra informazione resto a disposizione
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
i suoi esami sono assolutamente inutili se non dice come sta. Inoltre se fa a meno di girare per internet starà anche meglio, che magari le è sfuggito che è più frequente un aumento della libido da farmaco che non una sua riduzione.
[#2] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Mi scusi ma se si pone così le rispondo subito a tono:
Forse a lei sfugge che i prelievi del sangue possono essere fatti per routine, anche senza un motivo particolare...e che un controllo ormonale mentre si è in terapia con un antiandrogeno come finasteride, magari non è così inutile come lei afferma
Che poi con l'utilizzo di un antiandrogeno ci sia un aumento della libido, scusi ma mi vien da sorridere...al massimo l'aumento della libido avviene durante i primi mesi del trattamento, cosa che inevitabilmente è transitoria, visto che l'organismo in qualche modo poi lo deve convertire il testosterone libero, e se finasteride blocca la conversione in dht, magari questo testosterone in più circolante è possibile che si converta in estrogeni, magari...

Ma comunque si limiti a rispondere alle domande che ho posto, grazie


[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prima studi poi apra bocca.
La fiunasteride non è antiandrogeno è inibitore della 5 alfa reduttasi, ne modifica la riconeversione in metaboliti
Poi la libido è sostenuta da 17 beta 2 estradiolo che aumenta in corso di assunzione di finasteride
Infine le linee guida di tutte le associazioni androplogiche ed urtologiche negano l' utilità di esami oprmonali in assenza di sintomi specificio: sono troppo ballerini gli9 esami.
Con lei ho finito. Comunque apprezzo il suo c oraggio in ternettiano...protetto dall' anonimato.
[#4] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Meno male che ha finito...
"la finasteride non è un antiandrogeno" ...allora ce lo siamo inventati, è tutta cultura internettiana che la finasteride agisca impedendo la conversione del testosterone nella sua metabolita attiva diidrotestosterone (ormone ANDROGENO molto più potente del testosterone)

"libido sostenuta dal 17 beta estradiolo".... ma io ho sempre saputo che la libido fosse sostenuta da ormoni androgeni non estrogeni....e guardacaso finasteride può provocare un calo della libido proprio a seguito della riduzione del dht e dell'aumento degli estrogeni

Cosa li fanno a fare i bugiardini con scritto che finasteride può provocare:
- calo del desiderio sessuale
- difficoltà nel raggiungimento dell'erezione
- problemi con l'eiaculazione quali riduzione della quantità di sperma emesso

..........se alla fine non è un antiandrogeno e fa aumentare la libido?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
1% calo libido, 5% aumento libiudo. Più frequente come dico io.
Scusi ma leggendo queste righe scopro che non ho finito: sono medico ed è mio dovere soccorrere i sofferenti Chi si affeziona alle proprie idee come lei è assai facile che sia affetto da fenomeni ossessivi di cui non sirende conto. Utile colloquio psicologico epr capurlo. Nel suo interesse: ovvio non si arrabbi
I link per lei.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24121976
http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Propecia.asp
non è difficile basta leggere.
Ora ho fatto il possibile per lei.
[#6] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Un link per lei
http://www.pfsfoundation.org/news/finasteride-induced-suicidal-and-self-injurious-behavior-rises-33-in-who-database-of-adverse-drug-reactions/

Ma sia chiaro che non mi interessa parlare dei sides di finasteride, ne ho lette di cotte e di crude, ma veramente, e se sto continuando ad assumerla forse vuol dire che sono andato oltre al "complotto di internet contro finasteride"
Perchè nel momento in cui ci si rende conto che internet fa più da calamita agli scontenti, e che c'è una maggioranza silenziosa di utilizzatori del farmaco che non accusa sides, si va oltre

ps. comunque guardi che non ha fatto proprio nulla per me, non mi sta dicendo nulla di nuovo riguardo finasteride

Ho scritto qui per avere informazioni in merito ai livelli di progesterone alti nell'uomo: cosa comportano innanzitutto, e se ci possa essere correlazione con finasteride
Che è poi l'oggetto del consulto