Utente 407XXX
Buongiorno da un po' di tempo soffro di una ragade interna che non mi da pace con dolore tremendo dopo defecazione.Si e' riaperta e cicatrizzata , parecchie volte in piu' di un anno ma la prima volta che vado in bagno con le feci leggermente dure si riapre e tutte le volte e' peggio.Il tempo di guarigione ormai si allunga sempre piu' ed ora a distanza di 20 giorni ho ancora dolore forte.
L'alimentazione e' regolare frutta e verdura, no alcol , no fumo
La mia domanda e' se con l'operazione sì puo' guarire ma la cosa che mi preoccupa di piu' e' il dolore che dicono post operatorio.
Cosa mi consigliate
Ho 45 anni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non ho capito se è stata trattata con adeguata terapia medica o meno. In ogni caso, se è indicato l' intervento, è efficace ed il decorso postoperatorio sostanzialmente indolore. prego.
[#2] dopo  
Utente 407XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore della risposta.
L'ho trattata in passato con levorag 2/die, celevis 2/die
onligol 4000 una busta alla sera e supposte pentacol 500
alla sera.
Con questa cura tendeva a guarire ma poi sospesa la cura di due mesi , la prima volta che andavo in bagno con le feci formate e un po' dure, ritorna.
Vado avanti così da un paio di anni........
Cosa ne pensa della cura?
inoltre volevo chiederle se con l'intervento quando si arriva ad una certa eta' porta ad inconitenza come si sente dire, in base alla sua esperenzia.
Ed il dubbio che ho è che se con una ragade si soffre così tanto, immagino che dopo un taglio chirurgico chissa' per quanto tempo si va avanti prima di ristabilirsi.
Grazie per un suo commento
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
SI potrebbero considerare altre opzioni.
L' intervento non porta a incontinenza.
Non e' doloroso, l' intervento.Prego
[#4] dopo  
Utente 407XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore,
per altre opzioni intende farmacologiche?

A livello chirurgico oltre la sfinterotomia laterale interna sinistra, se non ci fosse ipertono o moderato e' ancora fattibile la cauterizzazione con elettrobisturi ?

La ringrazio per la sua disponibilita'
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si, anche.
SI ma in genere non occorre.
Prego