Utente 418XXX
Salve , come da titolo vi scrivo perché mio padre qualche giorno fa ha effettuato una risonanza magnetica con l'utilizzo di una bobina , è da premettere che mio padre è sempre stato sotto controllo per monitorare le dimensioni della prostata , in seguito a delle analisi che hanno evidenziato un PSA di 4,05 ci è stato consigliato di effettuare questo tipo di prova . Vi riporto pari pari le parole che si trovano sui risultati :

Quesito : PSA lievemente aumentato

Descrizione: Vescica poco distesa , a pareti lievemente ispessite e contenuto omogeneo.
Prostata di dimensioni aumentate (d.t. 45mm , d.a.p. 34 mm ,d.c.c. 48 mm circa), con ipertrofia adenomatosa multinodulare della zona transizionale che solleva il pavimento vescicale.
La zona periferica appare ben rappresentata e di relativo alto segnale in T2, con are tenuemente ipointesa a margini mal definiti in sede medio-apicale posterolaterale sinistra dove il profilo capsulare appare lievemente retratto ed irregolare (PI-RADS score 3), a tale livello la sequena DWI mostra un'area pseudonodulare tenuemente iperintensa a valori "b" elevati ed ipointensa nella mappa di ADC (PI-RADS score 3), caratterizzata da intensa impregnazione precoce allo studio dinamico di prefusione (PI-RADS score+)
Vescicole siminali ectasiche , di regolare segnale.
Qualche subcentimetrico elemento linfonodale in sede iliaca ed otturatoria bilaterale.

Conclusioni : in sede periferica medio-apicale posterolaterale sinistra (10-12p da schema allegato) è presente un'area con PI-RADS score 4 (probabile presenza di neoplasia prostatica maligna clinicamente significativa) da ritenersi in sede preferenziale di biopsia.

Vorrei sapere da voi in sintesi (parole capibili anche da chi non studia medicina) tutto ciò che cosa vuol dire? c'è da preoccuparsi ?
Grazie in anticipo per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Data la risposta della risonanza, è consigliabile fare una biopsia prostatica mirata a quelle zone. Vi è la possibilità, non la certezza, che vi sia una neoplasia prostatica. In tal caso sarà successivemente da trattare con modalità e cure in rapporto ad età, stadio e grado della malattia. Il PSA non elevato fa pensare ad una eventuale malattia localizzata e non estesa. Comunque fino a quando non avrà il risultato della biopsia, sarà difficile fare previsioni e programmi. Mi faccia sapere. A presto
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per l'immediatezza della risposta d.r andrea bottai , ho letto su siti specializzati che a secondo del PSA di mio padre e della fascia d'età (55 anni) c'è il 25% di possibilità che possa avere qualcosa

P.s.: una cosa localizzata sarebbe di facile terapia o mi sbaglio ? ringrazio ancora immensamente per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Tutto dipende dal risultato della biopsia e dal grado della lesione. Comunque sì, più è localizzata la malattia, maggiore è il ventaglio di possibilità terapeutiche e migliore il risultato. A presto