Utente 419XXX
Buonasera,
vi scrivo per avere un parere a rigurdo del mio battito cardiaco.
sono una ragazza di 29 anni alta circa 1,68mt e peso 63 kg, da circa 10gg ho inizato ad avvertire degli strani battitti al cuore, alcuni anche forti da mancare il fiato, al che ho programmato un ECG da cui è risultato nella norma.
Il problema persiste, e il cardiologo mi ha programmato x un giorno da portare l'holter.
i risultati che ne sono usciti sono:
ritmo sinusale con fc tra 66 e 146 al minuto
Sporadici BEV isolati a tratti trigemini
VEB 126 Max 26 VEB/h trig 1 più lungo 6 battiti, extrasistole ventricolari
Questi battiti anormali persistono soprattutto dopo mangiato, dove ho sudore freddo e nausea
gli ansiolitici prescritti dal mio medico di base non mi fanno nulla
vi chiedo pertanto un consiglio, in attesa di una visita più approfondita del cardiologo

Ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
dal momento che deve andare dal cardiologo, cosa giustissima, sarà lui a decidere quali indagini fare.
Il suo Holter ECG/24 è sostanzialmente tranquillizzante, anche se è evidente che è stato letto dal computer e non dal refertatore.Mancano infatti le "conclusioni"!
In attesa di andare dal cardiologo sarebbe opportuno eseguire una valutazione della funzionalità tiroidea, gli elettroliti, ed un ecocardiogramma color doppler.
L'associazione con problemi gastrici va valutata per la possibile esistenza di reflusso gastrico.
Infine più che gli ansiolitici, nel suo caso sono indicate piccole dosi di beta bloccanti.
Dia notizie se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 419XXX

Iscritto dal 2016
Ho effettuato la visita dal cardiologo dove ecocardiogramma ha evidenziato lieve IT PAPS nei limiti. Attraverso il monitoraggio ha visto una parasistolia. Ho fatto le analisi del sangue dove è risultato tutto nella norma sia valori cardiaci che tiroidei. Holter mi è stato consegnato come ho scritto sopra senza una parola in più purtroppo.
Continuo ad avere numerose extra sistole soprattutto dopo aver mangiato tempo 30 min
E alla guida non sono ne agitata e ne preoccupata, eppure ci fa uguale
Il cardiologo mi ha detto di fare la prova da sforzo per escludere ogni patologia cardiaca
Vorrei capire come mai da 15 gg a questa parte soprattutto dopo mangiato ne ho numerose e fastidiose. Anche e soprattutto alla guida.

A questo punto potrebbe essere un problema gastrico o potrebbe essere che sia il nervo vago, dato che quando ho queste extra sistole ho anche nausea?

la ringrazio per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Le ribadisco che, da quello che il computer ha refertato, il suo holter non desta preoccupazioni.
Vedere una parasistolia durante un Ecocardiogramma significa vedere una extrasistole: non è nulla di straordinario.
Faccia pure la prova da sforzo, specie se gliel'ha consigliata il cardiologo.
Nella replica # 1 le scrivevo:
"L'associazione con problemi gastrici va valutata per la possibile esistenza di reflusso gastrico". E aggiungerei di ernia jatale.
Infine più che gli ansiolitici, che non hanno alcuna attività antiaritmica, nel suo caso sono indicate piccole dosi di beta bloccanti, il cui uso avrebbe almeno un razionale farmacologico.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 419XXX

Iscritto dal 2016
Salve,
a distanza di 15gg del consulto, ho effettuato la prova sotto sforzo e l'esito è stato negativo, il cardiologo si è espresso che il cuore non ha alcuna patologia.
A questo punto si sta delineando che è un problema gastrico
Il gastroenterologo, dopo le mie spiegazione di malessere, non ha esitato a dirmi di fare la gastroscopia, rifiutandomi di farla perchè troppo invasiva.
Comunque dopo aver mangiato tempo 30 min ho molte extra
Sistole e mi durano fino a tarda serata premetto che inizio a notare molta acidità
La mattina a digiuno mangiando poco tutto bene

Sto facendo lansopranzolo prescrittami dal medico curante in attesa di altri esami
Va un po meglio a giorni alterni dopo 10gg che lo prendo.
Volevo sapere, si può iniziare a parlare di gastrite o ernia iatale?
la ringrazio, in attesa di una sua risposta
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ha fatto male a non fare la gastroscopia.
Chi l'ha detto che è troppo invasiva? Con i moderni fibroscopi si può fare persino ai neonati senza disagi e pericoli.
Azzardato è dare un IPP come il lansoprazolo che può mascherare patologie serie e procastinarne la diagnosi.
In quanto all'ernia iatale o alla gastrite faccia la gastroscopia e lo sapremo: potrebbe essere portatore di entrambe.
Saluti,
Dott. Caldarola.