Utente 350XXX
Dopo un rapporto sessuale ieri con eiaculazione dolorosa e sanguinamento mi sono rivolto dal mio medico curante (specializzato in urologia) per farmi prescrivere una visita andrologica ma ha subito diagnosticato una prostatite, senza alcun esame o controllo, prescrivendomi due compresse di ciprofloxacina da 750 mg per sei giorni e una compressa di Proposta Mano per venti giorni. Passata l'infiamazione vuole rivedermi per l'indagine transrettale della prostata. Già un anno fa avevo avuto lo stesso problema ma i sintomi (leggero bruciore e piccole tracce di sangue durante la minzione o dopo che si depositavano sugli slip) erano passati - come sta avvenendo questa volta - dopo uno/due giorni e non diedi peso alla cosa. Va detto che il problema si presenta solo quando facciamo sesso nello posizione cosiddetta "pecorina". In questo anno tutte le volte che l'abbiamo fatto in questa posizione ho provato dolore ma ho evitato il sanguinamento riducendo la foga per "controllare" l'eiaculazione. Non ho alcun problema a svuotare la vescica o nella minzione. Sono un pò scettico a cominciare la terapia antibiotica senza nemmeno l'urinocoltura. Sull'utilità dell'integratore vorrei sapere cosa ne pensate. È meglio fare la visita andrologica o posso cominciare la terapia del medico curante? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la prostatite rientra nelle competenze dell'Urologo,cosi' come in quelle dell'Andrologo.Eseguirei,prima di procedere con una terapia antibiotica,una spermiocoltura ed urinocoltura con antibiogramma.Gli integratori svolgono un ruolo coadiuvante nella terapia.Non vedo un rapporto di causa/effetto tra le modalità del coito ed il dato clinico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la rapidità e serietà che ispira. Solo dopo urinocoltura e spermiocoltura si potrà stabilire se si tratta di vera prostatite? Adesso ho il problema di farmele prescirvere dallo stesso medico curante ma aspetterò qualche giorno e tornerò alla carica. Anche se di fatto ha già risposto, può risultare utile cominciare ad assumere l'integratore? Di nuovo grazie.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...può solo andare meglio.Cordialità.