Utente 421XXX
Buongiorno,
ho fatto una risonanza magnetica nella quale sono emersi vari problemi, in particolare il mio medico di base era preoccupato per questo punto
"il tendine rotuleo, all'entesi prossimale, presenta fissurazione pressoché a tutto spessore, con principale direzione longitudinale, e massima dimensione di cm 1 circa. "
Dato che per il mio lavoro devo muovermi in treno e fare scale mi ha dato 10gg di malattia (giorni lavorativi, 2 settimane di fatto). Mi ha detto di stare attento a come cammino perché un passo messo male potrebbe creare ancora più danni al tendine. Nel certificato di malattia ha messo come diagnosi appunto la rottura del tendine rotuleo e quella del crociato anteriore, non ha scritto nulla sulla rottura del corno anteriore del menisco esterno.
Sono andato quindi da uno specialista e con stupore lui al problema del tendine rotuleo non ha dato alcuna importanza, ho dovuto fargli presente la preoccupazione del mio medico di base e lui mi ha detto che non è un problema serio e che dovrebbe cicatrizzarsi da solo.
Sono un po' perplesso. Capisco che il mio medico di base non è uno specialista, mi suona strano però che abbia dato una tale importanza ad una cosa che poi l'ortopedico ha di fatto snobbato.
Vi scrivo per chiedervi se secondo voi il mio medico di base ha dato troppa importanza al problema del tendine rotuleo oppure se è meglio che contatti un ulteriore specialista.
Grazie ed arrivederci

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Egr. signore lei parla <<< Nel certificato di malattia il mio medico curante ha messo come diagnosi appunto la rottura del tendine rotuleo e quella del crociato anteriore, non ha scritto nulla sulla rottura del corno anteriore del menisco esterno.>>>
Ma ci sono queste lesioni? sono documentate da un esame diagnostico specifico quale TC o RM? E' lo specialista ortopedico e solo lui la persona tecnicamente piu' accreditata per ogni diagnosi e cura di tali patologie.
Per quanto concerne il tendine rotuleo, è probabile che sia una tendinosi all'inserzione prossimale, un fatto ossia degenerativo-infiammatorio, che va diagnosticata con un esame clinico specialistico e con una ecografia e rm. prima di curarla anche con fisiochinesiterapia adeguata.
Distinti saluti