Utente 424XXX
Gentili dottori,

Mi chiamo giuseppe, ho 21 anni e vorrei cercare di ottenere (se possibile) delle risposte quanto più chiare possibili riguardo al mio problema , e per questo cercherò di essere quanto più dettagliato possibile in modo che magari possiate darmi qualche consiglio utile al fine di "alleviare" i miei problemi dovuti alle mie extrasistole..

Da quando avevo 14 anni, ho iniziato a soffrire di tachicardia sinusale con delle lievi extrasistole , tutto ciò è successo senza alcuna causa scatenante (non ho mai fatto uso di sostanze stupefacenti , non ho mai fumato sigarette, e non bevo nient'altro che non sia cocacola o sprite.) Questi episodi di tachicardia sinusale con battiti superiori a 160bpm mi sono durati per circa 1 anno, nel quale nessun cardiologo è riuscito a darmi una spiegazione a cosa fosse dovuta questa tachicardia, nonostante ciò ero riuscito a superarla da solo e senza l'aiuto di medicinali o quant'altro, almeno fino a due anni fa..


2 Anni fa circa , a seguito di un giramento di testa ho preso delle gocce di nifedicor (18 gocce) ignaro delle conseguenze che avrebbe potuto portarmi, ho deciso di ascoltare mia nonna e di prendere quelle gocce.. Oltre ad essermi sentito malissimo ho iniziato nuovamente ad accusare problemi di tachicardia ed extrasistole , inizialmente non volevo fare alcuna visita perchè pensavo che pian piano la tachicardia scomparisse.. Ma a seguito di diverse volte in cui sono finito al pronto soccorso ho deciso di rivolgermi ad uno specialista , e tramite un ecocolordoppler ho scoperto di avere un prolasso della valvola mitrale con una minima insufficienza.. Inizialmente il cardiologo ha deciso di prescrivermi il congescor da 2,5 x 2 a causa della mia elevata frequenza cardiaca.. Qui di seguito vi scrivo il report


Diagnosi:
ventricolo sinistro di dimensioni, spessori e cinetica segmentaria conservata. Anulus mitralico di dimensioni max. 28mm. Lembo posteriore fibrotico prolassante in cavità atriale determinante piccolo rigurgito (vena contracta 0.3). Atrio di dimensioni normali. Sezioni destre nella norma (TAPSE 23mm) pericardio virtuale. Vena cava normocollassante.

In sostanza dopo aver eseguito diversi test tra cui ECG, ecocolordoppler, e holter (quest'ultimo per più di 3 volte nell'arco di 2 anni) e nonostante adesso io assuma TENORMIN le mie extrasistoli non stentano di cessare , il 28 di giugno sono finito al pronto soccorso dopo averne accusata una che è durata molto più rispetto alle altre, ho avvertito una sensazione di mancanza e quando il cuore ha riiniziato a battere regolarmente ho avvertito una pressione fortissima alla testa con vertigini e formicolio alle mani.. In sostanza vorrei sapere quale tipo di esami potrei fare e cosa fare per eliminare per sempre queste extrasistole dalla mia vita , dal momento che mi stanno praticamente uccidendo.. p.s: (Ho anche effettuato un esame alla tiroide ed è tutto ok..) Dall'holter ho scoperto di avere "extrasistole sopraventricolari."

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
mi scusi puo riportare l esito dell Holter che ha eseguito?

cecchini
[#2] dopo  
Utente 424XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore , innanzitutto io volevo ringraziarla per la risposta tempestiva , qui di seguito gli scrivo il referto del primo holter che feci , ci tengo a specificarle che secondo me nessuno di tutti quelli che ho fatto sono stati fatti per bene , perchè l'ultimo che feci (ovvero quest'estate) non mi si appiccicavano bene le ventose per via del fatto che si sudava tanto , e quindi spesso mi toccava controllare che non si fossero spiccicate (e si spiccicavano spesso).

freq. card

intervalli minima FC-4 47 bmp at 0:34
intervalli massima FC-4 131 bmp at 17:13
media FC-24 ore: 85 bpm
minima FC-Ora: 57bpm at 5:00
battiti analizzati: 64309
minuti analizzati: 1061
periodo monitoraggio ECG: 16:58

ECTOPIA SOPRAVENTRICOLARE:

Totale SVE: 2
Totale SV-Run: 0
SV-Run più lungo N/A
Massima FC SV-RUN: N/A
SVE per 1000/per ora 1/0
totale battiti aberramti/run 0/0
fib/flutter atriale 27.2%

Bradicardia:

pause oltre 2.0 sec: 0
pausa max: N/A

QT

Max QT: 439 ms (II)
Max QTc: 480 ms
Orario del max QT: alle 10:29 FC 60 bmp
scappamento ventricolare: N/A

Conclusioni:

ritmo sinusale a freq. media di 85 bpm, con freq. min. di 47 bpm alle h. 00,34 e freq. max. di 131 bpm alle h. 17,13.Nonostante la blanda terapia betabloccante, si osserva durante molti periodi di registrazione una tendenziale tachicardia sinusale, inferiore però a quella riscontrata a riposo la prima volta che il giovane paziente fu visitato. Non pause superiori a 2 secondi. Due battiti ectopici sopraventricolari (a coppia.) Non BEV. Non alteriori patologiche del tratto ST-T.
Normale il QTc.

Aspetto con ansia una sua risposta , grazie anticipatamente!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' holter che lei ha eseguito e' normale.
Non vedo motivo di preoccupazione, si per la frequnza (normale) che per le due banali ESV

cecchini
[#4] dopo  
Utente 424XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la rassicurazione , oggi sono andato a fare un'altra visita cardiologica presso un centro specializzato , e mi hanno consigliato di staccare il TENORMIN per via del fatto che è un farmaco abbastanza pesante , con la riduzione della pillola che prendo.. Volevo chiederle cosa fare per far passare la tachicardia sinusale quando si presenta? Avevo intenzione di prendere delle pillole tipo la valeriana quando mi sento fortemente stressato , potrebbe essere utile?

Grazie anticipatamente.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lo chieda agli scienziati che le vogliono togliere il Tenormin visto che sta bene....
Perché lo chiede a me ?
Arrivederci

Cecchini