Utente 376XXX
Salve,
Da un anno a questa parte soffro ciclicamente ogni mese di dolori alla parte destra del tronco, esattamente sotto lo stomaco e all'inguine. Il mio medico di base ha detto che potrebbero essere conseguenza di un'allergia a qualche alimento che mangio ogni giorno (come glutine o grano). Difatti ho fatto le analisi del sangue e aspetto i risultati per sabato. Tuttavia volevo chiedere se un'allergia può realmente causare dolori acuti come questi, perché cercando da sola su internet non ho trovato nulla. Aggiungo che ho avuto questi dolori per tutto il mese di settembre, a differenza delle altre volte quando durava qualche giorno e poi passava.
Grazie a chi risponderà.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ida Fumagalli
24% attività
20% attualità
12% socialità
SPILIMBERGO (PN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
I motivi del tuo disturbo possono essere molti
Intanto ti chiedo che malattie hai avuto in passato e se sei stata operata di appendicectomia
Inoltre vorrei sapere che cadenza ha il disturbo
Ogni giorno o in relazione al ciclo mestruale
Prima o dopo i pasti
Migliora mangiando o migliora dopo evacuazione
..........
Hai febbre?
L' alvo è stitico? Diarroico? E la diuresi?
Alla palpazione hai dolore e dove
Ci sono masse?.... vediamo anche l'esito degli esami tra cui metterei test di gravidanza
Consiglio anche una ecografia addominale che può vedere persino le pareti intestinali.....
Anche per valutare utero e annessi e lng
[#2] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Dottoressa, grazie per la risposta.
La informo già che nel frattempo ho fatto l'esame del sangue per l'ige totali e il valore era basso, ma nonostante ciò lo stesso medico mi ha fatto fare test per l'allergia ad alimenti che mangio praticamente ogni giorno e non è risultato niente di rilevante. Scoraggiata poi sono andata al pronto soccorso dove mi hanno etto che potrebbe essere un infezione delle vie urinarie e che questa ha ingrossato i linfonodi che a loro volta vanno a premere sui tendini, perciò il dolore.. nel frattempo il dolore di è esteso alla coscia e alla gamba destra, è a volte alla parte posteriore in prossimità delle costole.
Comunque escludo gravidanze perché prendo la pillola e non sono mai stata operata. Il dolore spunta dal nulla senza una ragione apparente (a volte ce l'ho anche appena mi sveglio) ma peggiora sicuramente quando cammino, difatti cerco di fare meno tragitti a piedi possibile.
Sabato avrò il risultato delle urinoculture, perché quando sono andata al pronto soccorso c'era sangue, ma volevano escludere che si trattasse di quello mestruale perché da lì a 3 giorni mi sarebbe iniziato il ciclo.
Secondo lei potrebbe essere una buona diagnosi?
Ps non ho sintomi di infezione tipo minzione dolorosa, anche se sono una persona che fa molta pipì anche non avendo bevuto tanto. Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Ida Fumagalli
24% attività
20% attualità
12% socialità
SPILIMBERGO (PN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
di fronte a un disturbo del genere bisogna fare una diagnosi differenziale tra le possibili cause
utile una visita completa
via web non è di certo la situazione migliore
direi che bisogna considerare un eventuale appendicopatia o anche una litiasi urinaria ( dolore ricorrente e sangue nelle urine)....
Ma ci sono altre possibili cause
inoltre è sempre bene escludere prima le cose più serie
le allergie -intolleranze alimentari non sono così semplici da studiare
un medico deve come dicevo analizzare le varie ipotesi e anche tramite esami confermarle
non ho capito se ha fatto una ecografia .......
[#4] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Si ho fatto un'ecografia completa dell'addome completa e una transvaginale senza che nulla venisse fuori. Ho fatto anche quella inguino crurale e sono state viste delle tumefazioni linfonodali.
[#5] dopo  
Dr. Ida Fumagalli
24% attività
20% attualità
12% socialità
SPILIMBERGO (PN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Vanno sicuramente esaminate quelle tumefazioni e se persistono l'ideale sarebbe biopsiarle
bisogna valutare le dimensioni e la consistenza e l'aspetto morfologico
bisogna che il suo medico la segua e la aiuti nel percorso diagnostico
potrebbe essere indicata una colonscopia e una tac dell'addome ma come le dico a distanza non è possibile senza una visita fornirle risposte definitive
mi ha detto che hanno già escluso fatti a carico di utero e annessi
[#6] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Si a livello ginecologo non c'è nulla di anomalo.
[#7] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottoressa,
Ho avuto i risultati dell'esame delle urine.
I valori fuori norma sono le emazie (6824 num/microL, intervallo di riferimento meno o uguale a 15 o rare, e i leucociti (70 num/microL, intervallo di riferimento meno o uguale di 20 o rare). La microbiologia è negativa. Ph 5,00.
Significa che c'è sangue nelle urine giusto?
[#8] dopo  
Dr. Ida Fumagalli
24% attività
20% attualità
12% socialità
SPILIMBERGO (PN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Sangue e globuli bianchi .
Se l infezione urinaria è ragionevolmente esclusa e lei non ha disturbi della diuresi bisogna tra le altre cose escludere fatti a carico dell'appendice o degli altri tratti dell intestino .
Non è facile né possibile a distanza dare risposte per cui è bene che con la guida del suo medico approndisca questa situazione .