Utente 425XXX
Non parlo per conto mio, una mia conoscente dopo 2 giorni dal parto le hanno riferito che il figlio neonato aveva l'ittero, causato dalla incompatibilità di sangue tra lei (Rh negativa) e il bambino (Rh positivo). Lei di questo non ne sapeva niente, e non le è stata somministrata nessuna puntura per evitarle di produrre anticorpi.
A questo punto (è passata una settimana dal parto), in caso di seconda gravidanza, il secondogenito sarà affetto dalla malattia emolitica fatale neonatale? Ormai non si può fare più niente?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
La seconda gravidanza della sua amica, se ci sarà, dovrà essere seguita con molta attenzione dal ginecologo, perchè se il feto fosse RH+ i rischi potrebbero essere alti.
La condotta seguita in ostericia e in neonatologia è riprovevole e mi fermo qui....il resto lo comprenda lei.
C'è da dire che non è tuttavia automatico che la sua amica abbia sviluppato anticorpi anti fattore RH: è per questo che una eventuale gravidanza, come già detto, dovrà essere ben monitorata per questo problema.

Saluti Cordiali,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille, è stato molto chiaro. Ho compreso benissimo...
Prenderà provvedimenti in caso di altre gravidanze.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Bene,
sono felice di averla aiutata.

le giungano cari saluti,
Dr. Caldarola.