Utente 428XXX
Salve, malgrado la mia giovane età, alle volte soffro di problemi di disfunzione erettile.
Circa 6 mesi fa si è verificato il primo episodio, in quanto, non uscito ancora a pieno da una relazione, ho avuto un rapporto con un altra ragazza. Rapporto che si è rivelato fallimentare...psicologicamente ero altrove. Da quel momento in poi l'ansia di fallire prima di ogni rapporto mi ha portato ad avere dei problemi o addirittura a non buttarmi neanche. Sebbene io riesca ad avere delle erezioni da solo..nel momento del rapporto si verifica sempre lo stesso rapporto.
Ho provato a parlarne con il mio medico che mi ha consigliato una visita andrologica ed una psicologica. Io però non mi sento ne di avere problemi fisici ne tanto meno di essere pazzo. Per quanto superficiale io possa essere mi sento di dire che, se grazie ad un aiuto medico riuscissi la prima volta a iniziare e terminare un rapporto in maniera quanto meno decente...non avrei alcun tipo di problema nei rapporti successivi. Si tratta solo di una spinta iniziale.
Il mio medico non vuole però saperne di prescrizivere farmaci. Voi cosa mi consigliate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é evidente come stia entrando nel panico, per cui una
routinaria visita specialistica di controllo, che tutti i giovani maschi dovrebbero eseguire é, ormai, ineludibile.Andare da un medico non significa essere malati.Analogamente un supporto psicosessuologico non si identifica con la pazzia...Si convinca e non si incarti su se stesso.In quella sede, lo specialista non avrà alcun motivo per non aiutarla con "una spinta".Cordialità.