Utente 424XXX
Buoa sera
Volevo avere dei chiarimenti a settembre 2016 dopo aver fatto esami per malattie infettive mi hanno riscontrato la sifilide con vdrl 1/64 e tpha 1/5120... Ho fatto una visita medica specifica e mi hanno ordinato un ciclo di tre iniezioni di penicillina. Questa settimana a distanza di tre mesi dalla cura effettuata ho rifatto le analisi come prescritto dal dottore. Sono arrivati i referti con scritto risultato positivo tpha 1/5120 e rpr 1/16. Potete farmi capire come posso essere ancora positivo e se questi valori sono scesi e se sono o meno veritieri dato che ho letto che posso esserci false positività? Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
i valori non sono scesi: come può ben leggere il TPHA è rimasto fisso alla diluizione di 1: 5120.
Anche i test reaginici (VDRL e RPR) non si sono negativizzati.
Sembrerebbe il quadro sierologico di una vecchia sifilide trattata, consapevolmente o casualmente.
Lei ha avuto il sifiloma primario, manifestazioni cutanee della Sifilide secondaria o è stata una scoperta occasionale?
E' comunque necessario che esegua un test di conferma: o il dosaggio quantitativo degli anticorpi specifici anti Treponema IgM ed IgG o un Immunoblotting contro le componenti del Treponema, per avere un quadro più chiaro della situazione.
Da solo il TPHA non può e non deve essere usato nel follow up dopo terapia. I test reaginici possono risentire di molte interferenze.
Ne parli ovviamente con chi la cura.
Se vuole faccia sarepe.
Cordialità,
Dott. Caldarola
[#2] dopo  
Utente 424XXX

Iscritto dal 2016
La scoperta a settembre è stata occasionale... Non ho avuto nessuna manifestazione cutanea... Ho voluto fare il test per scrupolo ed è risultato positivo poi ho fatto la cura ed è ancora positivo... Dovro fare un altro ciclo di iniezioni di penicillina? Grazie per aver risposto
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Deve fare dei test di conferma e sentire chi la sta curando, che dovrebbe essere un infettivologo o un dermatologo.
In quanto ai test di conferma che deve fare sono elencati nella prima risposta:
- Deve ripetere la RPR e il TPHA
- Deve assolutamente fare dei test di conferma: o la ricerca e il dosaggio degli anticorpi specifici anti treponema IgM+IgG.
Oppure meglio ancora un immunoblotting per le singole componenti che costituiscono il Treponema Pallidum.
Curare la Sifilide è una cosa seria: non avrebbe senso al momento rifare la terapia e non deve deciderlo lei ma un medico esperto nella terapia di questa MST sulla base dei risultati degli esami.
Può anche rivolgersi ad un centro per MST della sua Città.
Cordialità,
Dott. Caldarola.