sesso  
 
Utente 431XXX
Egregi Dottori, sto avendo una storia con una donna di 44 anni (4 anni più di me) rimasta vedova da tre anni.
Ho fatto sesso non protetto - lei da quando il marito si è ammalato e dopo la sua morte è da tre anni che era in astinenza sessuale - e con lei non mi sono mai preoccupato dell' hiv (anche se mi ha raccontato che il marito aveva un'amante) forse proprio perchè da tre anni .........
Insomma, anche se su queste cose ho sempre avuto timore in questo caso ho fatto sesso non protetto senza preoccuparmene più di tanto.
Ora però per caso ho letto su una rivista che praticare sesso orale comporta dei rischi elevati (uno su tre) di sviluppare futuri tumori del cavo orale a causa del Papilloma Virus e io alcune volte ho praticato sesso orale sul suo clitoride,
questo significa che - soprattutto se continuerò a farlo - aumentano le probabilità che io sviluppi dei futuri tumori del cavo orale?

Ma quindi amarsi è divenuto un rischio da tutti i lati?
Ho visto su dei sexshop che esistono dei lenzuolini il lattice specifici da mettere davanti alla vagina che servono appunto per proteggersi nel praticare sesso orale, vuol dire che se voglio praticare sesso orale con la mia lei devo usarli o se ho una donna fissa posso benissimo farne a meno oppure ormai il danno/contagio è probabile sia già avvenuto e dunque sarebbe inutile a questo punto "proteggersi"?

Posso chiedere un'ultima cosa: ma se lei (o io) siamo portatori del Papilloma virus ce ne saremmo accorti (come?) o è asintomatico?
Se non volessimo usare questi oral dam l'unica sarebbe fare delle analisi del sangue e se non siamo portatori del virus potremmo amarci senza preoccupazione?
Vi ringrazio per anticipatamente per la risposta e porgo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la presenza di HPV attualmente non è verificabile con esami sierologici.
E' verificabile invece con tamponi nei quali si ricerca la presenza di HPV DNA e se presente si procede alla identificazione del ceppo.
Inoltre va sottolineato che ad una infezione da HPV in genere segue una risposta immunitaria umorale che induce l'elilminazione del virus (è il motivo per cui è stato possibile elaborare un vaccino).
Nel caso suo e della sua partner se l'unico dubbio che la tormenta è la paura dell'HPV orale, sottoponetevi entrambi alla ricerca di HPV DNA by PCR su tampone vaginale e nel suo caso balano prepuziale e se saranno negativi per fare sesso non ci sarà bisogno di particolari attenzioni.
Anche perchè il Dental Dam, come il profilattico, non ha alcuna azione preventiva verso la trasmissione di HPV.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la risposta gentile Dottor Vincenzo Caldarola.
Mi scusi, quindi il dental dam che dovrebbe essere una barriera fra la lingua e il clitoride non ha alcuna azione preventiva?

Posso cortesemente chiederLe un parere sia come uomo che come dottore?
Secondo lei i miei timori sono esagerati perchè in realtà non ci sarebbe nulla (o quasi) da temere (leggere però che il 35% dei tumori del cavo orale sono causati dal Papilloma Virus e che ci si contagia facilmente praticando sesso orale francamente non lascia molto tranquilli) ?
Anche perchè (se ho capito bene) pure se la mia compagna in passato ha avuto questa infezione la sua risposta immunitaria umorale molto probabilmente ha eliminato il virus ed essendo stata 3 anni senza partner adesso da questo punto di vista è (molto probabilmente) sana....... oppure se si è stati contagiati si rimane portatrice (e dunque infettiva) anche a distanza di anni?

Mi scuso per l'ulteriore disturbo e La ringrazio per la disponibilità e le cortesi delucidazioni/pareri.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
guardi come Medico io dovrei suggerire a lei e alla sua compagna di effettuare entrambi lo screening per le principali e più temibili MST.
Non sarebbe un atto di sfiducia ma espressione di affiatamento di coppia.
Perchè la sua Partner avrà pure passato tre anni sabbatici ma potrebbe essersi infettata prima ed essere ignara di ciò.
Per quanto riguarda l'HPV le ho semplicemente detto che nel 90% dei casi l'organismo monta una risposta immunitaria ed elimina il virus.
Tuttavia vi sono casi in cui questo non accade e se ci si trova di fronte a ceppi oncogeni, specie la partner deve sottoporsi a visite di controllo per la prevenzione del cr della Portio.
E' accertato che una parte dei carcinomi oro - faringei riconoscono come causa gli stessi ceppi oncogeni di HPV che causano il cr del collo dell'utero.
E' ovvio che se entrambi siete indenni da infezione il problema non si pone.
Mettere un foglietto di latice sul clitoride secondo me è più umiliante per una donna che fare un test per HPV insieme al suo partner. Considerato che, le ribadisco, ai fini della prevenzione dell'infezione da Papilloma Virus il Dental Dam non serve a nulla.
Quello che le sto scrivendo come medico non posso che confermarglielo come uomo.
Le auguro una buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
Egr. Dr. Vincenzo Caldarola,
un Grazie sincero per la gradita risposta e i graditissimi consigli.
I miei più cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Buona serata.
Dott. Caldarola.