Utente 210XXX
Gentili dottori,
sono un uomo di 41 anni e da poco più di due settimane sto avendo un problema ad un orecchio che mi porta ad una riduzione della capacità uditiva e al dover sopportare un sibilo continuo che mi tormenta notte e giorno.
Vi spiego il tutto.

Circa 20 giorni fa ho avuto un forte raffreddore durato pochi giorni e risolto senza impiego di nessun medicinale.
Una decina di giorni fa sono andato in montagna, a circa 1500m; al ritorno mi si sono tappate entrambe le orecchie a causa dello sbalzo di quota. La cosa mi era gia capitata in passato e per questo motivo non ho voluto dare importanza al fatto.
Fatto sta che dopo qualche minuto l'orecchio di sx si è stappato regolarmente mentre l'orecchio di destra è rimasto tappato ed ho iniziato ad avvertire un sibilo continuo, specie quando non sono circondato da altri suoni..
Dopo un paio di giorni, visto che la situazione non migliorava, mi sono rivolto al mio medico di base il quale mi ha detto che probabilmente avevo del catarro e che, per scongiurare un'otite, mi ha prescritto una cura antibiotica con Augmentin per 6 giorni e l'assunzione di un fluidificante a base di acetilcisteina per 10 giorni e aerosol con Clenil-A sempre per 10 giorni.
Dopo un paio di giorni dall'inizio della cura l'orecchio si è stappato ma il sibilo era ancora presente.
Per 2, 3 giorni l'orecchio mi si tappava durante la notte mentre la mattina, dopo essermi alzato dal letto, dopo qualche minuto l'orecchio si stappava.
Sabato scorso, dopo aver terminato la cura antibiotica ma continuando ad assumere il fluidificante, mi sono alzato dal letto con l'orecchio stappato... sembrava tutto tornato alla normalità, anche il sibilo sembrava essere quasi del tutto sparito.
Domenica scorsa ho fatto un viaggio in macchina e durante il viaggio sono stato costretto a superare un passo di montagna, non altissimo... 700/800m.
L'orecchio dx mi si è tappato nuovamente ed è ricomparso il sibilo che però, stavolta, avverto maggiormente anche in presenza si altri suono.
Avendo avuto già sto problema ho chiamato un otorino, mio conoscente, a cui ho chiesto un suo parere.
L'otorino, ritenendo che la causa del mio problema fosse un accumulo di catarro nellla tromba di Eustachio e ritenendo l'aerosol poco efficace, mi ha suggerito una cura alternativa... più forte: Nimesulide per 6 giorni 3 volte al giorno, Fluimucil 600 2 volte al giorno, 4 gocce di Argotone per narice 3 volte al giorno per 6 giorni.
Oggi sono al 4 giorno di cura ma non ho avuto nessun miglioramento se non quello di avere il naso leggermente più libero.
L'orecchio è ancora tappato e il sibilo sembra sempre più forte... tale da crearmi problemi di concentrazione e durante il sonno.

Secondo la vostra esperienza la cura che sto seguando è valida? e soprattutto, il sibilo all'orecchio, risolta l'ostruzione alla tromba di eustachio, dovrebbe sparire?
Cosa mi consigliate?

Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
16% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Salve , io le consiglierei di farsi visitare di farsi VISITARE da uno specialista effettuando anche un esame audiometrico , impedenzometrico ed eventualmente una rinoscopia.
Procedere a tentoni non mi sembra una cosa saggia

Saluti
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta.
Dietro suo consiglio mi son fatto visitare da uno specialista ed ho fatto sia l'esame audiometrico sia l'esame impedenziometrico che sono risultati entrambi nella norma.
L'esito della visita è stato ostruzione tubarica da catarro.
La terapia datami dallo specialista è stata: Medrol 16mg per 3 giorni 2 compresse al giorno dopo i pasti principali, poi 3 giorni 1 compressa al giorno dopo dopo pranzo e infine 3 giorni mezza compressa dopo pranzo.
Inoltre il medico mi ha consigliato di eseguire12 cicli di cure termali e 12 insufflazioni intratimpaniche che al momento non ho ancora iniziato.
Oggi ho preso l'ultima mezza compressa e sinceramente ho ancora l'orecchio tappato e il fischio è ancora presente.
L'unico miglioramento che ho avuto dopo la terapia antifiammatoria è stata una diminuzione del senso di pienezza che avvertivo all'orecchio.
Sento di avere ancora catarro anche in gola infatti mi capita spesso tossendo di espellere muco denso e bianco.
E' il caso di fare delle aerosol con fluidificante o riprendere il fluimucil in compresse?
Cosa mi consiglia?
[#3] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
16% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
"eseguire12 cicli di cure termali e 12 insufflazioni intratimpaniche che al momento non ho ancora iniziato".
Continui cosi come le e' stato consigliato. Aspetti ancora un poco.
Potrebbe aggiungere rinowash con cortisonici e soluzione fisiologica e frequenti lavaggi nasali.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera,
un piccolo aggiornamento... evidentemente la notevole quantità di medicinali assunta sta servendo a qualcosa... l'orecchio si è stappato ed il sibilo è sparito.
L'unica cosa che rimane è la notevole secrezione di muchi e sporadicamente un mal di testa localizzato proprio sopra le sopracciglia al centro della fronte... è sinusite?
[#5] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
16% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
"aggiungere rinowash con cortisonici, fluidificanti, soluzione fisiologica e frequenti lavaggi nasali."
Ci sono anche altre opzioni teraputiche , ma si rivolga al suo specialista

e' molto probabile trattarsi di sinusite .
Saluti