Utente 461XXX
Salve,
Ho da qualche giorno scoperto d'avere una fistola sacro-coccigea .
In pratica il medico mi aveva visitata per un forte dolore in quella zona e aveva diagnosticato una probabile fistola ma molto piccola.
Ho provato a disinfettare con dell'ovatta bagnata in acqua tiepida e amuchina e questa si è rotta ,venendo fuori tutta l'infezione.
Il medico mi ha spiegato come curare la ferita ed ad oggi dopo un giorno continua ancora ad fuoriuscire un liquido giallo mescolato a sangue anche se sempre meno.
Ora vorrei sapere, è piu' probabile in questo modo che il problema si ripresenti?
Da ieri ,apparte la ferita, ho ripreso a stare in ottima maniera. Inoltre continua la cura antibiotica prescritta prima che la fistola si rompesse.
Ho molto paura dell'operazione,vorrei evitarla..
[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
purtroppo il trattamento per la fistola sacro-coccigea (cisti sacro-coccigea, cisti pilonidale o sinus pilonidalis) è esclusivamente chirurgico.
Certamente, è utile una visita chirurgica e valutare la sua situazione.
Inoltre, è importante continuare la terapia antibiotica, come da prescrizione medica, e mantenere successivamente pulita la zona e rimuovere i peli al fine di ridurre gli episodi infettivi.
In caso di intervento, Le consiglio di di optare per il trattamento mini-invasivo:
http://www.medicitalia.it/blog/chirurgia-pediatrica/6157-sinus-pilonidalis-tecnica-mini-invasiva.html http://www.medicitalia.it/news/chirurgia-pediatrica/6761-sinus-pilonidalis-cisti-sacro-coccigea-perche-scegliere.html
A sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Buona serata.